Come lavare i cappelli di paglia

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Diffusissimi nelle spiagge degli indimenticabili anni '70, i cappelli di paglia sono tornati di moda sopratutto con l'arrivo della bella stagione, poiché sono molto eleganti e leggeri. Essi sono perfetti per essere indossati ad ogni tipo di occasione: dalle semplici camminate in campagna alle cerimonie, dal mare, per proteggersi dal caldo, alla montagna. Se avete un copricapo di paglia ormai dimenticato in qualche armadio, è arrivato il momento di tirarlo fuori! In questa guida vi spiegheremo come lavare i cappelli di paglia.

27

Occorrente

  • Catino o secchio d'acqua tiepida
  • Olio per bambini
  • Sapone di Marsiglia a scaglie
  • Panno morbido
  • Carta di giornale o asciugamano
  • Naftalina o canfora
37

Lavando direttamente i cappelli di paglia rischiate di danneggiare irrimediabilmente le fibre, specialmente se molto delicate, per tale motivo è consigliabile controllare sempre l'etichetta con le relative istruzioni di lavaggio. Generalmente un copricapo in shantung o in baku può essere smacchiato a mano, tuttavia, se non siete certi del materiale con cui è stato realizzato, provate a flettere delicatamente la tesa ed esaminarne la reazione. Se il cappello, dopo essere stato piegato, ritorna alla sua forma originale significa che è sufficientemente resistente, mentre se comincia a scricchiolare o resta piegato vuol dire che è molto delicato e non va assolutamente lavato.

47

Se sono presenti oggetti ornamentali come bottoni, nastri o strass è consigliabile toglierli temporaneamente per evitare di rovinarli durante il lavaggio. Per detergere il vostro cappello di paglia procedete riempiendo una bacinella con acqua non troppo calda, quindi aggiungete del sapone di Marsiglia a scaglie. Imbevete un canovaccio nella soluzione saponata, eliminate l'acqua in eccesso e strofinatelo delicatamente sul cappello, prima pulendo la parte interna e poi la parte esterna. Attenzione evitate di immergere il cappello direttamente nella miscela saponata, poiché potreste restringere le fibre e rischiare di non poterlo più indossare. Infine risciacquate il cappello con sola acqua, così da eliminare qualsiasi residuo di sporco o sapone, quindi fatelo asciugare all'aperto e all'ombra su un qualsiasi oggetto di forma rotonda.

Continua la lettura
57

Un'alternativa valida al classico sapone di Marsiglia è l'olio per bambini, quello che le mamme utilizzano per non far arrossare il sederino dei propri figli. Inumidite un panno con qualche goccia del suddetto olio e spolverate il copricapo molto dolcemente, per non rovinarlo o deformarlo. Procedete pulendo tutta la superficie in modo omogeneo, iniziando dall'interno, così che la zona a contatto con il capo non venga sporcata da un panno che si è contaminato durante la pulizia, e poi passare all'esterno. Attenzione, non adoperate in alcun caso detergenti aggressivi o altro tipo di olio, poiché potreste rovinarlo o sporcarlo ulteriormente. Una volta asciugato per bene, se volete conservarlo, riponetelo in un'armadio e lontano dai raggi diretti del sole facendo attenzione a non piegarlo, ma a lasciarlo nella sua forma originale.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • In vendita nei vari ipermercati potete acquistare uno spray che aiuta a conservare la forma del cappello di paglia; se non riuscite a trovarlo potete adoperare un qualsiasi liquido opacizzante che manterrà le fibre unite e resistenti.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Altri Hobby

Come fare un sottopentola con la paglia

La paglia nasce dai fusti dei cereali, quando questi giungono a maturazione. È un prodotto agricolo molto conosciuto e molto usato, anche per ottenere oggetti per la casa o per creare accessori, come le borse, i cappelli o le cinture. Intrecciata adeguatamente,...
Bricolage

Come intrecciare la paglia

Se siamo abili nel fai da te e abbiamo anche una certa manualità, possiamo intrecciare la paglia per realizzare degli oggetti o accessori utili per la casa. Si tratta di una pratica molto antica che nasce dalla necessità dell'uomo di realizzare contenitori...
Cucito

Come stringere un cappello

Stringere un cappello non è mai semplice, visto che bisogna in molti casi ricreare completamente il cilindro interno per poter dare una forma più piccola al nuovo. Nel mercato dell'abbigliamento, esistono diverse forme e tipi di cappelli, tutti diversi...
Cucito

Come realizzare dei decori per dei cappelli in lana cotta

I cappelli in feltro sono leggeri, allo stesso tempo caldi e impermeabili. Ottimi per l'inverno, in questo periodo li portano donne di ogni età. Sono pratici da indossare, grazie alla varietà di colori si abbinano al resto dell'abbigliamento. Come realizzare...
Cucito

Come cucire un cappello a bombetta

I famosissimi cappelli a bombetta molto popolari usati in attività sportive, anche dai giocatori di bowling che hanno apprezzato la protezione dalla parte dell’anello molto rigido, conosciuto anche come derby, è stato esposto nel 1850 come una sostituzione...
Bricolage

Come costruire un cappello conico asiatico

Tutti conosciamo il tradizionale cappello asiatico. Si tratta di quel cappello conico costruito intrecciando fibre vegetali. Le fibre maggiormente utilizzate sono quelle di bambù e di palma. Un elemento distintivo del cappello asiatico è la fascia sottomento....
Cucito

Come dare forma ai cappelli

Il cappello, da sempre, non è solo un accessorio d'abbigliamento utile per proteggere il capo dal freddo o dal sole eccessivo, ma è spesso considerato e utilizzato come accessorio estetico, di moda, talvolta raffinato ed elegante. In commercio ne esistono...
Cucito

Come realizzare un cappello ai ferri

Un cappello è un regalo adatto a mille occasioni, e si può fare sia per gli altri sia in via personale. Certo, i negozi sono pieni di cappelli di ogni genere, ma il fai da te ha tutto un altro sapore. Creare un cappello personalmente lo rende una creazione...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.