Come potare il pesco noce

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La potatura è una fase importantissima della coltivazione; ometterla o realizzarla in maniera errata può infatti determinare non soltanto un prossimo raccolto insoddisfacente, ma addirittura compromettere la vita della pianta. Per questo motivo è bene documentarsi a fondo sulle diverse tecniche richieste per ciascuna di esse. In questa guida vedremo come potare al meglio un pesco noce.

26

Occorrente

  • Attrezzi da giardinaggio
36

Le fasi

Innanzitutto bisogna sapere che la potatura del pesco noce avviene in fasi diverse e nel corso dell'anno va effettuata più volte agendo in maniere altrettanto differenti. Durante i primi 4 anni, la potatura d'inverno va fatta per consentire all'albero di formare rami più robusti e per dare una forma desiderate e rimuovendo i rami che ostacolano lo sviluppo regolare della chioma e quelli che impediscono alla luce e all'aria di penetrare nelle parti più interne. Una volta che l'albero ha cominciato a fruttificare, fare delle potature anche durante l'estate, al fine di favorire la formazione di nuove gemme fiorali. I tagli di potatura estivi devono essere fatti immediatamente sopra una gemma fiorale, mentre quelli invernali vanno fatti al di sopra di una gemma vegetativa. Le gemme fiorali sono facilmente riconoscibili perché, sono più gonfie e arrotondate, rispetto a quelle vegetative che invece appaiono più piccole e appiattite sul ramo.

46

Strumenti da usare

Per la potatura usare sempre cesoie ben affilate ed eseguire un taglio inclinato nella stessa direzione della gemma che si lascia subito sotto, non lasciare un pezzo di ramo al di là di tale gemma, perché in breve morirebbe. Durante le potature estive (a fine luglio e inizio agosto) tagliare i getti principali di un terzo o di metà della loro lunghezza, i getti laterali vanno invece tagliati in modo da lasciare tre o quattro gemme.

Continua la lettura
56

Fare attenzione alla raccolta

Infine è bene portare all'attenzione del lettore un'ultima notazione relativa alla raccolta vera e propria. Questo momento ha un'importanza pari a quella delle tecniche di potatura dato che un errato procedimento può compromettere la salute e la fertilità della pianta. A maturazione avvenuta il frutto dovrà essere staccato dal ramo avendo cura di evitare che ruoti su se stesso. Sarà possibile effettuare il raccolto per un periodo di tempo oscillante tra le due e le tre settimane. Si consiglia poi a non consumare immediatamente i frutti i quali invece, dopo essere stati staccati dal ramo, dovranno essere lasciati a riposo per circa tre giorni.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • La coltivazione di una pianta richiede cura e attenzione costante; mai trascurare l'osservazione e l'esame di ogni sua parte. Soltanto così si potrà tempestivamente rimediare a qualsiasi problema che si verifichi.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come innestare un pesco

Poeti, cantautori e pittori gli hanno dedicato versi e dipinti. Il pesco è un albero da frutto bellissimo e capace di produrre fiori e frutti meravigliosi. L'antica e saggia cultura orientale considerava il pesco un simbolo d'immortalità. Avere un pesco...
Giardinaggio

Come potare un oleandro

L'oleandro è una bellissima pianta molto profumata e colorata. I suoi fiori possono avere di colori che vanno dal bianco candido al rosa, sino al rosso e al ciclamino. Gli oleandri crescono velocemente e necessitano quindi di essere potati spesso per...
Giardinaggio

Come potare il verde di un albero da frutto

Con la parola "potatura verde" ci si riferisce ad alcune specifiche pratiche della potatura attraverso la quale si va a sfoltire la chioma di tutte le piante da frutto. Questo serve a favorire il graduale rinnovamento di quest'ultima ed una maggiore produzione...
Giardinaggio

Come potare l'albero di susino

I susini sono una bella aggiunta a tutto il paesaggio, ma senza un'adeguata manutenzione possono diventare un peso piuttosto che un vantaggio. Anche se la potatura di un susino non è difficile, è però molto importante soprattutto per quanto riguarda...
Giardinaggio

Come potare le ortensie

Le ortensie sono bellissime piante che fioriscono in estate e che abbelliscono i giardini con i loro fiori colorati. In autunno, i fiori appassiscono completamente e la pianta si prepara all'inverno. L'arrivo della primavera deve trovare l'ortensia pronta...
Giardinaggio

Come Potare Un Mirabolano

Il Mirabolano appartiene al genere Prunus (come ciliegio, albicocco ecc.), ed è originario della penisola Balcanica, chiamato anche rusticano grazie alla sua adattabilità. È un arbusto dalla chioma aperta che può raggiungere gli otto metri di altezza;...
Giardinaggio

Come potare le piante per avere una fioritura più rigogliosa

La potatura serve per favorire una crescita di gemme e quindi una fioritura più rigogliosa. In natura non è necessaria in quanto il vento e gli agenti atmosferici continuamente eliminano i rami ormai vecchi e rovinati. I nostri giardini non sono un...
Giardinaggio

Come potare i cespugli di ribes rosso, ribes bianco e uva spina

I ribes sono bacche succose e profumate, ma dal sapore acidulo, ottime per le confetture. La potatura dell' arbusto è simile per tutte e tre le piante e se viene fatta correttamente possiamo ottenere una piena produzione già dal terzo anno e per questo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.