17

Come potare la bouganville

tramite: O2O
Difficoltà: facile

Introduzione

La pianta chiamata Bouganville appartiene alla famiglia delle Nyctaginaceae che, appartengono all'ordine delle Caryophyllales, a loro volta. Vista la sua natura cespugliosa e rampicante, risulta essere veramente perfetta per ricoprire pergolati e pareti. La potatura di ogni pianta è un momento essenziale nella vita dei vegetali, perciò è importante saperla fare alla perfezione. Essa ha origini sud americane, ed è molto diffusa specialmente in Brasile, dove fu scoperta nella metà del Settecento da Philibert Commerson. Egli era un famoso francese botanico, il quale le attribuì tale nome in omaggio al capo di quella spedizione scientifica, e cioè Luis Antoine de Bouganville. Oggigiorno, se ne conoscono diciotto specie circa. In questo tutorial che vi proponiamo oggi, a questo proposito, vi spiegheremo come potare nella giusta maniera la Bouganville. Buona lettura e buon lavoro!

27

Occorrente

  • informazione
  • attrezzatura
37

Vi indichiamo come dovrete potare la Bouganville

Come tutte le piante, anche la Bouganville, siccome è cespugliosa e rampicante, ha bisogno di essere potata, perché tale pratica è in grado di favorire la respirazione della pianta, facendole ricevere la luce al meglio. Se pensate di potare la pianta di Bouganville, occorre fare un'attenzione particolare al periodo dell'anno nella quale la farete: il giusto momento è, infatti, quello che va dalla fine del mese di febbraio all'inizio della primavera, cioè prima che la pianta cominci a fare i germogli. La potatura della Bouganville non è esageratamente complessa da eseguire, e consiste fondamentalmente nel togliere i rami secchi e quelli che sono spezzati. Inoltre la dovrete sfoltire un po' nella chioma e la dovrete accorciare nei principali rami.

47

Vi spieghiamo la modalità di potatura

Quando parliamo di potatura, come solito, occorre creare dei tagli che siano precisi e secchi, facendo in modo da non realizzare troppe "ferite" alla pianta. Dovrete quindi usare delle forbici ben affilate da giardino, quindi dovrete procedere togliendo tutti i rami che sembrano già deboli all'apparenza, che sono secchi e vigorosi, i quali hanno avuto il gelo durante la stagione invernale. Li dovrete recidere iniziando dal punto esatto dove cominciano a distanziarsi dal tronco. Dovrete prendere i rami principali, poi dovrete ridurne la dimensione di circa un terzo rispetto alla totale lunghezza.

Continua la lettura
57

Vi spieghiamo come potare i rami biforcati

Se vedete che ci sono dei rami biforcati, dovrete continuare togliendo tutti quelli che sembreranno meno forti partendo proprio dal punto dove comincia il ramo a svilupparsi. È buona regola, infine, diradare tutti i rami cominciando dalla biforcazione, facendo in modo che i nuovi rami ed anche i germogli nuovi possano crescere al meglio ed anche maggiormente veloce. Risulta essere inoltre particolarmente importante vedere che il periodo di potatura potrà essere influenzato dalla zona climatica. Per le Boungaville, che vivono in zone calde, sarà possibile prevedere due interventi di potatura: uno che dovrà fatto nel periodo indicato in precedenza, mentre il secondo intervento, dovrà essere molto più leggero, e lo dovrete fare durante il periodo seguente la fioritura.

67

Guarda il video

77

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:
17

Come curare la Bouganville

tramite: O2O
Difficoltà: facile

Introduzione

La Bouganville è una pianta rampicante, resistente al caldo. Esiste in diverse varianti di colore. Capita spesso di vederla fiorita su molti balconi, visto che non richiede cure particolari. La Bouganville è una pianta adatta anche a chi non ha grande dimestichezza con il giardinaggio. Prendersi cura di una Bouganville è un lavoretto abbastanza semplice, veloce e alla portata di tutti. Grazie a questa guida vedremo come coltivare e curare al meglio una Bouganville.

27

Occorrente

  • terreno fertile, profondo e fresco
  • utensili da giardinaggio
37

Innanzitutto c'è da fare una precisazione. La Bouganville va piantata nelle zone del nostro territorio a clima caldo. Quindi la Bouganville si adatta con maggiore facilità al clima delle zone del centro e del sud Italia. Scegliamo con criterio il terreno in cui piantare questa meravigliosa pianta. L'ideale è optare per un terreno fertile, profondo e fresco. Controlliamo attentamente che il terreno abbia un alto contenuto di sabbia. In questo modo assicureremo alla Bouganville un ottimo drenaggio delle acque. In caso contrario, l'acqua accumulata farà marcire le radici della Bouganville e la pianta stessa. L'esposizione è un altro fattore da controllare con attenzione. Scegliamo una posizione, in vaso o nel terreno, in cui il sole possa illuminare la Bouganville in modo diretto almeno per 4 ore al dì.

47

Nelle zone climatiche con temperature più rigide, bisogna irrigare in modo modesto la Bouganville per tutto il periodo estivo. Nelle zone climatiche più calde invece, basterà annaffiarla in modo abbondante soprattutto nei mesi di giugno, luglio ed agosto. Nel caso in cui avessimo piantato la Bouganville nel terreno, sospendiamo l'irrigazione nei mesi invernali. Si consiglia inoltre di utilizzare il fertilizzante con intervalli di 15 giorni. Optiamo per un fertilizzante liquido, così da miscelarlo con l'acqua d'irrigazione. Così facendo, la Bouganville apparirà più rigogliosa e verde.

Continua la lettura
57

Per quanto riguarda invece la potatura, ricordiamoci di accorciare tutti i germogli principali di circa 1/3. In primavera, invece, tagliamo i rametti secchi e danneggiati per il freddo. Ricordiamoci la possibilità di ricavare delle talee legnose di circa 8 cm per la riproduzione. Successivamente piantiamo le talee di Bouganville all'interno di un composto di torba e sabbia. Conserviamo in questo modo le talee, per circa 3 settimane ad una temperatura maggiore a 20 gradi. Successivamente possiamo trapiantarle direttamente per avere una nuova Bouganville splendida!

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Prestiamo attenzione alla scelta del terreno e del fertilizzante
Alcuni link che potrebbero esserti utili:
16

Come fare una talea di una bouganville

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: facile

Introduzione

La bouganville è una bellissima pianta dalle origini brasiliane. I suoi piccoli fiori delicati e la sua struttura da rampicante, la rendono una pianta ornamentale perfetta e di grande effetto. Il suo fogliame scuro e ricco e la florida produzione di fiori, fanno della bouganville, la pianta ideale per decorare con eleganza. Per ricreare nel nostro giardino deliziosi punti impreziositi da questa bellissima e lussureggiante pianta, dobbiamo procedere con la sua moltiplicazione. Andiamo allora a scoprire insieme come fare una talea di una bouganville.

26

Occorrente

  • Lama affilata e sterilizzata
  • Vaso
  • Sacchetto di plastica
36

Per creare una talea di una buoganville, i periodi perfetti per prelevarle con successo sono due durante l'anno. Possiamo quindi procedere sia durante l'inverno, prelevando la talea a gennaio, sia in estate e più precisamente durante il mese di agosto. Quando decidiamo di effettuare la nostra talea durante il periodo estivo, assicuriamoci di prelevare rami di una lunghezza pari a sette centimetri e ricavata da rami semiduraturi. Per una talea invernale invece, la lunghezza da prelevare sarà di quindici centimentri circa e sarà effettuata da rami maturi.

46

Procediamo ora con la corretta esecuzione della talea della nostra bouganville. Andiamo quindi a tagliare immediatamente sotto il nodo. Seguiamo quindi andando a rimuovere le foglie situate più in basso, lasciando invece quelle poste in alto. Ricordiamo che per una buona riuscita del processo, la talea va prelevata da una pianta robusta ed in ottima salute. Procediamo con un taglio obliquo, in questo modo daremo alla talea una maggiore superficie per la perfetta radicazione della pianta. Inoltre, questo tipo di taglio, evita che l'acqua possa accumularsi, danneggiando la talea.

Continua la lettura
56

Per effettuare una talea perfetta di una bouganville, utilizziamo una lama che sia ben affilata. Questo accorgimento serve ad evitare tagli che sfilaccino il ramo. Facciamo poi attenzione che la lama sia sterilizzata (preferibilmente mediante fiamma) e quindi impossibilitata a veicolare infezioni alla pianta. Una volta ottenuta la nostra talea, andiamo a sistemarla a dimora in una composta formata da torba e sabbia grossolana. Buchiamo quindi la supeficie del terriccio dove andremo ad inserire la nostra talea. Una volta posizionata, ricompattiamo con delicatezza il terriccio. A questo punto, andiamo a coprire il vaso contenente la nostra talea con un sacchetto sistemato come un cappuccio. Posizioniamo quindi il vaso all'ombra ad una temperatura di circa diciotto gradi. Manteniamo il terriccio sempre umido, senza bagnare mai direttamente la talea di bouganville. Procediamo poi giornalmente a rimuovere il sacchetto, questo per eliminare la condensa che si è formata. Dopo circa tre settimane, inizieranno a comparire i primi germogli. Questo è il segnale che la nostra talea ha finalmente radicato! Possiamo quindi rimuovere il sacchetto e spostare il vaso in una zona più luminosa. Quando la talea sarà abbastanza robusta, possiamo trasferirla nel vaso definitivo o a terra.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Per una maggiore possibilità di riuscita, preleviamo più di una talea di bouganville
14

Come rinvasare una bouganville

tramite: O2O
Difficoltà: media

Introduzione

La bouganville è una pianta perenne originaria delle regioni tropicali e sub-tropicali del Centro e Sud America che viene utilizzata per diversi scopi. Ha delle foglie verde brillante disposte in modo alternativo lungo gli steli, ognuno dei quali porta tre fiori neri e sei brattee rosa o viola. La bouganville può essere coltivata anche in casa o in giardino dal momento in cui richiede una bassissima manutenzione. Così come tutte le altre piante, può crescere molto rapidamente e quindi prima o poi è necessario utilizzare un contenitore più grande. Vediamo allora come rinvasare una bouganville.

24

Rimuovere la pianta dal vaso e ispezionare il suo apparato radicale. In particolare, è necessario individuare il punto in cui le radici più sottili sono attaccate alla pianta madre attraverso una rete opaca di radici carnose. L'obiettivo è di tagliare le radici singole separate per rinvaso, lasciando una porzione della radice principale legata ad ogni pianta. Perdere qualche radice è inevitabile, ma la maggior parte delle piante sopravvive bene a questa operazione.

34

Battere con la mano sul fondo del vaso e, se alcune radici non accennano a staccarsi, tentare delicatamente con un raschietto affilato facendo sempre attenzione a non tagliarle. Una volta liberata la pianta, rimuovere eventuali foglie morte dagli steli; durante questo passaggio la bouganville potrebbe rilasciare un po' di liquido, ma non è il caso di preoccuparsi. Trattare le radici della pianta con uno stimolante in modo da ridurre notevolmente le probabilità che possa morire.

Continua la lettura
44

Riempire il nuovo vaso con del terriccio e scavare un buco la cui grandezza deve essere proporzionale alla dimensioni della pianta. A seconda di quanto è grande il nuovo contenitore, è possibile piantare fino a tre piante. Se si piantano più piante in uno stesso vaso, probabilmente occorrerà rinvasarle di nuovo nel giro di poco tempo; per questo motivo, è consigliabile inserire ogni singola pianta in un vaso diverso. Posizionare prima la pianta madre, per poi aggiungere quelle più piccole su un fianco. In alternativa, è possibile inserire le piante più piccole insieme in dei vasi adeguati alle loro dimensioni. Lasciarle così per una notte e, il giorno successivo, riempire il vaso con una combinazione di terriccio e sabbia (o perlite). Per fornire abbastanza nutrizione per un'intera stagione, così come un buon drenaggio, utilizzare pari quantità di terriccio e sabbia e riempire il vaso per due terzi della sua altezza.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.