Come mettere a norma un impianto elettrico

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Una dei fattori fondamentali dell'abitazione dove si desidera vivere è senza dubbio la predisposizione di un impianto elettrico abbastanza efficiente. Quando quest'ultimo non è a norma, è bene per la sicurezza di tutti trovare un modo per farlo. Solitamente ci si rivolge a persone competenti nel settore, ma è tuttavia possibile farlo autonomamente. L'importanza di regolare un impianto elettrico è noto a tutti: non solo è bene farlo per la salvaguardia della propria salute, ma anche perché un impianto non messo a norma può portare a maggiori consumi e a problemi legati alle tasse e alla loro evasione, in tal senso. Un impianto, per essere messo a norma, deve essere minuto di un certificato di dichiarazione di conformità secondo il D. M (Decreto Ministeriale) 37/2008. Vediamo insieme come poter mettere a norma un impianto elettrico.

25

Gli impianti elettrici hanno delle componenti fondamentali da conoscere prima dell'installazione. Esistono impianti elettrici in serie o in parallelo, denominazione che deriva dalla tipologia di collegamento tra le emissioni. Distinguendole in questa maniera vengono anche categorizzati i dispositivi di protezione che possono essere di vario genere: interruttore magnetotermico, interruttore differenziale, interruttore magnetotermico differenziale, fusibile, scaricatore.

35

Ogni impianto elettrico va progettato solamente dopo aver deciso la necessità in base ai dispositivi che usufruiranno dell'energia prodotta dagli impianti e dopo aver effettuato un accurato sopralluogo degli spazi. È proprio qui che entra in scena la normativa di sicurezza, che sancisce tutte le caratteristiche tecniche, i modi di controllo ed i tempi per l'installazione dei vari dispositivi di sicurezza e poi i successivi interventi di manutenzione. L'installazione e la messa a norma dell'intero ambiente dove l'impianto verrà installato, è fatto da professionisti certificati che terranno in considerazione tutte queste normative vigenti in ambito di sicurezza.

Continua la lettura
45

Se nel vostro appartamento avete già un impianto, ma non a norma, allora bisognerebbe fare delle considerazioni. Per essere in regola i requisiti minimi prevedono la presenza della protezione a contatto diretto, la protezione contro i fenomeni sovracorrenti e di aver svolto il sezionamento dell'impianto in più parti. I conduttori elettrici devono necessariamente essere posti all'interno di canaline, senza l'utilizzo di nastro isolante. Evitate di mettere delle prese volanti. Verificate successivamente la presenza della messa a terra, che consente il collegamento a terra della struttura metallica degli elettrodomestici.

55

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Ricordate sempre di leggere la normativa su questa materia: il decreto ministeriale 37/2008 vi scioglierà parecchi dubbi a riguardo.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Materiali e Attrezzi

Come funziona un interruttore magnetotermico

L'elettricità è presente dovunque nella nostra vita quotidiana: accendere un lume, premere il pulsante di un apparecchio televisivo, mettere in funzione un elettrodomestico, sono diventati gesti quasi istintivi. Malgrado questa familiarità con un'energia...
Casa

Come individuare un guasto elettrico

Per una questione di sicurezza, se un apparecchio elettrico che hai a casa si guasta, grazie al sistema di messa a terra, si crea una sorta di corrente di ritorno che provoca lo scatto dell'interruttore di protezione. Prima di ricollegare la corrente,...
Altri Hobby

Come costruire un quadro elettrico per musicisti

Realizzare un quadro elettrico per musicisti, è un lavoro che richiede una certa dimestichezza nel campo del fai da te, per quanto riguarda l'energia elettrica; è un lavoro inoltre, delicato e anche complesso, soprattutto per chi è inesperto. Ecco...
Casa

Come Montare Il Salvavita Nel Quadro Di Comando

Un impianto elettrico, per essere a norma di legge e per essere sopratutto sicuro, necessita dell'applicazione di un interruttore differenziale, ossia, in altre parole il salvavita, che stacchi la corrente nell'eventualità in cui si verifichi una dispersione...
Casa

Come ricollegare la corrente dopo un guasto

Ci sarà sicuramente capitato, almeno una volta, di rimanere al buio nella nostra abitazione perché l'interruttore generale del nostro impianto elettrico scatta, togliendo quindi la corrente dal tutto il nostro circuito elettrico. Generalmente questo...
Casa

Come cambiare un interruttore

In casa ci sono tantissime cose che potete fare senza chiamare un esperto; infatti, se ad esempio dovete cambiare un interruttore, non è necessario rivolgervi ad un elettricista, bensì potete intervenire in modo semplice usando alcuni semplici attrezzi...
Casa

Come Montare Il Quadro Elettrico Dell'interruttore Generale

In questo tutorial vi spiegheremo come montare Il Quadro Elettrico dell'interruttore generale. L'impianto elettrico si sa che è uno degli elementi fondamentali per il buon funzionamento della casa ed anche della vita domestica. Grazie a tale interruttore,...
Casa

Come montare un piccolo generatore eolico sul tetto

Al giorno d'oggi una fonte di energia alternativa diventa sempre più importante. Nonostante gli alti costi di produzione, per esempio l'energia a pannelli solari viene vista molto bene come tipologia di energia alternativa. Non è comunque da meno l'energia...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.