Come inamidare i lavori all'uncinetto

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Dopo aver realizzato dei lavori all'uncinetto come ad esempio dei centrini oppure delle decorazioni da appendere alle pareti per renderli entrambi più rigidi, è necessario inamidare le fibre del materiale scelto per la loro realizzazione. I prodotti maggiormente indicati oltre allo stesso amido, sono anche lo zucchero e la colla di pesce. A tale proposito, ecco una guida su come utilizzarli correttamente per eseguire la suddetta operazione.

25

Occorrente

  • Zucchero
  • Colla di pesce a fogli o a palline
  • Amido classico o di riso
  • Pentolino
35

Usare lo zucchero

Se intendete inamidare i lavori all'uncinetto con lo zucchero, bisogna innanzitutto usare quest'ultimo mescolato con l'acqua e precisamente tre cucchiai da tavola in una tazza da latte. Fatto ciò, ed ottenuta una sorta di miscela omogenea, versatela in una pentola facendola bollire per alcuni minuti. Quando ciò accade bagnate il manufatto creato all'uncinetto immergendolo totalmente, dopodichè scolatelo e mettetelo ad asciugare al sole. Questo metodo è particolarmente adatto anche per inamidare la visiera dei cappellini, oppure delle scatoline create con lo stesso uncinetto.

45

Utilizzare la colla di pesce

Come accennato in fase introduttiva un altro modo per inamidare i lavori all'uncinetto e tessuti in genere, è senza dubbio quello di utilizzare la colla di pesce. Quest'ultima è disponibile sia di tipo alimentare che per usi industriali. Nello specifico si tratta rispettivamente di fogli molto sottili o di piccole palline. Se avete optato per i primi, allora fate scaldare l'acqua e versateci un foglio di colla di pesce facendolo sciogliere bene. Da tener presente che per un centrino di circa 30 cm di diametro, il contenuto è più che sufficiente e ovviamente va raddoppiato in proporzione alle dimensioni del centrino stesso. Dopo averlo immerso e fatto impregnare, lasciatelo poi asciugare al sole. Se invece optate per le palline di tipo industriale, queste ultime sono facilmente reperibili nei colorifici. Per scioglierle procuratevi un vecchio pentolino, e riempitelo a metà con l'acqua, dopodichè quando comincia a bollire versateci le palline mescolando di continuo, fin quando non otterrete un composto omogeneo e particolarmente appiccicoso.

Continua la lettura
55

Optare per l'amido

Per quanto riguarda invece l'amido, potete optare sia per il classico acquistabile nelle drogherie che per quello di riso facilmente reperibile nei supermercati. In entrambi i casi, fate scaldare l'acqua e scioglietelo, dopodiché immergete il manufatto all'uncinetto e tiratelo fuori per farlo sgocciolare ma senza strizzarlo. Più amido aggiungete, e maggiormente il lavoro all'uncinetto risulterà rigido.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Altri Hobby

Come inamidare il pizzo

Uno dei rimedi più antichi per il trattamento dei capi è quello di inamidarli. L'amido, posto sui tessuti, contribuisce a svolgere un'azione protettiva delle fibre. Inoltre esso tende a rendere quella parte di tessuto più rigida e più lucente, conferendogli...
Cucito

Come realizzare cestini all'uncinetto

La moda del fai da te ha due aspetti positivi: realizzare oggetti a prezzi contenuti e, non da ultimo, avere la soddisfazione di creare con poco qualcosa di concreto, a prescindere se sia o meno perfetto. In procinto di un'occasione, come una promessa...
Cucito

Come irrigidire un centrino all'uncinetto

L'uncinetto è uno strumento utilissimo per realizzare un'infinità di creazioni decorative: coperte, borse, costumi da bagno, abiti e cappelli, ma anche manufatti particolari, come bomboniere, centrini e orecchini. In questo caso si tratta di prodotti...
Cucito

Come realizzare un cuore all'uncinetto

Se volete realizzare qualcosa con il fai da te per impreziosire un angolo della casa, oppure per realizzare elementi decorativi da inserire su borse o zaini, non c'è nulla di meglio che creare un cuore all'uncinetto, facile da fare in pochi e semplici...
Altri Hobby

Come Realizzare un Centrino Con Tela Di Juta

I lavori fai da te, specie negli ultimi anni, stanno conoscendo un crescente incremento anche a causa della crisi economica. Essi, infatti, sono in grado di garantire un risparmio economico e, al contempo, di poter ottenere effetti unici e personalizzati,...
Cucito

Come Fare Un Centrino Con I Ventaglietti

Le composizioni "home-made" sono sempre amate e danno la possibilità di unire il piacere della creatività ad un sostanziale risparmio economico rispetto ad un acquisto in negozio. Nella guida che segue vedremo alcune indicazioni utili su come realizzare...
Bricolage

Come decorare un orologio a muro

Un orologio a muro in casa è fondamentale. Ma non soltanto in un appartamento, bensì anche in un negozio, in ufficio o a scuola. In un occhiata eccolo lì: pronto a fornirci l'ora esatta. Questo utilissimo strumento che misura il tempo può anche diventare...
Bricolage

Come Realizzare Una Sdraio Portacellulare

Ecco un'idea regalo molto originale e interamente fatta da voi. La simpaticissima sdraio portacellulare. I vostri amici resteranno senza parole per il vostro regalo originale, fashion e molto elegante. Un'idea davvero unica sia per la scrivania di uno...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.