Come lavorare a chiacchierino i nodi con una navetta

tramite: O2O
Difficoltà: media
18

Introduzione

Il chiacchierino è una tecnica di lavorazione che permette di realizzare pizzi composti da una serie di nodi e pioppini, i quali vanno a formare poi una serie di cerchi e semicerchi. L’applicazione di questo pizzo era un tempo molto diffusa per guarnizioni di abbigliamento femminili: oggi invece è divenuto un pizzo solido ed elegante adatto per guarnire fazzoletti, abiti e borse, oppure per la biancheria della casa. Oggetto fondamentale per la tessitura è la navetta: è possibile lavorare il chiacchierino sia con una che con due navette. In questa guida impareremo come formare il primo mezzo nodo, la formazione del secondo mezzo nodo e, infine, la formazione di una serie di nodi con una sola navetta.

28

Occorrente

  • Filo di cotone
  • Navetta
38

Per prima cosa, preparate la navetta infilando il filo sul perno di questa e fermatelo con un nodo; avvolgete poi il filo attorno al perno stesso, fino a riempire la navetta e facendo attenzione a non oltrepassare i margini. Vediamo come formare il primo mezzo nodo: preparate una navetta con il filo avvolto, tenendola nella mano destra e lasciando libero un tratto di filo di circa cm 50; prendete il capo del filo tra il pollice e l'indice della vostra mano sinistra, facendolo passare sopra le altre dita e formando un grosso anello. In seguito, passate nuovamente il filo sopra il medio e l'anulare della mano sinistra, abbozzando così un secondo anello.

48

Fate passare la navetta tra questi due anelli dal dietro verso il davanti poi, abbassando le dita della mano sinistra verso il cavo della mano, uscite con la navetta verso destra. Ora viene il momento più delicato del lavoro: con la mano destra tendete, verso destra, il filo della navetta orizzontalmente e, contemporaneamente, sollevate al massimo il medio e l'anulare della vostra mano sinistra, facendo scorrere il nodo sul filo teso. Stringetelo, non eccessivamente, e fatelo scivolare verso il pollice.

Continua la lettura
58

Per realizzare il secondo mezzo nodo bisogna lavorare in senso inverso, quindi, passate il filo con la navetta da destra verso sinistra sotto il filo inferiore dell'anello; fate attenzione a non confondervi: è la mano sinistra che forma il nodo in cui il filo della navetta deve scorrere liberamente. In seguito, con la mano destra, ripetete il movimento di chiusura del primo mezzo nodo e tendete il filo orizzontalmente.

68

Mentre la mano sinistra chiude questo secondo mezzo nodo, formate il nodo intero, però questa volta il filo si trova voltato in senso inverso rispetto alla prima metà del nodo. Per realizzare una serie di nodi interi, notate che è il movimento del medio della mano sinistra che, tendendo il filo, chiude il punto. Se il filo della navetta non scorre liberamente all'interno del nodo, allora è stato sbagliato qualche passaggio. In tal caso, purtroppo, bisogna ricominciare da capo.

78

Guarda il video

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Esercitatevi molto e abbiate pazienza
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cucito

Come lavorare il chiacchierino

Per chi non lo sapesse, il "chiacchierino" è un tipo di lavorazione per realizzare dei pizzi da applicare soprattutto alla biancheria da corredo, come lenzuola, asciugamani e tovaglie da tavola, ma anche per realizzare bellissimi centrini, bordure per...
Cucito

Come Fare Un Pizzo Antico Per Un Centrino Da Toilette

Il fai da te ha conquista un vasto numero di persone e l'arte del ricamo e del filato, invece, moltissime donne di ogni età. Il pizzo è una di quelle lavorazioni molto ricercate, di un certo valore ma non di facile esecuzione. Generalmente si impara...
Cucito

Come fare un bracciale con il chiacchierino

Il chiacchierino è un antico mestiere, praticato per effettuare un tipo di pizzo. Può essere considerato anche un hobby molto gratificante, nonché semplice da imparare, che consiste nel realizzare dei disegni molto eleganti e delicati, adatti per abbellire...
Cucito

Come chiudere un lavoro a chiacchierino

Il chiacchierino è un'antica tecnica mediante la quale è possibile realizzare pizzi e merletti. Negli ultimi anni sta ritornando in voga poiché tale arte, a differenza di quanto erroneamente supposto, è molto facile da imparare grazie anche alla presenza...
Cucito

Come realizzare un portachiavi con il chiacchierino

Oggi l'arte del fai da te ha preso il sopravvento perché consente di realizzare e personalizzare oggetti in base ai propri gusti. Nella seguente guida vedremo in particolare come creare un portachiavi con il chiacchierino. Se infatti siete stanchi dei...
Bricolage

Come creare una scatola a cuore decorata con fiori a pizzo chiacchierino

Alcune volte ci capita di perdere molto tempo girando per i vari negozi alla ricerca di un regalo unico e particolare per i nostri amici o parenti e spesso dopo tanta fatica per la ricerca il suo costo risulta anche molto elevato. Potremo quindi provare...
Altri Hobby

Come fare un papavero con il chiacchierino

L'arte del fai-da-te permette di divertirsi creando oggetti utili alla nostra vita quotidiana o semplicemente decorazioni che permettono però di risparmiare. Per questo vale la pena ingegnarsi ed impiegare un po' del nostro tempo per dedicarci a questo...
Cucito

Come attaccare pizzo chiacchierino alla stoffa

Il pizzo chiacchierino è una lavorazione davvero molto particolare e antica, e soprattutto molto amata durante il periodo Vittoriano. Tornato in voga in tempi decisamente più recenti, il pizzo chiacchierino è una lavorazione morbida e "rotonda". Perfetto...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.