Come potare le rose sfiorite

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

A tutti quanti piacono le rose, in quanto rappresentano il simbolo dell'amore, oltre a sottolineare un grande gesto di tenerezza oppure semplicemente un momento elegante. La rosa più conosciuta e coltivata al mondo è quella rossa. Il problema di proteggere questi fiori e farli crescere in un ambito perfetto per loro sarebbe la propria preoccupazione. La rosa rappresenta una pianta che produce degli intensi fiori profumati oppure inodori, e di vari colori. Le sue foglie sono di forma ovale oppure a lancia, oltre ad essere di un colore verde lucido. Esiste un tipo di cui si prepara la marmellata di rose. Queste ultime sono piccole e generalmente hanno un colore rosso, con un profumo specifico molto dolce. Per mantenere un rosaio sempre vivace, è necessario procedere con un'adeguata potatura. In questa semplice ed esauriente guida andremo a spiegare come è possibile potare le rose sfiorite.

24

Essendo impossibile recuperare una rosa sfiorita, è forzatamente necessario andare a rimuoverla tagliandola fino alla parte bassa in corrispondenza del ramo. Se su quest’ultimo non vengono notati altri getti di rosa, è fondamentale potarlo per più della metà, in modo tale che i nuovi rami consentiranno alla rosa di fiorire in condizioni ottimali l'anno successivo. Nei passi successivi di questa guida andremo a vedere altri importanti dettagli su come potare le rose sfiorite.

34

La maggior parte delle piante di rose devono essere potate nel periodo estivo dopo la fioritura. Innanzitutto è necessario cominciare tagliando i vecchi rami ed i rametti secondari, per poter ottenere un elevato numero di germogli in previsione dell’anno successivo. Se la pianta è abbastanza giovane, la fase di potatura deve essere ripetuta nel periodo invernale. Per potare in modo corretto è necessario munirsi della classica cesoia da giardinaggio eseguita a due lame contrapposte ed appositamente studiate per ottenere un taglio netto ed inclinato. Infatti si ottiene direttamente un angolo a quarantacinque gradi. Tutto questo deve essere eseguito con molta cautela, e se oltre ai fiori si dovessero notare anche dei rami morti oppure deboli, è buona regola andare ad asportarli. Per concludere è preferire tagliare immediatamente i fiori appassiti per evitare che, maturando, formino una capsula con semi e sottraggono vigore ai boccioli e all'intera pianta.

Continua la lettura
44

Questa tecnica deve essere eseguita per poter salvaguardare le rose sfiorite, coltivate in vasi oppure in cassette. Tuttavia, quando si presentano dei rosai ad alberello (ossia ibridi) la potatura consiste nell'asportare immediatamente i rami che contengono un elevato numero dei cosiddetti succhioni selvatici, che tolgono linfa vitale ai fiori. Per evitare, pertanto, il loro espandersi ed avere un rosaio poco produttivo e dei fiori con una durata di vita inferiore, il processo della potatura rappresenta un’operazione praticamente indispensabile per poter salvaguardare la vita della pianta e per farla crescere nel miglior modo possibile.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come potare il rododentro, il geranio e la rosa

La potatura è uno degli aspetti più importanti riguardanti la "manutenzione" dei fiori ornamentali all'interno delle nostre case. Questa operazione serve a salvaguardare i fiori, e infatti è in grado di risolvere numerosi problemi di salute che colpiscono,...
Giardinaggio

Come potare le piante per avere una fioritura più rigogliosa

La potatura serve per favorire una crescita di gemme e quindi una fioritura più rigogliosa. In natura non è necessaria in quanto il vento e gli agenti atmosferici continuamente eliminano i rami ormai vecchi e rovinati. I nostri giardini non sono un...
Giardinaggio

Come potare un albero alto

Effettuare i corretti interventi di potatura per gestire il verde nel proprio giardino è estremamente gratificante. Non solo si risparmia, ma si impara a conoscere meglio le caratteristiche delle specie vegetali che popolano lo spazio intorno alla casa....
Giardinaggio

Come potare i viburni

Per chi non li conoscesse, i viburni altro non sono che delle bellissime piante ornamentali, che molto spesso vengono utilizzate ed impiegate, per la realizzazione di una siepe d’effetto. Infatti per la loro conformazione e riempitura, donano un effetto...
Giardinaggio

Come potare il ciliegio

Gli alberi da frutto necessitano di regolari potature, e il ciliegio non fa eccezione. Se si esegue l'operazione nel modo idoneo, i vantaggi saranno evidenti. La pianta produrrà frutti in abbondanza, vivrà più a lungo e si manterrà sana. In pratica,...
Giardinaggio

Come e quando potare l'albicocco

L'albicocco o albero di albicocche ( Prunus Armeniaca) è un albero, della famiglia delle Rosacee.Una volta piantato, in giardino o in un vaso capiente, impiega un paio di anni per svilupparsi e per produrre i frutti. All'inizio le fioriture saranno modeste,...
Giardinaggio

Come potare un albero di ginkgo

Il Ginkgo è una delle piante arborie più belle tra le conifere. L'albero appartiene alla famiglia delle Ginkgoaceae e ha origini molte antiche. La sua altezza varia dai 30 ai 40 metri ed è molto longevo. Il suo tronco è eretto e robusto. Quando la...
Giardinaggio

Come potare la magnolia

Con il nome di magnolia (famiglia magniolaceae) si intende un genere di piante comprendente circa 80 fra diverse specie di alberi e arbusti. Alcuni sono sempreverdi (come la varietà Grandiflora), altri decidui(come la Liliflora). In talune varietà,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.