Come fissare le arelle su pergolato

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Se nel nostro giardino abbiamo realizzato un gazebo in legno e la parte alta intendiamo rivestirla con un pergolato, invece di optare per le foglie verdi rampicanti, ricettacolo di insetti e formiche, possiamo invece utilizzare le arelle. Nello specifico si tratta di canne di bambù molto sottili che opportunamente assemblate le una accanto alle altre, ci garantiscono una copertura ideale per creare ombra in giardino, specie nelle assolate giornate estive.
Vediamo dunque, con questa guida, come fissare le arelle su pergolato.

26

Occorrente

  • Arelle
  • Seghetto o tronchese
  • Filo di nylon
  • Filo di ferro con guaina in plastica
36

Per fissare le arelle su pergolato, come prima cosa è opportuno acquistare un buon quantitativo di arelle, indispensabili per ricoprire l'intera area del pergolato. Ci procuriamo poi anche del filo di nylon del tipo utilizzato per la pesca e del ferro filato con guaina in plastica. Quest'ultimo si utilizza per bloccare le piante rampicanti sulla ringhiera di un balcone, o sulla griglia in legno posta sui muri perimetrali di una terrazza. Tagliamo dunque tutte le arelle della stessa misura, così da poterle affiancare le une alle altre, e legarle con il filo di nylon. Questa procedura è ovviamente adatta per un pergolato che abbia la forma rettangolare o quadrata, ma nel caso fosse ad esempio trapezoidale, allora le arelle andrebbero tagliate a gruppi, così da portarle a misura per ogni lato o angolo non retto.

46

Dopo aver steso le arelle sul pavimento e affiancate tra loro, prendiamo il filo di nylon e lo infiliamo nella prima facendolo fuoriuscire dal lato opposto, e da questo punto, entriamo nel foro dell'arella che si trova accanto e la riportiamo dal lato dove il filo è entrato. Continuando su questa falsa riga, alla fine ci ritroviamo con la possibilità di fare un nodo sull'ultima, e bloccare il pergolato definitivamente, ottenendo delle arelle che si possono comodamente arrotolare senza che si stacchino l'una dall'altra. È importante prestare molta attenzione durante questa operazione onde evitare che le arelle possano, col tempo, cadere.

Continua la lettura
56

Infine, terminato l'assemblaggio di queste sottili canne di bambù, per fissare le arelle su pergolato non ci resta che stendere il tappeto ottenuto sulla parte lignea del gazebo, e con il filo ricoperto di guaina in plastica, facciamo una serie di nodi sui vari murali in legno di cui la struttura si compone. Lo scopo è ovviamente di evitare che un colpo di vento possa far volare via le arelle e così facendo, alle prime piogge autunnali, basta rimuovere i fili di ferro con la guaina e conservarle in cantina per l'estate successiva.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Seguite con attenzione quanto riferito nella guida per un risultato ottimale.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

5 piante perfette per il proprio pergolato

In questa guida, abbiamo pensato di farvi conoscere come e cosa fare per avere un bellissimo pergolato, tutto fiorito e ricco di piante. Nello specifico vogliamo spiegarvi quali possono essere le 5 piante principali, che sono veramente perfette per il...
Bricolage

Come costruire un pergolato per il giardino

Il giardino è senza dubbio uno tra i luoghi domestici più amati e vissuti, durante le stagioni calde. Una giornata soleggiata in giardino, può essere un vero toccasana per chi ha la fortuna di possedere un privato angolo verde all'aria aperta. Quando...
Giardinaggio

Le migliori piante per un pergolato

Avere un giardino curato e bellissimo non è affatto un'impresa impossibile! Per creare splendidi angoli e dare vita ad un piccolo paradiso bastano infatti attenzione e amore per le meraviglie che la natura ci offre. Per realizzare un punto dove poter...
Bricolage

Come realizzare un pergolato per kiwi

Questa importantissima pianta da frutto è balzata in primo piano solo nel 1970 per le elevate proprietà salutari dell'originale frutto. Il nome "kiwi" è originario della Nuova Zelanda, dove la pianta fu coltivata per la prima volta su scala industriale....
Bricolage

Come Scegliere Il Materiale Per Un Pergolato

I pergolati hanno la funzione principale di creare una zona coperta nel nostro giardino o sul nostro terrazzo. Si trasformano facilmente in un luogo di ritrovo per la famiglia e devono essere progettati nel modo più confortevole possibile, in modo che...
Giardinaggio

Come costruire un pergolato di vite

Se hai la necessità di proteggere il tuo balcone da sguardi indiscreti per garantire la tua privacy oppure per ridurne l'eccessiva luminosità potresti optare per una copertura naturale realizzata con piante rampicanti di vite. Se leggerai questa guida...
Materiali e Attrezzi

Come costruire un pergolato in acciaio

Un bellissimo ed elegante pergolato può rivelarsi la struttura più utile, comoda e raffinata da sistemare in un giardino oppure un grande terrazzo, allo scopo di creare un ambiente protetto e privato, ombreggiato e fresco, dove rilassarsi all'aperto...
Bricolage

Come costruire un pergolato rustico

Un pergolato rappresenta senza dubbio un'idea risolutiva e gianiale per chi desidera arricchire la propria casa delle vacanze. O per chi, semplicemente, desidera ritagliarsi un piccolo spazio esclusivo nei pressi della propria abitazione, lontano dallo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.