Come Potare Un Melo

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
17

Introduzione

Ogni pianta come ogni albero da frutto, necessita di una corretta potatura. Molti sono gli alberi da frutto che devono essere potati per poter produrre i frutti migliori. I meli grandi per esempio, sono molto belli da vedere ma, se trascurati, tendono a diventare ricurvi e nodosi al punto di diventare non solo brutti, ma anche privi di frutta. Per questa ragione occorre dedicare loro cure e soprattutto bisogna effettuare varie potature, tenendo conto che per rivitalizzare un melo vecchio ed incentivarne la rifruttificazione potrebbero volerci anche degli anni. Ecco quindi come procedere per potare un melo.

27

Occorrente

  • Sega elettrica
  • Cesoie
37

Le dimensioni

È importante sapere che il melo è uno degli alberi da frutta più coltivati in Italia, con dimensioni medio-grandi, che si aggirano anche intorno agli 8-10 metri. Per mantenere il suo stato fruttuoso, la prima cosa da fare è quella di rimuovere tutti quei cespugli, arbusti o alberi che ne affollano il perimetro attorno al melo e lo soffocano visto che, il melo predilige il pieno sole.
Il miglior momento dell'anno per procedere con la potatura e garantire un fruttuoso raccolto è in marzo o aprile, cioè quel periodo dopo l'abbondante freddo dell'inverno che annuncia la primavera.

47

La chioma

Liberate quindi la parte interna della chioma del melo, per diradare qualsiasi zona d'ombra sull'albero, potando dalla cima della chioma verso il basso. Al fine di massimizzare la luce solare e l'aria nel centro della pianta, il taglio deve essere sempre netto. È consigliabile ricorrete ad utensili grandi e incidere con pochi tagli ma decisi che tanti e piccoli, come cesoie ed attrezzi dalle lame ben affilate.

Continua la lettura
57

Il ramo morto

Eliminate ogni ramo morto, morente o malato e procedete eliminando almeno un ramo di ogni coppia che si intreccia, così anche per ogni ramo inclinato, cercando di lasciare quelli che presentano un'angolazione verso l'alto, in modo tale da stimolare la crescita di quelli che si sviluppano verso l'esterno. Spuntate circa un terzo della crescita in eccesso e ripetete il processo di cimatura di un terzo della sovra crescita per i 2 anni seguenti. Ricordate che al melo sono occorsi parecchi anni per svilupparsi in quella forma, quindi non sarebbe salutare cercare di modificarlo completamente in un solo anno, ma è consigliato semplicemente dargli la giusta potatura minima, così da goderne i risultati più che buoni. Con questi piccoli consigli, riuscirete a potare al meglio il vostro albero e a renderlo ogni anno pieno di frutta.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Potate il melo con precisione.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come coltivare un melo bonsai

Avere in casa molte piante e poterle coltivare è un po' la passione di molte persone che vorrebbero avere sempre un giardino ben colto. Molto spesso quando ci prendiamo cura di una pianta non sempre riusciamo ad ottenere i risultati sperati. Questo magari...
Giardinaggio

Come coltivare un melo in giardino

La mela è uno dei frutti più apprezzati e che può essere consumato per tutto l'anno. Decidere di coltivare un melo nel proprio giardino significa poter mangiare frutti sani e deliziosi, nonché mettere alla prova il proprio pollice verde. Nella seguente...
Giardinaggio

Come coltivare gli alberi da frutto: il melo

In questa breve guida composta da tre passi, ci inoltreremo nella tematica della coltivazione, con un'attenzione specifica sugli alberi da frutto. Come avrete potuto notare tramite la lettura del titolo che accompagna la nostra guida, ora andremo a spiegarvi,...
Giardinaggio

Come Coltivare Il Melo Da Fiore

Oggi in questa guida tratteremo nel dettaglio la coltivazione del melo da fiore. Questa particolare pianta appartiene al genere "malus", piccoli arbusti a foglia caduca che in maturità raggiungono tra i 4 e gli 8 metri d'altezza. Originario dell'emisfero...
Giardinaggio

Come coltivare un melo in vaso

Gli alberi da frutto vengono sempre immaginati all'interno di un frutteto. Tanto che, molti rinunciano a prendere l'iniziativa di coltivarli. Il primo dubbio più frequente viene rivolto allo spazio che dovrà occupare la pianta. Ma nulla è impossibile!...
Giardinaggio

Come coltivare il melo e il pero

Il pero e il melo sono due alberi in grado di produrre dei frutti davvero squisiti, decorativi, ricchi di vitamine e di sali minerali. Si tratta di piante antichissime che, nei tempi passati, colmavano solamente le terre tra la Turchia e Russia e quelle...
Giardinaggio

Come annaffiare gli alberi di melo

Il melo è una delle piante fruttifere maggiormente conosciute, coltivata nelle regioni temperate: sono alberi resistenti e riescono a raggiungere i 10 metri di altezza, hanno bisogno di molta acqua per produrre i loro frutti e il loro ambiente non deve...
Giardinaggio

Come Liberarsi Del Problema Dell' Afide Grigio Del Melo

Il melo è tra le piante da frutto maggiormente coltivate, di aspetto gradevole, decora elegantemente un giardino ed i suoi frutti sono sempre graditi. Purtroppo però come per la maggior parte di alberi da frutto, necessita di costante manutenzione....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.