Come realizzare un impianto di scarico

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Cominciamo col dire che esistono due tipi principali di sistemi di scarico: ci sono quelli a doppio tubo, in cui le acque nere e le acque bianche sono separate e quindi confluiscono separatamente alla fossa settica; e ci sono quelli a singolo tubo, in cui ogni tipo di scarico confluisce in un unica condotta. Le acque nere sono quelle provenienti dallo scarico del WC, mentre quelle bianche arrivano dallo scarico di lavelli, lavandini, lavatrici e lavastoviglie. Viene spontaneo chiederci, perché allora utilizzare due tubi se questi confluiranno entrambi nello stesso punto? Lo scarico a doppio tubo offre una maggiore garanzia per quanto riguarda il fattore igienico, essendoci due tubature separate si esclude quindi completamente la possibilità di reflusso e la risalita di sgradevoli odori negli scarichi di lavandini e vasche. Vediamo dunque come realizzare un impianto di scarico seguendo i consigli di questa guida.

27

Occorrente

  • Teflon
  • Canapa indiana
  • Sifone
  • Pinze
  • Chiavi inglesi
37

Per entrambe le tipologie di impianto di scarico è possibile utilizzare materiali come la ghisa, PVC oppure gres. Quello più utilizzato oggi è il PVC perché è il meno costoso. Dopo avere scelto e acquistato quindi il collegamento che avete deciso di utilizzare per il vostro scarico, dovrete passare alla fase di collegamento. Il collegamento tra le singole apparecchiature igieniche e le condutture di scarico è costituito sostanzialmente da un tubo ricurvo (in metallo, plastica o PVC a seconda del materiale che avrete scelto). Questo tubo è denominato sifone, ed è caratterizzato da una forma ricurva a forma di “pera”, ad “ U”, oppure ad “S”.

47

Nonostante sia collocato in una posizione generalmente scomoda, il sifone non è un elemento idrauilico difficile da montare. Infatti per collegarlo al sanitario vi basterà avvitare le due ghiere: una che farà presa sul sanitario, l'altra che bloccherà il tubo che si collega alla restante parte dell'impianto di scarico. Per svolgere quest'operazione potrete utilizzare degli attrezzi da idraulico se ne siete forniti, altrimenti potreste utilizzare degli attrezzi più comuni, come chiavi inglesi e pinze.

Continua la lettura
57

Vi consiglio di utilizzare nei giunti la canapa indiana, per evitare eventuali perdite dalle tubature. Potreste ovviare a questo problema anche rivestendo le filettature dei giunti con del nastro in teflon.
Concluso il montaggio non vi resterà che testare il buon funzionamento dello scarico. Per farlo vi basterà controllare che al passaggio dell'acqua non ci siano perdite. Se così non fosse vi basterà stringere le ghiere (ma non eccessivamente) o potreste aggiungere del teflon.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Usate una bacinella per eventuali perdite durante la fase di montaggio
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Casa

Come cambiare il sifone del lavello

Nel fai da te, può spesso capitare di incontrare dei lavoretti davvero molto difficili. Ma fortunatamente non tutti sono così difficili da eseguire, e quindi non è obbligatorio l'ausilio di un esperto nel settore. Tra questi semplici lavoretti fai...
Casa

Come Installare Lo Scarico E Il Sifone Di Un Bidet

Il bidet è senza dubbio il sanitario più usato per l'igiene intima. Esso può essere installato o sostituito con facilità, in quanto non richiede l'esecuzione di lavori particolarmente complessi a livello del pavimento. Molto importante, nell'installazione...
Casa

Come sostituire il sifone del lavello

La sostituzione di un sifone rappresenta un'operazione abbastanza facile da compiere e non richiede necessariamente la presenza di un idraulico. Il sifone nel caso specifico ha il compito di trattenere gli eventuali detriti solidi presenti nel rubinetto;...
Casa

Come pulire e riparare gli scarichi

Ecco un'utile ed interessante guida, attraverso il cui aiuto e la cui lettura, poter essere in grado d'imparare come pulire ed anche riparare gli scarichi, che abbiamo in casa, senza la necessità di dover ricorrere ad un tecnico del mestiere. Cercheremo...
Casa

Come montare un bidet sospeso

Se nel vostro bagno avete deciso di montare un bidet sospeso, indubbiamente si tratta di una soluzione ideale sia dal punto di vista pratico che del design moderno. Il lavoro inoltre potete farlo senza necessariamente chiamare un idraulico; infatti, basta...
Casa

Come smontare il sifone dello scarico

Con il passare degli anni, alcuni elementi presenti nelle nostre case, tendono inevitabilmente ad usurarsi e per fare in modo che tutto possa sempre funzionare alla perfezione, sarà necessario eseguire alcuni interventi di manutenzione. Per eseguire...
Casa

Come sbloccare un sifone

All'interno dello scarico del lavandino, malgrado le dovute attenzioni, facciamo cadere tutta una serie di materiali tra cui resti di cibo e carta. Alcune volte la forza dell’acqua riesce comunque a trascinarli via, ma altre volte questo non accade...
Casa

come recuperare qualcosa nello scarico del lavandino

Sarà capitato un po a tutti che, un oggetto sia andato a finire accidentalmente nello scarico del lavandino. Tante sono le ragioni affinché possa verificarsi questo tipo d'incidente, le più probabili: quando abbiamo troppa fretta o perché non abbiamo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.