Come potare gli alberi di melo

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il melo è uno degli alberi da frutto più diffusi in Italia, soprattutto nelle regioni settentrionali. Robusto e vigoroso, ha una crescita piuttosto lenta rispetto ad altri alberi da frutto. Una volta raggiunta l'età adulta, il melo offre una produzione regolare e molto abbondante. Pur essendo una specie botanica rustica e resistente, il melo necessita di cure appropriate per crescere sano e rigoglioso. Una di queste, consiste nel potare regolarmente i suoi rami. Le tecniche di potatura variano in funzione dello scopo che si intende raggiungere: infatti, si possono potare gli alberi di melo per stimolarne la produzione o per regolarne la crescita. Inoltre, nel potare gli alberi di melo, bisogna considerare l'età e le condizioni generali delle piante. Il periodo migliore per potare gli alberi di melo sono l'inizio dell'autunno e la fine dell'inverno. Nel primo caso, le piante entrano nel riposo vegetativo. Nel secondo, invece, non rischiano di subire gelate improvvise. In questa guida, illustrerò come potare gli alberi di melo nella maniera corretta.

26

Occorrente

  • Cesoie troncarami
  • Scala
  • Guanti di protezione
  • Forbici da giardino
36

Praticare la cimatura dell'astone

Prima della messa a dimora degli alberi di melo, deve essere praticata la cimatura dell'astone. Quest'operazione stimola la ramificazione primaverile. Prima di potare, è necessario scegliere i germogli che formeranno il primo cesto basale, dopodiché si recidono i rami più vigorosi. Nel periodo estivo, si piegano i rametti per alleggerire la chioma, mentre nel secondo e terzo anno, si individuano i nuovi germogli per costituire gli altri cesti. Contemporaneamente, si rimuovono le branche vigorose poste all'interno dei cesti. Tale tecnica, consente agli alberi di melo di entrare nella vera e propria fase di produzione.

46

Potare gli alberi di melo per aumentare la produzione di frutti

La potatura di produzione, invece, è ben diversa dalla precedente. Con questa, occorre potare gli alberi di melo per aumentare la produzione di frutti. Al tempo stesso, si mantiene una forma sana di allevamento. Per potare in maniera proficua, occorre distinguere i vari rami. I dardi sono rami di un anno non produttivi che, durante l'anno successivo, si trasformano in lamburde fiorifere.

Continua la lettura
56

Diradare alcune ramificazioni giovani

Queste sviluppano una gemma fruttifera mista all'apice. Successivamente, il rigonfiamento che si forma si chiama borsa. La si può potare o lasciare intatta per il ciclo annuale successivo. In questo modo, si svilupperanno nuovi dardi e lamburde. I rami di quattro anni, cioè zampe di gallo, devono essere potati, perché producono frutti davvero minuscoli. Infine, nel potare a scopo produttivo, è bene diradare alcune ramificazioni giovani. Altre, invece, possono essere lasciate intatte. Buon lavoro!

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Evitare di potare il melo durante i periodi più freddi, ossia quando la temperatura scende sotto lo zero.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come coltivare un melo bonsai

Avere in casa molte piante e poterle coltivare è un po' la passione di molte persone che vorrebbero avere sempre un giardino ben colto. Molto spesso quando ci prendiamo cura di una pianta non sempre riusciamo ad ottenere i risultati sperati. Questo magari...
Giardinaggio

Come coltivare un melo in giardino

La mela è uno dei frutti più apprezzati e che può essere consumato per tutto l'anno. Decidere di coltivare un melo nel proprio giardino significa poter mangiare frutti sani e deliziosi, nonché mettere alla prova il proprio pollice verde. Nella seguente...
Giardinaggio

Come coltivare gli alberi da frutto: il melo

Oggi vedremo qualche utile consiglio per sapere come coltivare i più famosi e diffusi alberi da frutto: in particolar modo, parleremo del melo. Il melo è uno di quegli alberi da frutto che presenta una meravigliosa e folta chioma, unica poiché ricca...
Giardinaggio

Come Coltivare Il Melo Da Fiore

Oggi in questa guida tratteremo nel dettaglio la coltivazione del melo da fiore. Questa particolare pianta appartiene al genere "malus", piccoli arbusti a foglia caduca che in maturità raggiungono tra i 4 e gli 8 metri d'altezza. Originario dell'emisfero...
Giardinaggio

Come coltivare un melo in vaso

Gli alberi da frutto vengono sempre immaginati all'interno di un frutteto. Tanto che, molti rinunciano a prendere l'iniziativa di coltivarli. Il primo dubbio più frequente viene rivolto allo spazio che dovrà occupare la pianta. Ma nulla è impossibile!...
Giardinaggio

Come annaffiare gli alberi di melo

Il melo è una delle piante fruttifere maggiormente conosciute, coltivata nelle regioni temperate: sono alberi resistenti e riescono a raggiungere i 10 metri di altezza, hanno bisogno di molta acqua per produrre i loro frutti e il loro ambiente non deve...
Giardinaggio

Come Liberarsi Del Problema Dell' Afide Grigio Del Melo

Il melo è tra le piante da frutto maggiormente coltivate, di aspetto gradevole, decora elegantemente un giardino ed i suoi frutti sono sempre graditi. Purtroppo però come per la maggior parte di alberi da frutto, necessita di costante manutenzione....
Giardinaggio

Come impiantare e ancorare al terreno un albero di melo

Se abbiamo deciso di impiantare ed ancorare al terreno un albero di melo, prima di eseguire il lavoro, dobbiamo assicurarci di espletare alcuni importanti fattori preliminari, e nel contempo seguire delle line guida specifiche atte a massimizzare il risultato...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.