Come legare un turbante

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il turbante è un copricapo orientale che può essere utilizzato sia da donne che da uomini. Spesso lo si vede indosso a beduini o a popolazioni del deserto, ed è piuttosto comodo per ripararsi dal sole e dalla sabbia. È un indumento che ha sempre suscitato un certo interesse e curiosità nelle persone, e con la moda di adesso ha assunto tutto un altro significato.
Lo si può fare per motivazioni culturali, religiose oppure puramente estetiche. La moda lo considera un vero e proprio trend in alcune collezioni. Si tratta di una capo e un accessorio realizzabile con una particolare procedura. Vediamo insieme come si può legare un turbante seguendo due modelli diversi e semplici, rispettivamente uno per le donne e un altro per gli uomini. In questa guida daremo utili consigli su come legare un turbante, in maniera veloce e pratica. Mettiamoci quindi all'opera.

26

Occorrente

  • Sciarpa o foulard.
  • Forcine (opzionali).
36

Il primo riguarda la realizzazione del copricapo maschile. Si deve piegare la stoffa per ben quattro volte disponendola nella sua lunghezza. Tutti i bordi devono essere perfettamente allineati. Successivamente, è bene raccogliere i capelli. Nel caso in cui siano lunghi, essi devono essere avvolti e raccolti in una sorta di chignon sulla sommità del capo. Adesso, la piegatura può essere arrotolata intorno alla testa, come se si trattasse di una bandana. Si deve legare la striscia più o meno nella zona della fronte.

46

In seguito, si deve ricoprire la parte superiore. Bisogna continuare ad arrotolare il tessuto in diagonale. Questo deve essere fatto per circa 6 volte. Se dovesse avanzarne un po' dopo aver terminato, esso dovrebbe essere tagliato. Si deve poi tirare il primo lembo da sotto e metterlo sulla parte ancora scoperta. I lati vanno infilati al di sotto insieme a tutto il resto della stoffa avanzata.

Continua la lettura
56

Se lo si vuole realizzare utilizzando una semplice sciarpa o uno scialle, si può mettere in pratica il metodo per la composizione di quello femminile. Si deve posizionare l'elemento sulla testa annodando le sue estremità al centro della fronte. Esse vanno fasciate su sé stesse fin quando il tessuto non è terminato. Si deve tirare la fine all'indietro fissando la sciarpa nella zona posteriore. In questo caso può risultare utile fermare il tutto con delle forcine. Esse devono essere posizionate in modo da essere invisibili.

66

Queste due procedure consentono di sistemare questa sorta di capello nel minor tempo possibile e al meglio del suo aspetto. È consigliabile usare un tipo di fibra morbida e abbastanza lunga, in modo da poter avere un risultato migliore. Lo si può usare come un vero e proprio accessorio. Esso può donare un aspetto esotico e offrire un tocco di stile al proprio modo di abbigliarsi. Non resta che seguire uno dei due procedimenti appena descritti per poter ottenere la copertura desiderata.
Legare un turbante non è così difficile, basterà infatti seguire le istruzioni di questa guida per fare tutto al meglio e velocemente, senza perdere troppo tempo. Potrete così sfoggiarlo in occasioni di riunioni o altri eventi. Non mi resta quindi che augurarvi buon divertimento.
Alla prossima.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cucito

Come fare una fascia per i capelli a forma di turbante

Se per un look personalizzato soprattutto adatto per l'estate, intendiamo realizzare una fascia per tenere fermi ed in ordine i capelli, possiamo crearne una che somigli ad un vero e proprio turbante. L'operazione non è affatto difficile, ma tuttavia...
Cucito

Come realizzare costumi da Re Magi

Il carnevale è alle porte: un costume da completare con altri vostri amici potrebbe essere quello di vestire i panni di uno dei re magi, con i vostri amici ad accompagnare. Ovviamente questo travestimento è gettonato non solo per il carnevale, ma per...
Altri Hobby

Come utilizzare i palloncini per fare un vestito

Se siete state invitate ad una festicciola mascherata, forse state pensando a qualcosa di originale da indossare. Non avete nessuna intenzione di spendere una consistente cifra per comprare un vestito e vi piacerebbe poterlo fare con le vostre mani?...
Cucito

Come dare forma ai cappelli

Il cappello, da sempre, non è solo un accessorio d'abbigliamento utile per proteggere il capo dal freddo o dal sole eccessivo, ma è spesso considerato e utilizzato come accessorio estetico, di moda, talvolta raffinato ed elegante. In commercio ne esistono...
Altri Hobby

Come legare un braccialetto

Quando si è quasi pronti per uscire, si può aggiungere un tocco di classe al proprio stile con un bel braccialetto. Tuttavia, risulta molto importante conoscere la giusta tecnica per legare un bracciale. Difatti, specie se si è da soli, quella che...
Cucito

Come legare i braccialetti di pizzo

I braccialetti di pizzo sono accessori di grande eleganza, particolari e spesso molto costosi. Negli ultimi mesi sono stati riproposti con grande successo e sono tornati di grande moda, soprattutto da i giovani. Alcuni di essi sono provvisti di ganci...
Giardinaggio

Come legare le piante ai sostegni

Per poter crescere, svilupparsi correttamente e produrre frutti, molte piante necessitano di essere legate a dei sostegni che le possano sostenere durante il primo periodo di accrescimento. Lo scopo dei sostegni è, infatti, quello di mantenere in posizione...
Altri Hobby

Come legare due ami

Siete degli appassionati della pesca e vorreste aumentare le vostre possibilità di pescare qualche bel pesce? Se la risposta è sì, questa guida fa proprio al caso vostro! Infatti, nei seguenti passi, vi spiegherò come legare due ami, la quale aumenterà...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.