Come levigare il legno multistrato

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Lavorare il legno è ancora oggi un'arte molto apprezzata da una vasta quantità di persone. Creare sofisticati ed eleganti oggetti in legno non è per nulla semplice, e per poterlo lavorare al meglio è bene conoscere le caratteristiche dello specifico legno che si sta modellando. Tra i legni più usati negli ultimi tempi possiamo trovare il multistrato. Il legno multistrato, viene spesso preferito ad altri per le sue caratteristiche strutturali. Si ottiene sovrapponendo ed incollando tra loro differenti strati di pannelli o fogli ricavati dai tronchi degli alberi. La sua conformazione lo rende particolarmente compatto. Inoltre è molto resistente e non si deforma. Se avete un progetto in cui volete cimentarvi come, ad esempio, un piano di un tavolo od un mobile completo questo legno è l'ideale. Per levigarlo e rifinirlo come si fa con il legno massello, bisogna adottare alcune tecniche specifiche. Nei passi successivi, vi spiegheremo come levigare il multistrato. Scopriamo insieme, passo dopo passo, come procedere nel dettaglio alla sua levigazione, dando quindi utili suggerimenti e spunti per facilitarvi il lavoro.

27

Occorrente

  • Carta abrasiva sottile e doppia
  • Piallatrice manuale
  • Levigatrice orbitale elettrica
  • Turapori
  • Colla di pesce
  • Cere e vernici per legno
37

I diversi tipi di superficie

La superficie del legno multistrato può essere sia grezza che colorata, a seconda del tipo che avete scelto. Esiste quello composto da tanti pezzi diversi di compensato. Ve ne sono certi tutti uguali, ma con l'ultimo strato composto di un qualsiasi altro legno scuro con la venatura naturale e via dicendo. Se per il vostro progetto dovete levigarlo, potete ricorrere all'utilizzo della carta abrasiva oppure ad una levigatrice elettrica. Così facendo, oltre che spianare la superficie, la renderete abbastanza liscia da ricevere il trattamento di finitura.

47

Le proprietà del legno multistrato

L'unico inconveniente di questo tipo di legno, è che si presenta abbastanza poroso. Se dopo la fase di levigatura intendete rifinirlo con una lucidatura classica a tampone, è necessario utilizzare del turapori. In questo modo la fibra diventerà compatta. Dopo l'essiccazione, carteggiandola, sarà perfettamente liscia e setosa, quindi adatta a questo tipo di finitura classica. Ovviamente il problema non sussiste se volete optare per delle vernici acriliche. Queste ultime, infatti, sono in grado di riempire i pori ruvidi del legno multistrato. Se, invece, volete rifinire la superficie lignea con delle cere, per levigarlo nel migliore dei modi e senza evidenti falsi piani, esiste un semplice ma importante trucco, utilizzato dai grandi maestri ebanisti.

Continua la lettura
57

Levigare la superficie

Il metodo consiste nell'avvolgere della carta abrasiva su un murale in legno di circa 15 cm di lunghezza. La parte piana e gli angoli ben rifiniti, vi consentiranno di usarlo come una piallatrice. Procedete facendo una leggera pressione sul legno ed allo stesso tempo strofinatecelo sopra. Otterrete, così, una superficie piana, quindi ideale per le operazioni di finitura indicate in precedenza. Se volete realizzare un mobile completo come, ad esempio, una cassettiera, dopo aver levigato le superficie, come finitura potete applicare dell'impiallacciatura. Questa aderirà perfettamente se fatta aderire con della colla di pesce. Anche in questo caso, una buona levigatura con una pialla vi permetterà di ottimizzare il risultato.
Levigare il legno multistrato non è così complesso come si potrebbe pensare, basterà infatti fare un po' di pratica ed adoperare gli strumenti giusti, e in breve potrete avere superfici lisce e ben modellate. Potrete in alternativa, farvi consigliare da qualcuno esperto che possa seguirvi durante le prime fasi del vostro lavoro e spiegarvi esattamente come fare. Vi auguro quindi buon lavoro e buona fortuna.
Alla prossima.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Se volete realizzare un mobile completo come, ad esempio, una cassettiera, dopo aver levigato le superficie, come finitura potete applicare dell'impiallacciatura
  • se intendete rifinirlo con una lucidatura classica a tampone, è necessario utilizzare del turapori.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Materiali e Attrezzi

Come curvare i tubi multistrato

I tubi multistrato sono senza dubbio gli elementi più usati dagli idraulici perché consentono di realizzare un impianto in breve tempo e senza ricorrere a lavori particolarmente difficili o elaborati. Occorre tuttavia intervenire sui tubi nel modo più...
Bricolage

Come realizzare una cornice in multistrato con decori natalizi

Sotto le feste natalizie, si ha voglia di addobbare casa in modo originale per rendere l'atmosfera ancora più bella. Se avete un po di manualità con gli attrezzi da lavoro e avete a disposizione tutto l'occorrente possiamo passare alla fase successiva....
Materiali e Attrezzi

Come usare uno svasatore multistrato

Esistono molte situazioni termo idrauliche che richiedono l'utilizzo di uno svasatore multistrato al fine di innestare all'interno di un tubo un altro accessorio come ad esempio un raccordo, un altro tubo, una valvola, un rubinetto. Si tratta di un utensile...
Casa

Come assemblare e installare uno specchio luminoso

Uno specchio illuminato può essere installato ovunque nella propria abitazione; la sua costruzione è possibile realizzarla attraverso dei materiali facilmente reperibili e non è assolutamente necessario essere dei professionisti. Nella seguente semplice...
Casa

Costruire un sottolavello in legno decoupato per il bagno

Per avere degli oggetti o dei mobili davvero originali, l'unico modo è realizzarli e decorarli con un po' di sano bricolage. Nei passi a seguire, vi fornirò qualche utile consiglio su come costruire un sottolavello in legno "decoupato" per il bagno....
Bricolage

Come Costruire Un Porta Cd In Legno

Esistono molti modi per realizzare un porta CD; questo progetto prevede la creazione di una scatola con sottili listelli in compensato che fungono da separatori. Un buon effetto si può ottenere con l'uso di multistrato i cui bordi si rifiniscono con...
Bricolage

Come decorare un parafiamma con rose azzurre

Il parafiamma è una lamiera di acciaio o di altro materiale metallico resistente possibilmente refrattario, che si applica nelle costruzioni nei camini per separare la zona incandescente dall'ambiente domestico, allo scopo di prevenire incendi o ustioni...
Bricolage

Come realizzare un'angoliera portatutto

Nei nostri spazi abitativi e lavorativi vi sono spesso angoli inutilizzati che non sappiamo come arredare. Per il loro volume contenuto però potrebbero, con un po' di ingegno, essere facilmente adattati per contenere i piccoli oggetti della nostra quotidianità....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.