Come lavorare il vetro di Murano

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

L'arte del vetro è un lavoro assai coinvolgente. Infatti un oggetto in vetro di Murano rappresenta la passione e la bravura dei maestri vetrai che realizzano delle piccole o grandi opere d'arte. La lavorazione del vetro è una pratica millenaria che si tramanda da generazioni ormai e che lascia sbalorditi per la bellezza dei suoi prodotti. Nell'isola di Murano si realizzano dei pezzi unici in vetro, dalla forma e purezza artistica famosi in tutto il mondo e nelle varie fornaci questa meravigliosa attività continua a sorprenderci. Ogni oggetto creato è certificato dal marchio e dalla propria autenticità, quindi diventa un pezzo lucente e favoloso da mettere come soprammobile o da usare con molta attenzione. Basta pensare ai bicchieri lavorati o a quei piccoli pesciolini colorati che fanno del vetro di Murano un capolavoro. Allora perché non vedere insieme come lavorare il vetro di Murano.

26

Occorrente

  • sabbia silicea, fornace, canna da soffio, colori di ossidi metallici
36

Il primo passo per iniziare una lavorazione del vetro di Murano è quella di preparare il colore. Il vetro, come risaputo, è composto da sabbia silicea pura che può essere colorata con l'unione di ossidi metallici ed altre sostanze. L'impasto ottenuto viene poi sottoposto ad altissimo calore per creare il vetro colorato. In base alla quantità più o meno intensa di ossido il colore cambia e si modifica nelle varie sfumature.

46

Il passo successivo è composto dall'uscita del crogiolo dalla fornace, dove si forma la pasta vitrea necessaria per le varie creazioni. Quindi, dal crogiolo il maestro vetraio prende con la canna da soffio una piccola quantità di pasta rovente che viene detta bolo. Poi con movimenti veloci il maestro soffia nella canna per ottenere l'oggetto desiderato, che viene anche modellato con delle apposite pinze. Se l'oggetto si raffredda, si usano altre pinze dal manico più lungo per inserirlo ancora nella fornace, al fine di riscaldarlo e lavorarlo meglio.

Continua la lettura
56

A questo punto il pezzo finito e lavorato dal maestro si presenta troppo caldo. Per raffreddarlo completamente viene inserito nella tempera, dalla quale uscirà perfetto per le eventuali lavorazioni successive. Il prodotto finito è sempre un pezzo unico in quanto nasce dal lavoro artistico dell'artigiano. Infatti la pasta vitrea può determinare qualità e bellezza del pezzo finito, oltre al grado di temperatura elevata che diversifica la finitura dell'oggetto. Alla fine, ci sono tante varianti che possono influenzare artisticamente il vetro di Murano, a partire dal colore utilizzato fino alla manualità e alla bravura del maestro vetraio stesso.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Per lavorare il vetro di Murano bisogna avere una grande esperienza
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Altri Hobby

Come lavorare il vetro

Sin dai tempi antichi la lavorazione del vetro veniva effettuata in maniera artigianale, con risultati stupefacenti per quanto riguarda le decorazioni, oggetti di qualunque genere e figure particolari, ideali poi per rifinirle e scolpirle. Nei passi successivi...
Casa

Come creare una brocca con la tecnica a colombino

La brocca è un recipiente usato per contenere alimenti liquidi, generalmente acqua. Tradizionalmente caratterizzata da una forma tondeggiante e panciuta, con un beccuccio per versare e sul lato opposto un manico ad ansa per reggerla, può essere realizzata...
Altri Hobby

Come decorare con le bottiglie di plastica

Una bottiglia è un contenitore di capacità variabile, attestata sull'ordine di grandezza del litro, con un collo più stretto del braccio, a volte dotato di un tappo. Le bottiglie sono solitamente fatte di vetro, di plastica, carta, ceramica, metalli,...
Bricolage

Realizzare murrine con il kit per vetrofusione

Oggi per fondere il vetro basta un forno a microonde e un kit per vetrofusione e potrai realizzare da solo delle splendide murrine del tutto simili a quelle autentiche create nelle officine di Murano. In questa guida ti spiego come utilizzare il kit di...
Altri Hobby

Come realizzare una campana tibetana

La campana tibetana trova le sue origini nella cultura buddista dell'antico Tibet, ed è ancora oggi utilizzata in tutto il mondo come strumento di meditazione e concentrazione. Oggi il maggior centro di produzione si trova in India, terra che ha visto...
Materiali e Attrezzi

Come fare un crogiolo di grafite

Abbiamo tutti sentito parlare della grafite, specialmente quale componente essenziale delle matite. Ma spesso anche in qualità di elemento atto alla produzione di lubrificanti, coloranti, refrattari o elettrodi. Si tratta di un minerale allotropo del...
Bricolage

Come realizzare un ramo di glicine con le perline

Per poter creare dei veri e propri gioielli, che andranno ad ornare: un vestito, il risvolto di una giacca, e tanto altro, ora che siamo nel periodo delle Feste, è molto importante la scelta dei materiali, che necessariamente dovranno essere di qualità....
Materiali e Attrezzi

Come costruire un crogiolo in ferro

Spesso avrete sentito parlare del cosiddetto crogiolo. Ma forse poche persone sanno di cosa realmente si tratta. In linea generale si può affermare che il crogiolo è un contenitore al cui interno vengono collocate determinate sostanze pronte per essere...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.