Come montare un lavabo sottopiano

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Avete la necessità di eseguire dei lavori in casa e, con l'occasione, volete cambiare anche il lavandino? Il lavabo sottopiano potrebbe essere un'ottima idea, particolarmente originale e molto diffusa al giorno d'oggi. Principalmente, si tratta di un tipo di lavabo che, al più, viene utilizzato nei bagni piuttosto che nelle cucine. Questi particolari modelli di lavabo sono pensati appositamente per rispondere a determinate esigenze. Ecco dunque come montare un lavabo sottopiano.

27

Occorrente

  • Pennarello o matita
  • Silicone
  • Viti
  • Trapano
  • Alcool denaturato
  • Sigillante siliconico
  • Dissipatore
  • Galletti
  • Dadi
37

Rimozione del top

Anzitutto, la prima operazione da compiere, consiste nel capovolgere prudentemente il top e poggiarlo sul pavimento sopra un panno morbido. Di conseguenza, la parte su cui andrete a procedere, sarà la parte inferiore del top. Una volta fatto ciò, poggiate con estrema cautela il lavabo in corrispondenza del buco e segnate, con un pennarello o una matita, i quattro punti (nord, sud, est, ovest) che andranno a ricordare l'esatta posizione. Lungo tutto il bordo, distendete un filo di silicone, preferibilmente bianco, facendo bene attenzione a non tralasciare nessuna parte del perimetro del lavabo.

47

Inserimento del lavabo

Adesso, è giunto il momento di rimetterlo sulla parte inferiore del top, utilizzando i punti precedentemente appuntati. Una volta inserito il lavabo, avvitate energicamente le placchette presenti al lavabo utilizzando delle viti, in modo da fissarlo definitivamente. In alternativa, per montare un lavabo sottopiano, misurate il lavandino per sapere quanto è grande il foro da eseguire. Oltre a ciò, assicuratevi che le misure del foro corrispondano perfettamente al lavello sottopiano, in maniera tale da installarlo correttamente. Inserite il lavello sottopiano nel foro quindi, con il lavello sottopiano in atto, contrassegnate le zone in cui dovrà essere perforato il piano.

Continua la lettura
57

Conclusione del lavoro

Successivamente, prendete il lavandino e utilizzate un trapano per realizzare i fori nei punti segnati, dopodiché pulite la superficie del piano con dell'alcool denaturato. Applicate un sigillante siliconico al labbro del lavandino e posizionate il dissipatore dal basso, centrandolo nella giusta posizione. Arrivati a questo punto, bloccate il lavello con un'estremità attraversando il foro di scarico sopra l'asse di legno, assicurandovi che il lavello sia nella posizione corretta. Inserite i galletti nelle teste delle viti e accertatevi che i dadi siano ben stretti; in caso contrario, stringeteli con la mano. Infine, installate i raccordi, introducete il rubinetto e collegate le linee di alimentazione, così come tutte le altre parti.

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Casa

Come montare un lavabo a muro

Non capita di rado di avere la necessità di sostituire o montare un lavabo a muro, questo si intende il classico lavandino che si trova in ogni bagno o lavanderia e può essere dotato o meno di una colonna che ne ricopre le tubature, anche se oggi quelli...
Casa

Come costruire un lavabo

Sicuramente il lavandino rappresenta uno di quegli accessori che non possono mancare in qualsiasi abitazione. In bagno, in cucina e in lavanderia il lavabo è indispensabile per le basilari funzioni igieniche che riveste. All'interno di questa semplice...
Casa

Come sostituire un lavabo

Sostituire un lavandino non è una procedura difficile che richiede particolari abilità tecniche. Ma comunque, seguendo attentamente la procedura indicata in questa guida sarà possibile eseguire la procedura senza il rischio di perdite ingenti di acqua....
Casa

Come realizzare un lavandino in muratura

In edilizia, il termine muratura sta a significare la tecnica che viene utilizza per costruire una parete in pietre naturali o artificiali, come ad esempio il mattone. Nel nostro caso andremo a vedere in questa guida i vari passaggi per poter realizzare...
Casa

Come montare un lavabo semincasso

Il lavabo semincasso è quel tipo di lavandino che sfrutta in parte un piano d'appoggio e permette di risparmiare spazio e aggiungere un tocco di stile moderno al bagno. Per montarlo, bisogna stare molto attenti a non rovinare il piano che potrebbe essere...
Casa

Come pulire lo scarico interno del lavabo

La pulizia del bagno e della cucina spesso viene fatta in maniera superficiale, rimuovendo le incrostazioni di calcare o di cibo. In realtà, nello scarico del lavandino, che sia quello della cucina o del bagno, finiscono una serie di rifiuti solidi....
Bricolage

Come utilizzare un vecchio mobile per un lavabo

In questo articolo, vogliamo aiutarvi a capire in che modo poter utilizzare un vecchio mobile per realizzare un lavabo. Proprio così, con le vostre mani e con il classico metodo del fai da te, riuscirete a creare tutto ciò, riuscendo anche a non spendere...
Casa

Come avere una doccetta nel lavandino

Le doccette sono dei complementi d'arredo molto utili in quanto possono supportare il rubinetto principale del lavandino; queste si possono trovare in commercio in materiali differenti e stili diversi, pronti a soddisfare tutti i gusti. La maggior parte...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.