Come imparare a lavorare la lana

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Siamo ormai nel pieno della stagione invernale, fa freddo e quale miglior modo per fronteggiare il clima rigido di questa stagione se non coprirsi bene, per evitare di ammalarsi? La lana è sicuramente uno dei tessuti più caldi che esistano in natura ma è importante infeltrirla bene, affinché davvero avvolga il corpo, lo isoli e lo protegga dal gelo. Con questa guida potrai imparare a lavorare la lana nel migliore dei modi ed otterrai un tessuto morbido e resistente, adatto alla fabbricazione di pantofole, borse e tuttò cio che la tua fantasia ti propone.

27

Occorrente

  • lana
  • bacinella di acqua calda
  • tavolo molto grande
  • foglio plastificato
  • sapone liquido (meglio se a base di olio di pino)
37

Prima di iniziare la lavorazione, tocca la lana con le mani perfettamente asciutte. Le fibre, infatti, devono essere perfettamente asciutte prima della lavorazione, poiché devono essere distinte e separate l'una dall'altra affinche l'operazione di infeltrimento riesca. Devi bagnare la lana soltanto appena prima della lavorazione, ed è proprio durante il processo che le fibre si attaccheranno.

47

A questo punto inizia a esercitare una certa pressione (con le mani cosparse di sapone) sugli strati di lana e muovi le mani in senso circolare. È necessario affinché l'operazione riesca che tu tu procuri uno spazio comodo per lavorare (assicurati di avere un lavandino ed un tavolo molto grande coperto con un foglio plastificato o con una tela cerata a portata di mano).

Continua la lettura
57

Adesso immergi i panni in una bacinella di acqua calda (circa 40 gradi) nella quale avrai versato una modesta quantità di sapone (5-10 ml di sapone per ogni litro d'acqua). In questo modo faciliterai l'apertura delle fibre.

67

Usa molti strati di lana, da almeno 3 fino a 5, da sovrapporre l'uno sopra l'altro, alternando la direzione delle fibre. È importante che tu eserciti una certa pressione sulle fibre, affinché possano aderire perfettamente. La decorazione può essere realizzata usando la stessa lana cardata ma se vuoi ottenere un disegno più accurato dovresti utilizzare dei pannelli di lana prefeltrita (questo particolare tipo di tessuto ha già subito la lavorazione), che sicuramente facilitano il lavoro e lo rendono anche più preciso e di maggiore effetto. Se vuoi attaccare un disegno, quindi, devi attaccarlo sull'ultimo strato nel punto desiderato. Ricordati: se durante la lavorazione le fibre si raffreddano, aggiungi ulteriore acqua calda!

77

A questo punto massaggia bene le fibre, che si intrecceranno e formeranno un unico tessuto. Quando ti accorgerai che la lana è aderita bene, lascia asciugare. Fai in modo che tutto si asciughi uniformemente, e, a processo terminato, dai spazio alla tua creatività!

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come Verniciare Serbatoi Per Gasolio

La vernice per i serbatoi del gasolio da riscaldamento, viene utilizzata quando il serbatoio non è protetto da un adeguato rivestimento o non si trova a sua volta in un serbatoio di contenimento. Il tipo di vernice impiegata deve essere naturalmente...
Altri Hobby

Come decorare casa con pigne e ghiande

Tempo di Natale, tempo di decorazioni ma cosa si può inventare per avere qualcosa di nuovo e soprattutto di unico? Le idee non mancano sicuramente ma se desiderate degli addobbi natalizi fatti da voi servendovi soltanto di prodotti offerti dalla natura,...
Giardinaggio

Come conservare le verdure sottolio o sottaceto

Tra le varie modalità di conservazione, quelle che prevedono l'utilizzo dell'olio o dell'aceto sono sicuramente molto familiari nelle nostre cucine. Si tratta di una tradizione molto antica, e anche se oggi i sottoli e i sottaceti possono essere trovati...
Bricolage

Come realizzare decorazioni natalizie con la pasta al sale

Sono tantissime le tecniche artigianali che danno la possibilità di poter realizzare decorazioni natalizie. Le sculture sono le più semplici e si realizzano con la lavorazione della pasta al sale. Questa tecnica viene da sempre adoperata anche per...
Bricolage

10 trucchi per sbiancare le scarpe da ginnastica

Le scarpe da ginnastica, soprattutto a causa dell'uso che se ne fa, si sporcano rapidamente. Inoltre, soprattutto se si tratta di scarpe di colore chiaro, è facile che si ingialliscano a causa dell'azione del sole, della polvere o di altri agenti. In...
Bricolage

Come effetture la finitura a buccia d'arancia

La finitura a buccia d'arancia, detta anche "a fondo ruvido", consiste nell'applicazione di una particolare miscela di tinta, mischiata a una colla vinilica molto plastica. La miscela può essere applicata con una specifica macchina per finiture, oppure...
Giardinaggio

Come usare le cassette in legno come portavasi

Ogni volta che gettiamo via della roba apparentemente inutile non ci rendiamo conto di quanto in realtà possa servire per realizzare tante altre piccole cose, importanti o meno. L'arte del riciclo e del riutilizzo sta proprio in questo: prendere un oggetto...
Bricolage

Come creare una matrioska con delle bottigliette di plastica

Il termine Matrioska deriva da mater, cioè madre, e viene designata per indicare un particolare tipo di bambola nata in Russia in onore della figura materna. La prima Matrioska della storia venne costruita alla fine del 1800, e deve la sua particolare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.