Come piantare in vaso il sedano

tramite: O2O
Difficoltà: media
19

Introduzione

All'interno della presente guida, andremo a sviluppare una tematica molto interessante sotto il profilo del fai da te, in quanto andremo a spiegare ai lettori Come piantare il vaso il sedano, attività che potrebbe risultare utile, specie se si è appassionati del settore.
Apium graviolens, è questo il nome del sedano, un ortaggio che appartiene alla grande famiglia delle ombrellifere, utilizzato nella maggior parte dei casi in cucina, per la preparazione di ottime insalate, ma anche di zuppe, di minestre, di piatti sia freddi che caldi. La coltivazione del sedano è semplice, e può essere sviluppata in casa, all'interno di un vaso. Si può partire non solo dai classici semi, ma anche da una parte solitamente ritenuta come uno scarto, ovvero la base del gambo.
Così come è possibile coltivare cipolle partendo dalla conservazione della loro base o dagli ortaggi germogliati, una simile opzione è praticabile ance nel caso del sedano. Il sedano è infatti un ortaggio in grado di ricrescere facilmente dal proprio gambo, una volta che esso sia germogliato e che si siano formate nuove radici. Se desiderate accingervi a compiere questo esperimento, ricordatevi di conservare la base di un gambo di sedano, anziché scartarla. Ciò vi permetterà di avere a disposizione del sedano a costo zero. Conservando e piantando più basi dei gambi il raccolto di sedano nell'orto potrà avvenire in maniera regolare e frequente. Quest'attività non ha bisogno di un'attenzione eccessiva, e in più ci offre l'opportunità di risparmiare qualche soldino.

29

Occorrente

  • acqua
  • sedano
  • vaso medio con fori
  • ghiaia
  • cocci di terracotta
  • terriccio
  • caldo
  • forbici da giardino
39

Come abbiamo spiegato lungo il passo d'introduzione, ora andiamo a sviluppare il nostro discorso completo per spiegarvi Come piantare in vaso il sedano.
Questo esperimento funziona benissimo anche se il supermercato che userete dovesse esser acquistato al supermercato, tuttavia, vi consiglio di scegliere del sedano biologico che sia proveniente da orti contadini o di amici fidati, in quanto questo insospettabile ortaggio è stato considerato tra le maggiori vittime della presenza di residui di pesticidi. Poiché l'esperimento è molto semplice ed a costo zero, vale davvero la pena di mettersi all'opera.

49

Per piantare in vaso il sedano dovrete provvedere ad acquistare o reperire quattro cose fondamentali: un vaso di media grandezza con dei fori sotto, della ghiaia, del terriccio e il sedano. Tutte queste cose sono reperibili in un qualunque negozio di giardinaggio. Oltre a queste cose materiali, la pianta di sedano, per crescere sana e forte, ha bisogno di poca acqua, tanta luce e caldo. Quale stagione migliore dell’estate per piantare il vostro sedano?
Per prima cosa dovrete prendere il vaso che avete reperito di medie dimensioni e provvedere a coprire i fori, che servono per evitare che l’acqua ristagni nel vaso, ma se non coperti un pochino lasceranno passare tutta l’acqua che versate nella vostra pianta per annaffiarla. Ci sono due modi per compiere questa semplice operazione.

Continua la lettura
59

La cosa più semplice da fare è mettere sul fondo del vaso uno strato di ghiaia, che coprirà i fori, lasciando comunque penetrare l’acqua nelle radici della pianta. In alternativa potete coprire i fori con dei cocci di un altro vaso di terracotta che non utilizzate più.
Una volta coperti i fori del vaso, utilizzando il metodo che vi è più consono, dovrete aggiungere il terriccio fino al bordo del vaso. Soltanto ora è giunto il momento di piantare il vostro sedano.

69

L’ideale sarebbe avere una pianta di sedano da piantare con del terriccio attaccato alle radici perché in questo modo la pianta soffrirà meno il trapianto e si adatterà prima e meglio alla nuova ubicazione, ma questo è solo un dettaglio.
Fate una buca di una decina di cm al centro della terra che avete messo in vaso, prendete la pianta di sedano con le sue radici e inseritela al centro della buca. Poi procedete il vostro lavoro di giardinaggio coprendo bene le radici e quindi chiudendo la buca. Una volta che sarete giunti a questo punto, con la vostra pianta inserita all'interno di un vaso, dovrete posizionare il vaso stesso in un luogo dove il caldo e la luce siano a disposizione della pianta.

79

Se è inverno vi consiglio di tenerla in casa vicino a una finestra, ma non dove filtrano direttamente i raggi solari, se invece fate questo lavoro nella stagione calda potrete metterla in terrazzo.
L’ultima cosa che dovete sapere sul sedano riguarda l’acqua di cui necessita. Ha bisogno di innaffiature costanti, ma diradate nel tempo. Potrete regolarvi tastando il terriccio che dovrà rimanere sempre umido, ma mai bagnato. Se volete cogliere un po’ del vostro sedano per portarlo in tavola vi consiglio di usare le forbici da giardino tagliando le foglie alla base e in senso diagonale partendo da quelle più esterne.
Per concludere, vi consiglio ulteriori approfondimenti che possano fornirvi altre informazioni rispetto a quelle inserite all'interno di questi cinque passi della nostra guida. Eccovi il link: http://www.viversano.net/alimentazione/mangiare-sano/il-sedano-le-proprieta-terapeutiche/.
Ora non mi resta che augurarvi un buon lavoro.

89

Guarda il video

99

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come piantare l'ulivo

Avere il pollice verde è un'attitudine che non può essere trasmessa o imparata. La passione per le piante è comunque sempre più diffusa. In questa guida avremo l'opportunità di vedere come piantare una pianta molto diffusa soprattutto nell'area mediterranea....
Giardinaggio

Come piantare un'azalea

L’azalea è una pianta ornamentale di tipo perenne ideale per aiuole e giardini, e si adatta a qualsiasi clima producendo dei fiori e foglie di particolare bellezza spesso anche multicolori, con sfumature di rosso, bianco, rosa e giallo. Le azalee sono...
Giardinaggio

5 suggerimenti per piantare i bulbi

Quanto ci piacerebbe poter sfoggiare un giardino fiorito e rigoglioso? Sicuramente moltissimo, ma non possediamo il proverbiale "pollice verde" per realizzare questo nostro desiderio. Anche se non siamo delle guru del giardinaggio però possiamo comunque...
Giardinaggio

Come piantare i bulbi di gladiolo e le piante rampicanti di clematide

Il gladiolo è un fiore longilineo, elegantissimo, splendido: è adatto ai grandi vasi ma in un giardino è difficile trovargli una collocazione, tranne che per alcune specie che costituiscono un'eccezione. Nel campo della floricoltura, il gladiolo ha...
Giardinaggio

Come piantare un frutteto e quali piante scegliere

In questa guida, dedicata soprattutto al giardinaggio, vi spiegherò come piantare un frutteto e nel contempo quali piante scegliere. Oltre ad avere ottimi prodotti, godrete anche di un bellissimo spettacolo della natura. Procedere non è proprio semplicissimo,...
Giardinaggio

Come piantare gli alberi da frutto

Gli alberi da frutto donano un risultato impeccabile non solo al nostro fabbisogno proteico ma anche a quelli che saranno dei veri e propri risultati appagati dal nostro duro lavoro nel piantarli. Chiunque di noi abbia la possibilità di disporre di un...
Giardinaggio

Come piantare degli alberi d'ulivo in giardino

Gli alberi d'ulivo sono particolarmente diffusi nell'area mediterranea dove, grazie ai suoi frutti, viene prodotto un olio tra i migliori dell'intera Europa. L'ulivo è una pianta molto longeva, che necessita di spazio dal momento che raggiunge dimensioni...
Giardinaggio

Come piantare i tenerumi

I tenerumi sono i germogli e le foglie tenere delle zucchine lunghe. In botanica il nome specifico della pianta che produce i tenerumi è zucca lagenaria. I tenerumi fanno parte della cucina tradizionale siciliana. Il sapore succulento di questi germogli...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.