Come produrre il pellet a partire dalla segatura

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Se avete scelto come metodo di riscaldamento la stufa a pellet ma volete risparmiare sull'acquisto di questo materiale potete, in poche semplici mosse realizzarlo in casa. Con il fai da te il processo non risulta per niente complicato ed anzi è alla portata di tutti anche se, tuttavia, risultano essenziali alcuni attrezzi ed alcune conoscenze delle tecniche di base. In questa guida, per rendere il tutto più chiaro e semplice andremo a vedere come produrre il pellet a partire dalla comune segatura.

26

Occorrente

  • Segatura
  • Setaccio
  • Cassetta in legno con scomparti
  • Vapore
  • Formine in alluminio per ghiaccio
36

La segatura

La segatura che andrete ad utilizzare a questo scopo dovrà necessariamente essere molto sottile. Per farla amalgamare per bene non vi è richiesto alcun prodotto particolare come, ad esempio, additivi oppure collanti. La prima cosa che dovrete andare a fare è seccare la segatura in modo che risulti inferiore al 10%.

46

Il setaccio

In seguito andrete a macinarla e setacciarla. Quest'ultima operazione è importantissima in quanto vi permette di andare ad eliminare residui non omogenei dovuti al taglio.
Arrivati a questo punto si renderà necessario uno strumento che sia in grado di andare a compattare per bene il materiale. Quello che occorre è un macchinario simile ad una pressa (indicato è ad esempio quello impiegato nella realizzazione dei mattoni). Se non volete spendere una fortuna potete affidarvi ad un negozio specializzato nel fai da te ed acquistare del legno massello di circa due centimetri di spessore.

Continua la lettura
56

La realizzazione

Grazie a quest'ultimo è possibile andare a realizzare un parallelepipedo che presenterà all'interno tanti scomparti (le formine per il ghiaccio). Queste sono essenziali in quanto è qui che andrete ad inserire la segatura che avete preparato. Ora richiudete la struttura di legno con un coperchio che scenda perfettamente all'interno in modo che vada ad esercitare la pressione adeguata a compattare la segatura e farla diventare a piccoli blocchi che potrete utilizzare nella vostra stufa od, eventualmente, nel caminetto. Questo particolare metodo viene definito "a freddo".

66

Il vapore

Un altro metodo sfrutta, diversamente, anche il calore e rende il risultato ancora migliore. In questo caso viene aggiunto del vapore alla segatura come, ad esempio, quello di un ferro da stiro. In questo modo, andando a bagnare leggermente lo strato superficiale, andrete ad ottenere dei mattoncini di legno che, una volta che saranno asciugati, si solidificheranno e saranno in grado di sviluppare il calore necessario (circa 90°) a riscaldare l'ambiente domestico.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Casa

Come pulire i condotti della stufa a pellet

La stufa a pellet è sicuramente molto comoda sia per il calore che emana, sia per l’elevata combustibilità ed il fatto di utilizzare un materiale ecologico. È simile alla stufa a legna, ma il materiale combustibile utilizzato, come dice il nome,...
Altri Hobby

Come installare un bruciatore a pellet

All'interno di questa guida, andremo a parlare di bruciatori a pellet. Nello specifico, ci dedicheremo all'installazione di esso. Proveremo a rispondere a questa frequente domanda: come si fa ad installare un bruciatore a pellet? Buona lettura.Negli ultimi...
Bricolage

Come Costruire Un Forno A Segatura Per L'Argilla

In questa guida verrà spiegato come costruire un forno a segatura per l'argilla.Il forno a segatura è la forma più semplice e primitiva di cottura. Si deve utilizzare un bidone di ferro da 200 litri.Questo tipo di forno è adatto per cuocere pezzi...
Bricolage

Come decorare una cornice usando la segatura

Sono sempre più numerose le persone, appartenenti ad ogni fascia d'età, he si affiancano all'arte del bricolage allo scopo di realizzare dei simpatici oggetti molto particolari e singolari. Se anche voi siete amanti del " fai da te", in questa breve...
Casa

Come canalizzare una stufa a pellet

La stufa a pellet è un apparecchio molto utilizzato negli ultimi anni, è molto simile alla stufa a legna ma utilizza il pellet come combustibile. La stufa a pellet, è in grado di riscaldare un ambiente in breve tempo. È importante però, capire quale...
Casa

Come collegare i tubi della stufa a pellet

I vecchi caminetti a legna sono belli e accoglienti ma ormai superati dalle nuove tecnologie che permettono di riscaldare la propria abitazione abbattendo notevolmente i costi. Tra queste c'è la stufa a pellet. I vantaggi che essa presenta rispetto ad...
Casa

Come installare una stufa a pellet

La stufa a pellet è un'ottima alternativa alle stufe al gas, camino o altri tipi di riscaldamento. Il costo è molto basso ed il rischio di causare incendi è ridotto. Avere una stufa a pellet dunque garantisce un ottimo riscaldamento per tutta la casa...
Bricolage

Come costruire un pupazzo a cui crescono i capelli

Attraverso i passaggi successivi di questo tutorial ci occuperemo di illustrarvi come è possibile creare, direttamente con le proprie mani, un pupazzo al quale possono anche crescere i capelli. Il fai da te, infatti, è ora mai diventato un modo che...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.