Come realizzare un crik per moto

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Se abbiamo una moto ed intendiamo effettuare periodici interventi di manutenzione o riparazioni senza rivolgerci ad un esperto del settore, possiamo farli da soli, purché in possesso di attrezzi adeguati. Uno dei problemi principali per intervenire su una moto è quello di alzarla da terra, magari per cambiare una ruota o aggiustare la parte sottostante. Per questa operazione è necessario un crik ed un cavalletto di sostegno.
Vediamo dunque, con questa guida, come realizzare un crik per moto.

26

Occorrente

  • Martinetto idraulico
  • Profilati in ferro
  • Bulloni e chiave a brugola
  • Saldatrice ad arco voltaico
36

Per realizzare un crik per moto, rechiamo innanzitutto presso un negozio adibito alla vendita di materiali per ricambi auto e moto. Acquistiamo dunque un martinetto idraulico. Quest'ultimo è sufficiente di piccole dimensioni, tenendo conto che se misura (il più piccolo) 195mm di diametro e 300mm di altezza, è in grado di sollevare e reggere fino a 3 tonnellate, quindi è più che sufficiente per una moto. Il martinetto idraulico è facile da reperire anche da internet. Procuriamo dei profilati in ferro quadrati vendibili ad aste, e ne acquistiamo due da tre metri cadauna, con la differenza che la prima deve avere una quadratura di tre centimetri, mentre la seconda di quattro. Lo scopo di questa variazione della larghezza del profilato in ferro, è di poter far scorrere quello più piccolo nel grande.

46

Per realizzare il nostro crik per moto, non dobbiamo quindi fare altro che costruire due sgabelli in ferro con tanto di base, assemblandoli con una saldatrice ad arco voltaico. Infatti, ognuno deve avere un'altezza di 50cm suddivisi equamente su quattro piedi. Il primo sgabello lo realizziamo quindi con il profilato da tre centimetri, ed il secondo con quello da quattro. A questo punto, infilando i piedi dello sgabello piccolo in quello grande, otteniamo un cubo con due basi, una superiore da inserire sotto la moto, e l'altra inferiore da appoggiare stabilmente al suolo.

Continua la lettura
56

A terra appoggiamo inoltre il martinetto idraulico, che per precauzione lo fissiamo con dei bulloni per non farlo muovere dalla sua posizione, sfruttando gli appositi fori distribuiti sulla sua piccola base. Adesso, azionando la leva che agisce sul pistone idraulico del martinetto, quest'ultimo sale fino a raggiungere la base superiore e a spingerla verso l'alto, facendola scorrere nei 4 piedi del profilato. In questo modo, la moto si solleva, si mantiene ferma ed in equilibrio, e ci consente di lavorare comodamente, per effettuare tutti gli interventi di manutenzione necessari, per tenerla completamente isolata dal suolo.

66

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come cucire un cuscino bordato e profilato con nappe

In ogni soggiorno che si rispetti non potranno mancare su divano dei bellissimi e comodi cuscini. In particolare quelli bordati e profilati con nappe rendono il divano elegante e raffinato. In commercio ce ne sono ti tutte le forme e di tutti i colori,...
Giardinaggio

Come realizzare un piccolo pozzo dei desideri

Le favole, i racconti, ed anche la mitologia, ci narrano storie in cui entrano in gioco personaggi fantasiosi e simboli di varia natura, tra essi anche il pozzo dei desideri. Tutt'oggi si trovano in varie città, fontane, pozzi e ponti a cui vengono attribuite...
Materiali e Attrezzi

Come sostituire il volano su un cambio automatico

Il volano è collegato all’albero motore e ha lo scopo di accumulare energia cinetica per poi restituirla in maniera passiva. In passato il volano era un semplice disco e quindi praticamente indistruttibile. Con il progredire della tecnologia il volano...
Bricolage

Come Montare Un Vetro In Un Riquadro Di Piombo

La rilegatura a piombo è un'antica tecnica della lavorazione del vetro che ha mantenuto tutto il suo splendore e pregio nel corso del tempo, rinnovandosi solamente nella veste grafica, inserendosi perfettamente in quelli che sono gli ambienti odierni...
Bricolage

Come Installare Le Stecche Di Un Porta A Soffietto

Avete scelto di adoperare delle porte a soffietto nel vostro appartamento o nel vostro ufficio e volete conoscere il procedimento per installarle con le vostre stesse mani? All'interno di questa guida, vi fornirò tutte le informazioni necessarie su come...
Bricolage

Come realizzare un supporto mobile a colonna per il trapano

La colonna per il trapano è uno strumento indispensabile per eseguire lavori di foratura, fresatura e molatura precisi ed impeccabili. La colonna è costituita da un basamento sul quale è saldato un tubo portante. Al tubo portante è saldato a sua volta...
Bricolage

Come costruire L'Attaccapanni Da Ingresso

Nelle nostre casa oppure in ufficio, solitamente abbiamo l'attaccapanni, per riporre le nostre borse, i cappotti, per poter avere la casa più in ordine. È un accessorio d'arredamento indispensabile per non ritrovarsi con poltrone e divani sommersi di...
Casa

Come installare una tettoia in acciaio

Se si vogliono sfruttare nel modo migliore gli spazi esterni di un edificio è fondamentale installare una tettoia. Esistono numerosi materiali e diverse tecnologie per eseguire questa operazione. Queste ultime variano in base al luogo nel quale si vuole...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.