Come installare un impianto satellitare

di Fabio Santucci difficoltà: difficile

Come installare un impianto satellitare Un impianto satellitare consente di ricevere segnali televisivi in chiaro e criptati da "satelliti geostazionari" in orbita ad una distanza di migliaia di chilometri davanti alla Terra. I satelliti si identificano secondo la loro posizione, ad Est e Ovest. A titolo di esempio il satellite Intelsat 701, il cui proprietario è Intelsat è localizzato nella posizione 180,0° Est, mentre invece il satellite geostazionario Atlantic Bird 1 di proprietà della Eutelsat è situato nella posizione 12,5° Ovest. Per vedere i programmi bisogna installare una antenna (parabola) un decoder e a seconda di ciò che si vuole vedere un abbonamento oppure no.

Assicurati di avere a portata di mano: Antenna parabolica Uno o più LNB a seconda del tipo di impianto Ricevitore o decodeder satellitare Accessori e cavi

1 Come installare un impianto satellitare Per ricevere alcuni tipi di programmi televisivi sono necessari impianti satellitari che consentono di ricevere i segnali con apposite antenne fisse o motorizzate puntate sui satelliti geostazionari nella direzione di cui desideriamo captare il segnale.

Sono necessari inoltre appositi ricevitori satellitari che consentono di "tradurre" i segnali ricevuti, trasformandoli secondo gli standard televisivi satellitari. In definitiva un ricevitore o decoder satellitare, riceve il segnale da un convertitore LNB e lo trasforma in semplice segnale televisivo.

Le antenne utilizzate, meglio conosciute come antenne paraboliche utilizzano un blocco convertitore LNB. Il suo scopo principale è quello di quello di ricevere il segnale dal satellite amplificatore e effettuare la conversione di frequenza.

2 Come installare un impianto satellitare Per poter ricevere i segnali satellitari, la parabola deve avere il satellite pienamente visibile e quindi non devono esserci ostacoli (come ad esempio alberi, edifici, pali, ecc.) che impediscano al satellite di comunicare con la parabola. Oltre alla classica installazione sul tetto, la parabola può essere installata anche sulla ringhiera di un balcone o ancorata ad una parete, in quest'ultimo caso la staffa che deve sorreggere la parabola deve essere abbastanza lunga da distanziare la parabola dalla parete di almeno 30 cm, altrimenti si potrebbero avere problemi di inclinazione ed eventuale rotazione, insufficienti.

Continua la lettura

3 Come installare un impianto satellitare È necessario che il palo di sostegno della stessa abbia almeno un diametro di 5 cm per non oscillare in presenza di vento facendo sganciare l'immagine ogni volta che la parabola perde di vista il satellite.  Il fissaggio della parabola al palo o al muro deve essere effettuato utilizzando le zanche e le viti contenute nel kit oppure acquistate in un negozio specializzato.
L’antenna parabolica vera e propria è costituita da un grosso disco avente una forma particolare generalmente ellittica e da un componente elettronico chiamato LNB o convertitore.  Approfondimento Come puntare una parabola (clicca qui) Quest'ultimo riceve nel suo punto d’ingresso i segnali elettromagnetici concentrati dal disco parabolico e li trasforma in segnali elettrici, che vengono prima amplificati (perché sono debolissimi) e poi convertiti dalla frequenza originale ad una frequenza circa dieci volte inferiore (da qui il nome convertitore).. 

4 Il convertitore (LNB) è dunque la parte elettronica che riceve i segnali satellitari, li converte in frequenze gestibili dal ricevitore per far si che possano essere visualizzati sul nostro televisore. L'LNB è molto semplice da montare perché basta che sia bloccato in fondo al braccio della parabola con le apposite staffe metalliche o di plastica; l'illuminatore deve sempre essere diretto verso il fuoco principale (o secondario nel caso di dual feed) della parabola, naturalmente le staffe sono dimensionate in maniera da far posizionare l'LNB sul fuoco, per cui non occorre fare nulla. Il convertitore ha una o più uscite alle quali va inserito il cavo coassiale che poi verrà collegato al ricevitore.

5 Gli impianti satellitari si suddividono in: single feed, dual feed, motorizzati, 2-4-8 utenti e multifeed.

- L'impianto single feed è quello più comunemente utilizzato ed è caratterizzato da un solo LNB e un unico commutatore;
- L'impianto dual feed, la cui procedura di installazione è identica al single feed, differisce solo per l'aggiunta di un secondo LNB e commutatore;
- L'impianto motorizzato è un particolare impianto che utilizza un motore in grado di ricevere anche 60 satelliti;
- L'impianto da 2 a 8 utenti è molto comune nei piccoli condomini ed utilizza LNB particolari fino 8 uscite indipendenti. Consente quindi di aggiungere il numero di utenze adeguato alle proprie esigenze;
- L'impianto multifeed è un alternativa meno costosa all'impianto motorizzato, in pratica con questo impianto è possibile aggiungere fino a 16 LNB sulla stessa parabola, consentendo quindi di ricevere il segnale da satelliti diversi.

6 PUNTAMENTO Prima di fissare la parabola al palo con dadi e bulloni bisogna affinare il puntamento del satellite che sicuramente rappresenta la parte più delicata. I satelliti si trovano nell'orbita geostazionaria a 36.000 Km di distanza dalla Terra: sono collocati in una zona esattamente perpendicolare all'Equatore, per questo motivo in Italia la parabola deve essere puntata in direzione Sud. La posizione esatta del satellite e quindi la direzione della parabola è data da un valore detto azimuth (rotazione destra/sinistra), espresso in gradi. L'altro valore fondamentale da considerare per trovare il satellite è costituito dall'elevazione che varia a seconda del satellite che vogliamo puntare e dalla zona geografica in cui ci troviamo (ovvero quando si è lontani dall'equatore). Se ci trovassimo all'equatore la parabola dovrebbe essere puntata verticalmente, al polo nord l'elevazione dovrebbe invece essere praticamente inesistente con la parabola puntata quasi in orizzontale; in Italia l'elevazione (rotazione alto/basso) varia tra i 35 ed i 45 gradi a seconda del satellite che si vuole puntare.
L'operazione di puntamento viene fatta utilizzando una bussola oppure uno strumento, chiamato "Satellite finder", che analizza lo spettro delle frequenze da 1 a 2 GHz.

Non dimenticare mai: meglio chiedere aiuto ad un installatore che ha anche dispositivi per la giusta installazione della parabola

Come installare una parabola motorizzata Come Costruire Un Radiometro Come installare la parabola Come proteggere la parabola dagli agenti atmosferici

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide utili