Come prevenire le infestazioni di afidi

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Se abbiamo un giardino, è importante sapere che le piante sono soggette agli attacchi di afidi che nella maggior parte dei casi tendono a distruggerle, vanificando le nostre quotidiane operazioni di cura e manutenzione. A tale proposito, ecco una guida con alcuni utili consigli su come prevenire le infestazioni di afidi.

25

Occorrente

Assicurati di avere a portata di mano:
  • Coccinelle
  • Acqua
  • Spruzzino
  • Olio essenziale di cannella
35

Studiare il contesto ambientale

Per quanto riguarda la prevenzione dalle infestazioni di afidi, è importante sapere che sono diverse le specie che vengono inglobate nella definizione di afidi, anche se l'insetto cambia leggermente a seconda della specie. Ci sono infatti, gli afidi delle fave, ad esempio, ma anche quelli delle pesche o dei limoni. Non è raro poi che accanto agli afidi si trovino altri insetti, considerati loro alleati, come ad esempio le formiche. Queste ultime, infatti, si nutrono della melata, una sostanza appiccicosa prodotta dagli afidi. In cambio di questo nutrimento, le formiche aiutano nei loro spostamenti da una pianta all'altra gli afidi stessi, contribuendo alla loro diffusione. Studiare quindi il contesto ambientale è importante, per poi procedere alla scelta del prodotto adatto per prevenirne la diffusione.

45

Utilizzare le coccinelle

Gli afidi si abituano molto velocemente al principio attivo presente nei prodotti utilizzati per la prevenzione e lo sterminio delle loro colonie, quindi bisogna spesso variare tipo di trattamento. Ci sono inoltre alcuni insetti che si possono introdurre nel contesto utilizzandoli per prevenire la proliferazione degli afidi. In tal caso si possono inserire nel contesto alcuni tipi di coccinelle (come quella che presenta sette puntini sul dorso). Inoltre ci sono altri metodi che utilizzano nella prevenzione delle infestazioni da afidi alcune tipologie di funghi microscopici. Naturalmente, qualora decidessimo di utilizzare prodotti chimici, andranno valutati quelli in grado di distruggere solo gli afidi, risparmiando invece gli insetti utili. Anche i rimedi naturali si sono dimostrati in grado di distruggere sul nascere gli afidi, per cui nel passo successivo ne troviamo uno che vale la pena prendere in considerazione.

Continua la lettura
55

Usare l'olio di cannella

Usare l'olio di cannella significa poter intervenire in modo deciso ed efficace; infatti si tratta di un prodotto naturale davvero molto potente per distruggere sul nascere gli afidi. Nello specifico l'operazione consiste nel lavare le piante con acqua utilizzando magari uno spruzzino, in modo da eliminare gli afidi che stazionano sulle foglie. Fatto ciò, alla stesa acqua è possibile aggiungere l'olio essenziale di cannella che si può acquistare in erboristeria. Il trattamento va eseguito ogni dieci giorni per almeno due mesi, con risultati sorpendenti dal punto di vista della funzionalità.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come identificare e curare le malattie degli alberi

Gli alberi e le piante del nostro giardino possono essere affette da molteplici malattie. Determinate condizioni ambientali, facilitano la diffusione delle malattie degli alberi e ...
Giardinaggio

Come eliminare afidi, oidio e cocciniglia con aglio e cipolla

Molto spesso, la bellezza e la salute delle nostre amate piante, può essere messa a rischio dall'arrivo di indesiderati parassiti. Anche se in commercio ...
Giardinaggio

Come difendere le piante dai parassiti con metodi naturali

I parassiti che possono danneggiare le piante, anche in maniera irreparabile, sono davvero tanti e spesso si sottovaluta l'opportunità di poter difendere le nostre ...
Giardinaggio

Parassiti delle piante: rimedi naturali per eliminarli

Le piante, si sa, sono amate da tutti e presenti pressoché in ogni abitazione. C'è chi le tiene in giardino, chi in balcone, chi ...
Giardinaggio

Come eliminare gli afidi dalle piante

Se abbiamo la passione per il giardinaggio, può capitare di scoraggiarci quando le nostre piante vengono attaccate dagli afidi, consapevoli di dover necessariamente utilizzare antiparassitari ...
Giardinaggio

Come eliminare gli afidi con aceto e sapone di marsiglia

Chi possiede un giardino può godere delle belle giornate di sole e vivere all'aria aperta. Spesso però, soprattutto a chi ama il giardinaggio e ...
Giardinaggio

Come controllare le malattie nelle rose da giardino

La rosa è il fiore per eccellenza e, senza dubbio bellissima da ammirare nei giardini e nelle campagne, dove fa bella mostra di sé durante ...
Giardinaggio

Come combattere gli afidi con il tabacco

Tutte le persone che amano coltivare o che posseggono un giardino, devono, per forza di cose, affrontare il problema dei parassiti, ospiti involontari che minano ...
Giardinaggio

Come combattere gli afidi delle piante

Gli afidi, detti anche pidocchi delle piante per via della loro natura simile ai pidocchi che minacciano l'uomo. Essi attaccano sia le foglie che ...
Giardinaggio

10 piante utilissime in giardino

Dedicarsi al giardino è un modo per avvicinarsi alla natura. Moltissime sono le piante da coltivare e ne esistono di utilissime. Alcune sono utili per ...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.