Come Preparare una talea di legno tenero

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Le piante sono esseri viventi e in quanto tali si riproducono. Come ben sappiamo la riproduzione può avvenire per via sessuale o vegetativa. Nella prima fase, la produzione avviene per seme e nella seconda invece, si utilizza una parte della pianta stessa che la riproduce in opportune condizioni. I più comuni metodi di riproduzione vegetativa sono: divisione, talea, margotta, propaggine, innesto. Questa guida vuole essere un valido aiuto per tutti coloro che hanno il pollice verde e, cercano delle utili informazioni su come preparare una talea di legno tenero.

27

Occorrente

  • composto
  • vaso
  • rametto a crescita rapida
  • cesoie
  • busta di plastica
  • coltello affilato
  • annaffiatoio
  • propagatore
  • composto universale a base di terriccio
37

La talea è il metodo più comune e, senza dubbio, il più usato per moltiplicare le piante. Si utilizzano rami o porzioni di fusto della stessa pianta che, si mettono a dimora per far si che possano sviluppare le radici. Ti ricordo che il periodo migliore per moltiplicare le piante per talea è fine estate o inizio primavera. Tuttavia, richiede particolari condizioni, soprattutto di luce e temperatura. Occorrono umidità e calore moderato, evitando il più possibile i ristagni di acqua e i raggi diretti del sole poi, è opportuno applicare all'estremità della talea, dei fitormoni, composti organici naturali che ne stimolano il radicamento e la crescita.

47

Per le talee legnose da effettuarsi nella tarda estate, generalmente si usano porzioni di ramo che si pongono, a seconda dei casi all'aperto, in terreno ben lavorato e sano, in serra o in cassone. Questo tipo di talee si prelevano da alberi e arbusti, la cui cima di un ramo, va prontamente tagliata, per evitare un eccessivo sviluppo in altezza della talea; oppure una porzione di ramo tagliato sotto un nodo provvisto di almeno due gemme. Mettete subito le talee in una busta di plastica o in un secchio di acqua all'ombra.

Continua la lettura
57

Tuttavia, accorciate le talee a una lunghezza di circa 10 cm, avendo cura di tagliarle a 3 mm sotto l'inserzione fogliare, servendovi di un coltello affilato; altrimenti spuntate la coda quando la talea ha il tallone. Togliete le foglie più basse, fino a un terzo del rametto, applicate la polvere di ormoni radicanti che aiuta i legni teneri a radicare anche se a volte non è necessaria. Piantate le talee fino alle foglie, senza danneggiarne la base. Distanziate le talee in modo che le foglie non si tocchino.

67

Sistemate le talee, innaffiatele spesso per mantenere una certa umidità. Etichettate e poi, per trattenere l'umidità, potete coprirle con un sacchetto di plastica bucherellato. Questo metodo aiuta anche a mantenere costante la temperatura. Irrobustite gradualmente le talee e, quando hanno radicato, invasatele singolarmente con composto universale a base di terriccio, appena si sono acclimatate.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • I fitormoni possono essere sostituiti dal miele. Immergere l'estremità della talea nel miele la aiuta radicare in un tempo minore.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come moltiplicare le piante grasse per talea

Le piante grasse, che prendono realmente il nome di Succulente sono piante cheAssorbono acqua nei loro tessuti durante le stagioni piovose per utilizzarla in quelle di siccità, e si possono dividere sostanzialmente in 2 tipi: quelle che accumulano acqua...
Giardinaggio

Come preparare le talee legnose

La talea è un particolare metodo di riproduzione delle piante, in quanto, sono dotate di ottime capacità riproduttive. Questo metodo comporta l’utilizzo di un fusto, di un ramo, di una radice o anche solo di una foglia e, il procedimento, avviene...
Giardinaggio

Come riprodurre le piante grasse

Le succulente, o piante grasse come sono comunemente conosciute, sono note per avere la possibilità di conservare l'acqua che assorbono per usarla nei periodi di siccità. Per questo motivo sono molto amate da chi non ha molto tempo da dedicare alle...
Giardinaggio

Come preparare le talee semilegnose

Quando abbiamo un impianto floreale in un giardino, ed intendiamo riprodurre qualche esemplare a cui teniamo in modo particolare, possiamo adottare la cosiddetta tecnica per "talea". Si tratta di un metodo che consente di moltiplicare una pianta prelevando...
Giardinaggio

Come ottenere un bonsai da talea

I bonsai sono dei piccoli alberi al quale non viene concesso di crescere più di tanto, privandoli dello spazio e della terra necessaria e provvedendo a potarne periodicamente le radici, in maniera appropriata. Generalmente vengono allevati da seme...
Giardinaggio

Come moltiplicare la clematide per talea

Riempire la propria casa di piante è il modo migliore per abbellire la propria abitazione e renderla ancora più calde ed accogliente. Esistono una moltitudine di piante che possono essere scelte ed utilizzate per dare più colore, bisogna però avere...
Giardinaggio

Come moltiplicare le rose

I principali metodi di riproduzione agamica delle rose sono le seguenti: la talea, l’innesto e per finire la margotta. Quest'ultimo metodo appena citato, richiede un intervento particolare e di una certa durata sulla pianta da riprodurre, mentre l’innesto...
Giardinaggio

Come riprodurre un geranio per talea

I gerani sono delle piante da fiori straordinarie per la loro bellezza e la loro fioritura. Si coltivano facilmente e non richiedono cure particolari. Inoltre si possono moltiplicare partendo da una sola pianta per ottenerne diverse: riprodurre per talea...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.