Come moltiplicare le siepi

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Con l'arrivo della bella stagione il giardino torna protagonista! Anche i nostri open space hanno quindi bisogno di un restyling per tornare ad essere splendidi e rigogliosi. Per rendere quindi il nostro spazio verde davvero splendido e ordinato possiamo provare a realizzare delle favolose bordure moltiplicando le siepi. Come fare? Andiamo allora a scoprire insieme come moltiplicare le siepi.

27

Occorrente

Assicurati di avere a portata di mano:
  • Talee di Ligustro
  • Terriccio ben composto
  • Attrezzi per il giardinaggio
37

Per realizzare delle splendide bordure sfruttando le moltiplicazione delle siepi, dobbiamo prima capire quali sono i tipi di siepi più indicate. Tra le qualità maggiormente indicate per crescere rigogliose e sane troviamo i Ligustri. Questo tipo di siepi si sviluppano rapidamente in condizioni adeguate e non hanno bisogno di manutenzione continua. Questi arbusti si riproducono sia attraverso la coltivazione dei semi che da tagli vegetativi prelevati da un campione già adulto.

47

Per ottenere la moltiplicazione delle siepi dobbiamo innanzitutto preparare il terreno. Procediamo quindi utilizzando un composto selezionato. Gli arbusti di Ligustro tollerano bene molti tipi di terriccio, ma preferiscono una composizione drenante ed un'esposizione ai raggi solari. Per prima cosa dobbiamo allentare il terreno scavando dei solchi di almeno 15 centimetri. Continuiamo mescolandolo con dei composti, soprattutto se è pesante o con abbondanza di argilla. Infine dobbiamo rompere con il palmo della mano o con una vanga eventuali grumi e rimuovere erbacce e detriti dalla zona. Una volta terminata la fase di pulizia, possiamo procedere con la fase d'innesto dei semi o delle talee nel nostro giardino. In questo caso conviene praticare dei fori nel terreno inserendo un bastone pulito per creare i buchi che serviranno a creare gli alloggiamenti. Per l'innesto di talee dobbiamo selezionare un esemplare di Ligustro nel periodo del tardo inverno o inizio primavera. Utilizziamo talee tra i 5 e i 15 centimetri di altezza per generare nuovi arbusti. Inoltre conviene includere quelle che hanno almeno due gemme riproduttrici che andranno ad accelerare il processo di moltiplicazione delle radici.

57

Guarda il video

67

Dopo aver inserito ogni singola talea andiamo con i polpastrelli ad accompagnarle in profondità nella buca scavata. Procediamo quindi compattando poi il terreno circostante e picchettando con il palmo della mano, tenendola saldamente in posizione. Il terreno va poi subito inumidito, con una quantità di acqua non eccessiva, in attesa dello sviluppo di nuove radici. In genere occorrono un paio di mesi per formare le radici sane che daranno vita a gemme e foglioline rigogliose per allietare il nostro giardino, con una siepe degna dello stile tipicamente inglese.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Manteniamo le nostre siepi sempre ordinate utilizzando un tagliasiepi
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Il presente contributo è stato redatto dall'autore ivi menzionato a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e può essere modificato dallo stesso in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Banzai Media S.r.l., quale editore dello stesso, non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tale contributo e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala l'immagine o le immagini che ritieni inappropriate
Devi selezionare almeno un'immagine
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti