Come innestare l'ulivo

tramite: O2O
Difficoltà: media
18

Introduzione

Per quanto riguarda la pianta dell'ulivo, l’innesto permette delle ottime possibilità di radicamento e una buona qualità di produzione. Difatti, l'ulivo fa fatica a riprodurre bene per seme, altrimenti darebbe vita in prevalenza a varietà selvatiche scarsamente produttive. Per questo motivo, sopraggiunge l’innesto, il quale rappresenta una delle principali tecniche di propagazione dell’ulivo.
Questo metodo di coltura si pratica in agricoltura, nei vivai e anche nei giardini. Di solito, l’innesto di questa pianta viene eseguito da coltivatori esperti. Tuttavia, conoscendo le giuste tecniche, anche gli amanti del giardinaggio potranno cimentarsi senza commettere errori. In questo articolo quindi, andremo a vedere insieme come innestare l'ulivo.

28

Occorrente

Assicurati di avere a portata di mano:
  • pianta di ulivo
  • Innesto
  • Zeppa
  • Marze
  • Mastice
  • Corda
  • Cesoie
38

L'innesto dell'ulivo ha bisogno di speciali condizioni climatiche. La primavera costituisce il momento più idoneo, poiché la linfa scorre con maggiore intensità. La temperatura ottimale per innestare l'ulivo è di 20-25°C, mentre l'umidità non dovrà essere inferiore al 50%. Così facendo, eviteremo la disidratazione della pianta.
Gli innesti possono essere eseguiti fra piante appartenenti a famiglie differenti, ossia che non possiedono una relazione filogenetica. I tagli andranno fatti in maniera netta e con delle cesoie dalle lame ben affilate. Il mio consiglio è di disinfettarle prima di utilizzarle su qualsiasi tipo di pianta. Le zone cambiali invece, devono risultare in perfetto contatto e la superficie innestata deve essere ricoperta con accuratezza, tramite l'apposito mastice per la recisione.

48

A questo punto, per effettuare l'innesto "a spacco", dovremo ritagliare le estremità inferiori delle marze e formare un cuneo avente superfici oblique di circa "5 cm". Successivamente, potiamo l'ulivo a capitozza e apriamo una fenditura verticale.
Manteniamo aperto il taglio con una zeppa e inseriamo le marze, collocandole ai due margini non troppo estremi. Rimuoviamo la zeppa stessa e ricopriamo la fessura verticale con il mastice. Infine, stringiamo il fusto mediante una corda, in modo tale da tenere bloccato l'innesto.

58

Guarda il video

Continua la lettura
68

Se invece utilizzeremo l'innesto "a corona", le marze dovranno già possedere due o tre gemme robuste. In questo caso, ritagliamo le estremità inferiori degli oggetti creando una "V" e potiamo l'ulivo a capitozza. Pratichiamo dunque, qualche incisione orizzontale sulla corteccia del porta innesto (a "5-6 cm" l'una dall'altra) ed eliminiamo la corteccia attorno ai tagli eseguiti.
Dopodiché, inseriamo le marze negli spacchi formati e ricopriamoli con il mastice. Anche in questo caso, dovremo utilizzare una corda da avvolgere intorno al fusto dell'ulivo, per garantire un ottimo contatto tra le zone cambiali.

78

L'innesto più famoso è di certo quello "a gemma", nel quale la marza non è composta da una parte di ramo, ma da un pezzo di corteccia a forma di scudo con all'interno una gemma. Innanzitutto, dovremo incidere una "T" sulla corteccia del soggetto, lunga circa 2 cm e alta 5 cm.
In seguito, solleviamo i lembi e inseriamo all'interno della fessura l'oggetto a forma di scudo. Ricopriamo il tutto con una pellicola o del nastro adesivo, sempre per garantirsi che l'innesto regga perfettamente.

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • se un innesto non funziona, bisogna lasciare sulla zona colpita un pò di vegetazione originale, altrimenti la pianta d'ulivo andrà a seccarsi parzialmente
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come effettuare un innesto ad un castagno

Il castagno è uno degli alberi più diffusi in Italia assieme all'ulivo e alla vite. Cresce spontaneamente nelle medie altitudini dove si sviluppa creando ...
Giardinaggio

Come innestare un albero di fico

Il fico, inteso come frutto, è tra i più saporiti, nutrienti e ricchi di frutta e fibre che la natura ci offre nel primo periodo ...
Giardinaggio

Come fare l'innesto a triangolo

Nel campo del giardinaggio esistono diverse pratiche da sfruttare per le nostre piante. Oltre alle comuni cure per il loro mantenimento possiamo praticare delle modifiche ...
Giardinaggio

Come innestare un albero di arance

Con l'arrivo della bella stagione, ritorna la voglia di dedicarsi al giardinaggio e ricorrere agli innesti. L'innesto è un'attività praticata sia in ...
Giardinaggio

Consigli per l'innesto a spacco

L’innesto è una tecnica usata da moltissimi anni per riprodurre piante di ogni genere. Esistono vari tipi di innesto. Ogni tipo viene utilizzato per ...
Giardinaggio

Giardinaggio: i vari tipi di innesto

Se siete patiti di giardinaggio e volete cimentarvi nell'innesto delle piante, sappiate che ne esistono di vari tipi e che seguendo questa semplice guida ...
Giardinaggio

Errori da evitare nell'innesto a zufolo

L'innesto a zufolo è un tipo di innesto molto utilizzato perché presenta un'alta probabilità di attecchimento. Ecco perché, soprattutto per castagno e noce ...
Giardinaggio

Come realizzare l'innesto di rose

In questa guida vedremo come realizzare l'innesto di rose. L'innesto consiste nel saldare ad una pianta, detta portainnesto, una parte di un altro ...
Giardinaggio

Consigli per l'innesto a corona

Per tutti gli amanti dell'agricoltura e del giardinaggio, questa guida fa al caso vostro.
Infatti questa guida si occupa di descrivere e di darvi ...
Giardinaggio

Come innestare correttamente una pianta da frutto

Innestare una pianta da frutto è un'operazione molto delicata, da effettuare con la massima attenzione e con estrema precisione. Il lato romantico del procedimento ...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.