Come interrare i cavi elettrici in giardino

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La possibilità di poter usufruire del giardino anche la sera, dipende dal tipo di illuminazione che si vuole adottare. Tuttavia questa opzione va presa in base alla metratura e tipologia di pavimentazione o terreno su cui si dovrà operare. Pertanto dopo aver fatto un'attenta analisi si può iniziare a interrare i cavi elettrici. Per fare questo, ovviamente occorre considerare l'idea di farsi aiutare da un esperto, magari soltanto per garantire un'ottima collocazione dei cavi. In questo modo si potranno istallare in tutta tranquillità. Nella seguente guida spiego come interrare i cavi elettrici in giardino.

26

Occorrente

  • Cavi elettrici in tubi protettivi
36

Misurare correttamente il terreno

La prima cosa da fare è quella di prendere le misure del terreno. Oltretutto, è importante sapere che la collocazione dei cavi non ha una vera è propria regola, ma va presa secondo il tipo di impianto che si vuole fare. A questo punto il progetto è la prima fase iniziale, mentre il secondo passo, comprende la scelta dei cavi e il materiale di cui si deve fare uso. A questo proposito si possono eseguire due tipi di sistemazioni (queste vengono delineate in base ad alcune norme vigenti). Nel primo caso, consigliano di avvolgere i cavi in tubi protettivi, per poi interrarli in modo sistematico. Questa prima operazione consente di sfilare e rassettare i cavi elettrici. Nel secondo caso si può anche optare di lasciarli liberi, ma ricordando che in questa maniera non avranno la stessa protezione.

46

Interrare i cavi

A questo punto il metodo consigliato per interrare i cavi è eseguire prima il prospetto. Per far ciò occorre prendere dei cavi appositi, quindi la migliore soluzione è quella di procurarsi dei cavi di cemento, oppure in alternativa di resina resistente. Usando questo genere di prodotto, infatti, si eviterà di far fronte ad eventuali danni dei cavi, tenendoli così al sicuro dalle altre sostanze contenute nel terreno che potrebbero usurarli. Inoltre, per avere una maggiore sicurezza si può anche decidere di adoperare dei cavi con armatura metallica.

Continua la lettura
56

Considerare la profondità del suolo

Il prossimo passo è quello di sistemarli prendendo in considerazione la profondità del suolo. Questo va fatto con una norma di 0,5 metri, ovviamente dopo averli misurati tra la base del cavo e del terreno. Pertanto la disposizione dei cavi va fatta in relazione alla lunghezza, cercando di disporli ordinatamente nei pozzetti, i quali devono avere una dimensione adatta. Infine, i cavi vanno sistemati rispettando le curvature, fino a raggiungere il pozzetto. Ecco come interrare i cavi elettrici in giardino.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Questa è una guida redatta a solo scopo informativo, perciò chiedete sempre un secondo parere a persone qualificate ed esperte.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Casa

Come interrare una piscina fuori terra

Se per il nostro giardino abbiamo acquistato una piscina cosiddetta fuori terra, e che per l'installazione prevede la tecnica dell’interramento, è importante sapere che non si tratta di un lavoro difficile, anche se tuttavia bisogna seguire delle...
Giardinaggio

Come interrare una pianta di ulivo

Avete la passione per le piante d'ulivo e vi piacerebbe averne una in giardino? Molto probabilmente saprete già che uno dei modi è quello di piantare un seme sul terreno, ma si tratta di una strada avventurosa ed impervia, poiché non è garantito il...
Giardinaggio

Come fare una talea

Con la primavera ormai giunta alle porte, è lecito sognare di avere in balcone oppure in giardino svariate tipologie di piante fiorite e profumate, non per forza acquistate in un negozio. Di fatti, queste ultime si possono tranquillamente riprodurre...
Giardinaggio

Come coltivare il ginkgo biloba

Chi ha il pollice verde e la passione per le piante, avrà sicuramente parlare del Ginkgo Biloba, conosciuto come albero dei ventagli. Si tratta di un tipologia di erba officinale che migliora la circolazione sanguigna, soprattutto a livello arterioso,...
Giardinaggio

Come Coltivare La Zantedeschia Aethiopica

Forse non tutti sanno che la pianta conosciuta con il nome di Calla è in realtà la Zantedeschia, chiamata così in onore del botanico Francesco Zantedeschi. Si tratta di una pianta perenne, della Famiglia delle Araceae, con fioritura in primavera-estate....
Giardinaggio

Come fare talee di rosa

Il fiore che più di tutti è presente nei giardini e nei balconi è certamente la rosa. Alcune specie di rose vengono coltivate all'interno di aiuole per creare un contrasto di colore, altre invece sono sfruttate per creare pergolati o in alternativa...
Giardinaggio

Come coltivare il peperoncino più piccante al mondo Bhut Jolokia

Il Bhut Jolokia è originario dell'India ed è attualmente considerato il peperoncino più piccante al mondo. Si tratta di una pianta con una stagione di crescita prolungata; infatti essa arriva fino a 120 giorni anche se è difficile da coltivare....
Giardinaggio

Come favorire il drenaggio del terreno

Se intendiamo coltivare un orto oppure allestire un giardino con una fioritura rigogliosa, oltre agli attrezzi per il giardinaggio ed una buona conoscenza delle tecniche di coltivazione, di fondamentale importanza è tuttavia la scelta del terriccio....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.