Come mantenere bella una pianta ricadente in fiore

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Ci sono alcune varietà di piante che si adattano meglio a essere coltivate in una cesta pensile. Si tratta di piante ricadenti, molto belle da vedere, ma che richiedono qualche piccolo accorgimento per mantenere una forma compatta e omogenea della fioritura. Ecco qualche consiglio su come mantenere bella una pianta ricadente in fiore.

25

Occorrente

  • acqua
  • mezza bottiglia di plastica
  • concime ad azione lenta
35

Prendi una cesta, fodera all'interno con stagno e fogli di plastica, fora la plastica per il drenaggio, riempila di composto e sistema le piante a portamento non eretto lungo il bordo del cesto e le piante più alte nel centro. Abbina piante che hanno lo stesso fabbisogno di acqua. Il sistema di appendere le piante ai muri, appena sopra una finestra o negli angoli soleggiati, può risolvere il problema dello spazio. Sospendere la cesta pensile ad un gancio, saldamente assicurato al soffitto o al muro, mediante catenelle, filo metalico o robuste corde. Quando si appende una serie di vasi è bene sincerarsi che il peso non sia eccessivo. È pertanto consigliabile alternare piante dal fogliame leggero, a piante dal fogliame spesso e ampio.

45

Un gradevole effetto è prodotto anche da un insieme di piante a stelo orizzontale e piante a stelo verticale, o da piante dal fogliame sobrio. La prima regola è quella di annaffiare le piante ricadenti con regolarità e abbondanza: il caldo rischia di seccare la terra per questo in estate potrebbero aver bisogno di essere annaffiate anche quotidianamente. Un buon sistema è quello di immergerla una volta a settimana per inzuppare bene la zolla. Per maggiore praticità si può anche tagliare a metà una bottiglia di plastica, togliere il tappo e inserire il collo della bottiglia nella terra in modo da utilizzarla come imbuto.

Continua la lettura
55

Un'altra buona regola è quella di cominciare a concimarla cinque o sei settimane dopo la piantagione, a seconda della velocità con cui cresce la pianta. Devi sapere che può aiutarla l'aggiunta di un concime ad azione lenta ad esempio granulare. Se la pianta è già in fiore è meglio usare un concime ricco di potassio. Ricordati sempre di annaffiare prima di concimare altrimenti c'è il rischio che quest'ultimo venga eliminato. Anche la potatura riveste un ruolo fondamentale: ricordati sempre di eliminare con regolarità i fiori avvizziti e le foglie secche per stimolare la nuova fioritura. In autunno elimina le foglie inferiori della pianta perché potrebbero imputridire. Controlla sempre con attenzione che non vi sia la comparsa di parassiti e malattie e cerca di intervenire sul problema con tempismo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come scegliere le piante da interno

Le piante in base alla specie a cui appartengono, si possono coltivare all'esterno ma anche all'interno, il che rappresenta un ottimo metodo per addobbare tavoli ed angoli della casa in modo armonioso, e tale da far vivere le persone che vi abitano,...
Giardinaggio

I migliori fiori per il balcone al sole

Qualsiasi ambiente, ogni angolo di un balcone o stanza, si può valorizzare e abbellire con dei fiori. Ma ogni tipo di fiore ha esigenze diverse, quindi per crescerle bene, occorre trovare le condizioni ambientali e climatiche adatte. In questo modo dovendo...
Giardinaggio

Come Coltivare La Plumbago Capensis

Il genere Plumbago fa parte della famiglia delle Plumbaginaceae in cui si annoverano piante note con il nome di Plumbaggine o Gelsomino azzurro.Si tratta di una tipologia a pianta rampicante simile al gelsomino, che si può adoperare come pianta per tappezzare...
Giardinaggio

Come Coltivare Il Cactus A Coda Di Topo

Esistono piante grasse dall'aspetto molto singolare, come ad esempio l'Aporocactus flagelliformis, anche conosciuto con il nome di "cacto coda di topo". Questa pianta appartiene alla famiglia delle Cactacee, oltre ad avere la caratteristica di contraddistinguersi...
Giardinaggio

Come coltivare la cissus thombifolia

Sicuramente il nome di questa pianta non ti dice niente, ma è una specie che sicuramente hai già visto, la cissus thombifolia è volgarmente chiamata vite d'appartamento per la sua assomiglianza alla tipica vite da uva. Questo tipo di pianta appartiene...
Altri Hobby

Come Realizzare Una Composizione Floreale Con Felce Spada

Siete delle persone creative, amanti delle piante, sempre in cerca di qualcosa di nuovo da realizzare? Se la risposta a questa domanda è si, allora questa guida fa proprio al caso vostro. Per creare una bella composizione floreale con foglie di felce...
Giardinaggio

Come Coltivare La Star Of Toscane

La Star Of Toscane è una pianta rustica molto vigorosa, rampicante sempreverde con fiori profumatissimi simili a stelline bianche che sbocciano a fine primavera-inizio estate. Questa pianta è la gloria dei balconi nelle regioni dove l'inverno scende...
Giardinaggio

Giardinaggio: i fiori da piantare all'ombra

I giardini e i terrazzi non esposti al sole pieno, sono sono da sempre considerati dagli amanti del giardinaggio, ambienti ostici ed inospitali per la messa a dimora e la crescita di piante da fiore. Si tratta invece di una concezione sbagliata; infatti,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.