16

Come imbottire una sedia

tramite: O2O
Difficoltà: media

Introduzione

Le sedie rappresentano uno degli elementi principali all'interno di una casa, in modo particolare esse sono molto utili in cucina. Tuttavia, affinché una sedia possa essere comoda e confortevole, necessita di una buona imbottitura. Quest'ultima con il tempo tende a logorarsi e perdere morbidezza, pertanto è opportuno sostituirla immediatamente. In questa guida dunque verrà spiegato, in pochi e semplici passaggi, come fare per imbottire una sedia.

26

Occorrente

  • Gomma piuma
  • Colla a caldo
  • Spara punti
  • Tessuto
  • Foglio di giornale
  • Pennarello
  • Cacciavite
36

La prima cosa da fare consiste nel recarsi in un negozio per fai da te ben fornito e comperare tutto ciò che servirà alla realizzazione dell'imbottitura. Dopodiché prendete alcuni fogli di giornale e, adoperando una penna oppure un pennarello, disegnate attentamente la sagoma della vostra sedia. A questo punto procuratevi della gomma piuma che sia spessa almeno cinque o sei centimetri ed adagiatela sulla sagoma appena disegnata. In seguito ritagliatene la giusta quantità. Fatto ciò avrete ottenuto la vostra base pertanto potrete cominciare a preparare il tessuto per fare la copertura. Stendete quindi la stoffa sul piano di lavoro e posate la gomma piuma al centro.

46

Successivamente ricavate dal tessuto uno spezzone che abbia la stessa dimensione della seduta ma che abbondi nel perimetro di almeno otto centimetri in quanto questo eccesso è necessario per poterlo fissare. A questo punto, posizionate la sagoma sulla seduta della sedia, in modo che risulti perfettamente centrata. Se avete intenzione di togliere l'imbottitura in un secondo momento, evitate di fissare la gomma piuma con colla o biadesivo ma semplicemente poggiatela. Prendete adesso il tessuto e centratelo sulla sagoma di imbottitura e fissate i bordi della stoffa sotto la sedia o sul bordo stesso.

Continua la lettura
56

Se avete la possibilità di fissare la stoffa in eccesso sul retro potete adoperare sia la colla a presa rapida che la sparapunti. In alternativa potete scegliere di puntarla sul bordo dove, in un secondo momento, potrete fissarle un bordino sul perimetro, aiutandovi con della colla a caldo. In questo caso ovviamente la seduta sarà segnata indelebilmente ma, se avete intenzione di mantenere per sempre l'imbottitura, non sarà certamente un problema. Se invece dovete semplicemente sostituire la vecchia imbottitura vi basta smontare la vecchia e prendere le misure sia della stoffa che della gomma piuma, dopodiché potete rifare completamente l'imbottitura seguendo lo stesso procedimento.

66

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:
17

Come tappezzare e imbottire una vecchia sedia

tramite: O2O
Difficoltà: media

Introduzione

A volte può capitare che in casa ci sia un elemento che ci attrae in maniera più significativa di altri. Forse la spiegazione sta nel fatto che questo oggetto è appartenuto ad un nostro parente molto caro, ci ricorda un periodo felice della nostra vita, insomma tutta una serie di circostanze che ci impediscono di sbarazzarcene. Imbottire e tappezzare una vecchia sedia sicuramente migliorandone l'aspetto può essere un lavoro divertente oltre che gratificante e, se il lavoro è fatto bene, si può giungere a risultati più che ottimi. Basta scegliere l'imbottitura giusta e la stoffa adatta: a fantasia, a strisce, a fiori, a seconda dell'ambiente in cui troverà posto la sedia e, basandoci sul tipo di stile cui la sedia appartiene. Per l'abbinamento del colore della tappezzeria occorre considerare anche il colore del telaio della sedia. Seguiamo attentamente gli utili suggerimenti di questa guida su come tappezzare e imbottire una vecchia sedia.

27

Occorrente

  • Tela
  • ovatta per imbottiture
  • chiodi e martello
  • cacciavite a taglio
37

Come accennato nel passo precedente, ci sono oggetti nella nostra vita che ci vedono legati a loro con un doppio filo. Supponiamo che uno di questi sia proprio una vecchia sedia che ormai versa in condizioni davvero disperate, ma di separarcene non ne abbiamo la minima intenzione. Allora proviamo a ripararla. Prima di tutto dovremo procurarci tutto l'occorrente per poter realizzare il lavoro, vediamo in cosa consiste.

47

Un cacciavite a punta pari, di media robustezza, tela nuova, imbottitura, qualche chiodo, martello, colla vinilica e un metro possibilmente in legno. Procediamo ora con ordine. Prima di tutto cerchiamo di togliere la vecchia imbottitura, giriamo quindi la sedia e cerchiamo di capire come smontarla. In alcuni casi la tappezzeria potrebbe essere inchiodata direttamente alla struttura con chiodi, in questo caso sarà sufficiente cercare di toglierli con l'aiuto del cacciavite. Se invece la tappezzeria è sistemata all'interno della sedia e, tenuta stretta a sua volta dal telaio potrebbe essere necessario svitare qualche vite. In genere la conformazione dell'imbottitura della sedia assomiglia molto ad un cuscino al cui interno, viene inserito un'asse di legno, in modo da contenere l'imbottitura stessa. Togliamo ora la vecchia copertura e se proprio non versa in un stato davvero pietoso potremmo prendere da questa le misure, altrimenti se ciò non fosse possibile misureremo da lato a lato la sedia sia per il verso verticale che per quello orizzontale abbondando di 3 centimetri per lato per poter fare l'orlo esterno.

Continua la lettura
57

Rechiamoci ora in un negozio di tendaggi e acquistiamo sia la tela che ci occorre sia l'imbottitura. Tornate a casa eseguiamo con la macchina da cucire l'orlo attorno al pezzo di stoffa che rivestirà la sedia. Prendiamo ora l'asse dell'imbottitura posizioniamoci sopra la tela e cerchiamo di fissarlo al legno con qualche chiodino in modo che rimanga in posizione mentre la imbottiamo. I chiodi però dovranno solamente essere puntati per il momento, almeno fino a quando non si vedrà il risultato finale, per spiegarci meglio prendiamola come una specie d'imbastitura. Iniziamo ad imbottire il cuscino riempendolo il più possibile, visto che lo si sta realizzando di sana pianta possiamo anche decidere il grado di durezza che vogliamo conferirgli. Una volta che il lavoro sarà finito e il risultato è di nostro gradimento, possiamo provvedere al rimontaggio praticando i vari passaggi a ritroso.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Fare sempre molta attenzione quando si maneggiano gli attrezzi
Alcuni link che potrebbero esserti utili:
15

Come imbottire una vecchia sedia a dondolo

tramite: O2O
Difficoltà: media

Introduzione

Se si trova in soffitta o in qualche vecchio negozio una sedia a dondolo piuttosto antica con una struttura di legno abbastanza pregiata si può rifare l'imbottitura. Leggendo questo tutorial si possono avere alcuni utili consigli e delle corrette indicazioni su come è possibile imbottire una vecchia sedia a dondolo. In questo modo si riesce a dare un aspetto del tutto nuovo ed originale. Il lavoro non è difficile, basta un minimo di praticità con lavori di bricolage ed avere a disposizione alcuni attrezzi fondamentali.

25

Occorrente

  • Sparapunti
  • Colla vinilica
  • Stoffa
  • Spugna
  • Nastrino
  • Punesse
  • Bottoni di stoffa
35

Pulire la sedia

La prima cosa da fare è quella di dare una bella ripulita all'intera struttura della sedia a dondolo. Bisogna asportare anche la vecchia tappezzeria che quasi sicuramente è ridotta a brandelli. Successivamente bisogna misurare il perimetro delle parti interessate che devono essere tappezzate, cioè la sedia e la spalliera. A questo punto bisogna andare in un negozio che vende materiali per tappezzeria e comprare dei ritagli di spugna e della stoffa colorata oppure damascata, se l'arredo di casa è in stile antico.

45

Procurarsi l'occorrente

Prima di cominciare il lavoro è opportuno procurarsi tutti gli attrezzi indispensabili per la realizzazione del progetto: una sparapunti per tappezzieri, della colla vinilica ed un pennellino. Inoltre, bisogna comprare in una merceria ben fornita del nastrino da utilizzare come guarnitura della sedia a dondolo a lavoro ultimato. A questo punto si devono prendere il vecchio sedile della sedia a dondolo e la spalliera. Successivamente si deve incollare su di un lato di entrambi la spugna utilizzando della colla vinilica. In seguito bisogna prendere la stoffa e con essa ricoprire le due parti di legno. Questa operazione va fatta in modo da creare con la stoffa un risvolto di almeno tre centimetri per lato.

Continua la lettura
55

Completare il lavoro

Successivamente bisogna fissare la stoffa sia con colla vinilica che con le spille della sparapunti. Infine, si deve utilizzare il nastrino tipo greca per addobbare i lati del sedile e della spalliera. L'ultima operazione da fare è quella di posizionare delle punesse tra la spugna ed il legno sia per la spalliera che per il sedile. In questo modo su entrambe le strutture si vengono a creare dei bassorilievi tipici di un'imbottitura antica. A questo punto per occultare la testa delle punesse si devono applicare dei bottoncini di stoffa. Questi ultimi devono essere attaccati utilizzando la colla vinilica. Terminata questa operazione il lavoro è finalmente completato.

15

Come cucire e imbottire una seduta di una sedia da soggiorno

tramite: O2O
Difficoltà: facile

Introduzione

L'obiettivo di questo tutorial è quello di dare delle corrette informazioni su come è possibile cucire ed imbottire una seduta di una sedia da soggiorno. Con dei semplici consigli si può comprendere non solo come cucire le briglie di una sedia da soggiorno, ma anche come imbottire una seduta con molle a spirale. Questo tipo di lavoro non è molto complicato da eseguire in quanto è sufficiente seguire passo passo questa guida per realizzare una specie di capolavoro.

25

Occorrente

  • grosso ago circolare
  • spago di iuta
  • lana
  • gommapiuma
  • cutter
35

È opportuno sapere che per questo tipo di lavoro è consigliabile utilizzare un grosso ago del tipo circolare ed anche dello spago di iuta. Quest'ultimo serve per cucire le briglie; esse però devono essere lasciate un po' lente in modo che si può inserire senza grossi problemi anche della lana. All'inizio bisogna cominciare a realizzare un nodo e poi si deve cucire la prima briglia attorno al perimetro a circa 50 mm dall'esterno. Successivamente bisogna terminare la cucitura nel punto di inizio.

45

È fondamentale cucire più briglie orizzontalmente tra quelle anteriori e quelle posteriori. Poi, si devono cucire le briglie anteriori e posteriori su quelle laterali e cucire le briglie centrali sotto quelle laterali. Per imbottire una seduta con molle a spirale bisogna sciogliere con le mani eventuali grumi di una manciata di lana. Si deve cominciare dalla parte anteriore della sedia e bisogna spingere la lana sotto il centro delle briglie per farla scorrere verso i bordi esterni. Successivamente bisogna inserire dell'altra lana; essa deve essere spinta ai lati fino a quando non arriva sotto la briglia a sufficienza.

Continua la lettura
55

Adesso si devono spingere i due mucchietti di lana verso il centro; in questo modo è possibile riempire il vuoto che è rimasto all'interno. Questo procedimento deve essere ripetuto anche per il bordo posteriore della sedia, per le due zone laterali e per le briglie centrali. Successivamente si deve appiattire la seduta con l'aiuto delle mani. A questo punto si deve appoggiare la gommapiuma sulla lana; è opportuno che la lana sia ben distribuita per non sentire le molle quando ci si siede. In seguito si deve tendere la gommapiuma e si deve fissare a circa 25 mm dal bordo superiore del supporto di legno. Infine, bisogna metterla vicino ai punti metallici utilizzando un cutter. Così facendo si è in grado di realizzare un'imbottitura perfetta per le proprie sedie. Con il metodo del fai da te si possono creare davvero dei capolavori.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.