Come preparare un bonsai su roccia

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

È importante dedicarsi ad un hobby nel proprio tempo libero, così da poter staccare la mente dai pensieri quotidiani e cimentarsi in varie attività. Tra le cose che si possono fare, è sempre una buona idea dedicarsi alla cura del proprio giardino o del proprio balcone, così da poter entrare in sintonia con la natura e dare un po' di colore alla nostra casa. Se però non abbiamo lo spazio per un bel giardino o un balcone, possiamo sempre optare per delle piante da interno o anche dei bonsai. L'arte del bonsai, è molto rilassante ed è una pratica a cui va dedicato tempo ed amore. In questa guida vedremo come preparare un tipo particolare di bonsai, quello su roccia, che darà un tocco più speciale alla nostra casa.

27

Occorrente

Assicurati di avere a portata di mano:
  • bonsai
  • terriccio per bonsai
  • vaso rettangolare basso
  • roccia
  • sassi o legni per sostegno
37

Scelta della roccia e del bonsai

Innanzitutto è importare decidere quale tipo di roccia andremo ad utilizzare. Se ad esempio abbiamo appena effettuato un viaggio e abbiamo trovato un sasso dalla forma particolare, possiamo prendere in considerazione di far si che la nostra pianta vi si arrampichi intorno, dandogli la sembianza di un piccolo monte. Cerchiamo di evitare rocce che hanno troppi incavi altrimenti rischieremo che i rami intrecciandosi si spezzino. La scelta del bonsai è molto importante, preferiamo sempre quelli dalle radici non troppo larghe, come ad esempio il bonsai di ginseng, in questo modo sarà più facile scoprirle ed avvicinarle alla roccia.

47

Trattamento per le radici

La cosa migliore è sempre partire da un bonsai che è già in vaso, possibilmente dell'altezza di circa 15-20cm. Poiché per far si che la pianta si arrampichi sulla roccia che abbiamo scelto saranno necessari dei mesi, dobbiamo fare in modo che il bonsai si abitui ad avere le radici scoperte. Generalmente questo tipo di pianta ha le radici già sporgenti dalla terra, ma la parte che trae sostanze nutritive dalla terra è tutta nel vaso. Per dare modo alle radici di sollevarsi, è importante che ogni mese, si elimini uno strato superficiale di terra di circa mezzo centimetro e che dove le radici restano scoperte vanno inseriti dei supporti al di sotto come ad esempio dei legnetti o meglio ancora dei sassi.

57

Guarda il video

Continua la lettura
67

Sostegno della roccia

Man mano che le radici restano scoperte, è importante che la roccia sia più a contatto possibile con il bonsai. Per far questo, fin dai primi mesi avviciniamo la roccia al fusto e teniamola in posizione con dei cappi di cotone. Non appena nei mesi la pianta si sarà sporta e si sarà appoggiata completamente alla roccia, togliamo i sostegni delle radici inferiori e lasciamo solamente uno strato di terra di circa due centimetri. Per aiutare il bonsai a trarre il nutrimento dalla terra mentre si abitua alla roccia, cambiamo la terra dal vaso rinnovandola con del terriccio per bonsai misto, o in alternativa mischiamo della torba con della ghiaia sottile.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Abituare alla roccia il bonsai è una procedura lenta per cui le radici vanno scoperte un pò alla volta ed ogni volta private della terra in eccesso
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come cominciare a coltivare i bonsai

"Bonsai", noi occidentali lo interpretiamo in due modi. Il bonsai, o meglio, quel bell'alberello che vediamo nei negozi. Quello piccolino, di cui vendono anche ...
Giardinaggio

5 consigli per acquistare un bonsai

La coltivazione del bonsai è un'arte che ha origine nel lontano oriente migliaia di anni fa. Il termine bonsai infatti significa in giapponese "piantare ...
Giardinaggio

Come trapiantare un bonsai

Il rinvaso di un bonsai è un' operazione molto delicata che va eseguita più volte nell'arco della vita di un bonsai. Di solito, viene ...
Giardinaggio

Come creare un bonsai

L'arte orientale del bonsai è sempre più apprezzata in tutti i Paesi occidentali. Oggi i centri di giardinaggio vendono alberi già pronti, foggiati nelle ...
Giardinaggio

Come coltivare il bonsai ginseng

Quando si parla di bonsai ginseng si intende, in realtà, il Ficus Retusa: si tratta di una pianta sempreverde, che in natura cresce come un ...
Giardinaggio

10 consigli per curare i bonsai

Per spezzare la routine della nostra giornata pratichiamo diversi hobby. Questo aiuta a rilassarci, farci divertire e comunque dare una svolta diversa ad ogni giornata ...
Giardinaggio

Guida all'arte del bonsai

L’arte del Bonsai nacque circa 2300 anni fa in Cina come scultura di piante miniaturizzate in vaso, questo il significato della parola Bon-Sai. All ...
Giardinaggio

Come creare bonsai da margotta

Non tutti sanno che è possibile creare dei bellissimi bonsai a partire da normali piante. I bonsai sono degli alberi mantenuti volutamente nani. Sono molto ...
Giardinaggio

Bonsai: 10 consigli per principianti

Con il termine bonsai si definisce l'arte di coltivare miniature di alberi. Questa particolare forma di arte è nata in Cina dalla tecnica del ...
Giardinaggio

Come realizzare un bonsai con l'azalea

Il bonsai azalea, è un bonsai meraviglioso, caratterizzato da foglie molto piccole e fiori quasi carnosi, che variano dalle tonalità del rosa, al bianco al ...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.