Come realizzare degli asciugamani con ricamo a punto croce

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il punto a croce è, senz'altro, una delle tecniche di ricamo di maggiore esecuzione. Con il punto a croce si possono ricamare delle iniziali su vari tessuti, come spugne, cotone o altre fibre. Si possono, inoltre, eseguire simpatiche tele da appendere al muro, riempiendo il "canovaccio", di armonici colori e con trama più o meno fitta. Attraverso il punto a croce si possono ricamare i golfini dei bambini, abbellire piccole borse in tessuto, arricchire qualsiasi abito, nonché ricamare disegni ed iniziali sugli asciugamani. Nella seguente guida, in particolare, vedremo come realizzare degli asciugamani con questa metodologia di ricamo.

26

Scegliere gli asciugamani da ricamare

Per prima cosa occorre scegliere degli asciugamani di buona qualità, in lino, in cotone o in morbida spugna. È fondamentale preservare il proprio lavoro, avendo cura di utilizzare un materiale che sia duraturo nel tempo. Il consiglio è quello di scegliere gli asciugamani in una tinta gradevole, che sia in perfetta armonia con il bagno dove verranno inseriti. È bene, infatti, che il rivestimento del proprio bagno sia meravigliosamente abbinato allo stile degli asciugamani.

36

Scelta del filo da ricamo

A questo punto bisogna scegliere il filo da utilizzare per il ricamo. Generalmente, i fili da ricamo sono presenti in gomitoli o in piccole fascette, vendute in diversi materiali. In commercio se ne trovano in lana, cotone (Mouliné) e seta. I ricami ottenuti con filati in seta sono i più brillanti in assoluto, ma anche i più delicati, in quanto il filo e l'asciugamano tendono a ritirarsi dopo ogni lavaggio. Il consiglio è di lavare subito l'asciugamano, inumidire leggermente il filo, lasciandolo asciugare prima di procedere al ricamo. Se nel filato è presente una percentuale di sintetico, probabilmente non tenderà a ritirarsi dopo il lavaggio.

Continua la lettura
46

Realizzazione del ricamo

Per procedere al ricamo occorre procurarsi di un ago a cruna grande, che facilita l'inserimento del filo. Per i ricami più complicati si può usare un telaio da ricamo, piccolo o medio, in modo da tenere tesa la stoffa. Il metodo più utilizzato nel punto a croce è il "giro di andata", che consiste nell'orientare la crocetta da sinistra verso destra, mentre il passaggio di ritorno viene eseguito orientando la crocetta da destra verso sinistra, in modo da realizzare una X. La cosa fondamentale è che tutte le crocette, sia di andata che di ritorno, siano orientate nello stesso verso dall'inizio alla fine del ricamo. Quanto alla larghezza delle croci, dipende da che ricamo si vuole eseguire e dai gusti personali.

56

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cucito

Come realizzare un corredo a punto croce

Il corredo è quell'insieme di indumenti e accessori indispensabili per intraprendere una nuova situazione, sia essa un matrimonio, una nascita o un viaggio. Ogni corredo si compone di pezzi che, a seconda dei casi possono essere acquistati, oppure realizzati...
Cucito

Come eseguire il punto croce e sue varianti

Il punto croce, è un tipo di punto da ricamo, molto semplice da realizzare e si usa per ricamare la tela Aida, che può essere bianca oppure colorata ed è formata da tanti quadretti, che variano in base al tipo di tela scelto o al ricamo che si deve...
Cucito

Come realizzare il punto croce

Imparare a ricamare a punto croce è davvero molto facile, anche se è necessaria un po' di manualità, tanta passione e pazienza. È un'attività rilassante, perché schematica e sempre uguale, non richiede particolare sforzo mentale e fisico. Serve...
Cucito

Come Realizzare Asciugamani Ricamati

Il ricamo è un'arte molto antica che si tramanda da generazione in generazione. Con il ricamo è possibile personalizzare e rendere più bella tutta la propria biancheria. Se desiderate rendere più vivaci, colorati, addirittura più preziosi i vostri...
Cucito

Consigli per imparare a ricamare

Con il termine ricamare si intendono un insieme di attività atte alla creazione di decorazioni, ottenute avvalendosi di filati e tessuto di vario genere. Si può ricamare su un canovaccio usando seta, cotone, filati misti, od anche avvalendosi di uncinetto...
Cucito

Come realizzare una tovaglia con ricamo a punto croce

Fin da tempi remoti, moltissime donne si sono dedicate alla lavorazione di asciugamani, tovaglie e ricami vari, per impreziosire le proprie case e per creare corredi da regalare alle proprie figlie una volta sposate. I tempi cambiano, ma la passione per...
Cucito

Come ricamare le iniziali sugli asciugamani

In una casa che si rispetti, di certo non possono mai mancare gli asciugami, essi possono far si da rendere la stanza da bagno degna di nota e quindi far fare bella figura quando viene mostrata. La loro bellezza e particolarità aumenta poi quando ci...
Cucito

Come incorniciare un ricamo punto croce

Quella del ricamo punto croce è una tecnica che ci consente di realizzare dei decori e dei disegni di diversa dimensione su di una tela, un canovaccio, su del lino a trama larga oppure anche a trama regolare. Oggi sono molto numerosi gli appassionati...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.