Come realizzare un innesto

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Con l'avvicinarsi della primavera arriva anche il periodo in cui è possibile realizzare gli innesti delle piante di agrumi. L'Innesto infatti è una pratica molto diffusa per la moltiplicazione delle piante, specialmente degli agrumi. Il periodo perfetto per praticare un innesto è quello primaverile, più precisamente nel mese di Aprile. Esistono diversi tipi di innesto, per esempio l'innesto a gemma e l'innesto a marza, quello più usato per gli agrumi. Più precisamente per le piante di agrumi viene utilizzata la tecnica dell'innesto a corona. Insieme in questa guida vedremo come realizzare un innesto tra due piante di agrumi di buona qualità e longevo.

24

Scegliere e tagliare il portinnesto e la marza

Il primo passo per realizzare un innesto è scegliere le due piante da innestare. La pianta più grande e robusta la potete usare come portinnesto, cioè la base nella quale si inserisce la marza, cioè il rametto che permetterà l'innesto. Una volta scelta la pianta che fungerà da portinnesto tagliamola a circa 15 cm dalla base e pratichiamo un taglio longitudinale sulla punta del portinnesto tagliando solo la corteccia. A questo punto prendiamo il ramo che fungerà da marza e tagliamone un pezzo da 10 cm, che contenga 4-5 gemme. Tagliamo le foglie, facendo attenzione a non togliere anche la gemma, quindi non dalla base. Successivamente tagliamo la base della marza a metà e togliamone una delle due parti e affiliamo la parte rimasta.

34

Inserire la marza nel portinnesto

Dopo aver preparato le due parti che serviranno per realizzare l'innesto inseriamo la marza nel taglio che abbiamo fatto sulla corteccia della punta del portinnesto. Dobbiamo però fare attenzione al fatto che non rimangano grandi spazi vuoti e che il taglio sia delle stesse dimensioni della marza. A questo punto prendiamo del nastro o dello spago e avvolgiamo il tutto in modo da legare il portinnesto e la marza in modo stretto. Ora ricopriamo la parte legata con del mastice in modo che non penetri acqua nè altro.

Continua la lettura
44

Immergere la parte dell'innesto nella sabbia

Adesso dobbiamo semplicemente immergere la parte nella quale abbiamo realizzato l'innesto nella sabbia. Quello che dobbiamo fare quindi è prendere una plastica e avvolgerla come se fosse un cono o un imbuto con la parte stretta rivolta verso il basso, vicino la base. Fissiamo il tutto con una pinzettatrice o con del nastro e leghiamo in modo stretto la base della plastica in modo che la sabbia non scivoli o cada. Riempiamo quindi il cono di plastica facendo in modo che la parte dell'innesto sia completamente coperta dalla sabbia. Come ultima cosa dobbiamo semplicemente coprire il tutto con un sacchetto posto a testa in giù e legato alla base nella parte dell'apertura. Ed ecco che l'innesto è realizzato!

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come fare un innesto a marza

Le piante si riproducono spontaneamente in diversi modi. L'uomo è sempre stato interessato a padroneggiare questi metodi di riproduzione per ottenerne un beneficio economico e quindi oggi sono note molte tecniche che ci permettono di ottenere a partire...
Giardinaggio

Come effettuare l'innesto sull'albero di limoni

L'innesto è una delle tecniche maggiormente adoperate in agricoltura per permettere alle piante (soprattutto quelle da frutto) di proliferare. Altre tecniche di propagazione sono la margotta, la propaggine e la talea. L'innesto è tuttavia un'operazione...
Giardinaggio

Come effettuare l'innesto sulla vite selvatica

In questa semplice ed esauriente guida vedremo come effettuare l'innesto sulla vite selvatica. La vite selvatica può dare enormi soddisfazioni. Infatti, a seconda del tipo, questa può produrre uva da vino oppure uva da tavola. È pertanto evidente che,...
Giardinaggio

Come praticare un innesto su un albero di mandarini

Eccoci qui, pronti per proporvi un articolo, veramente utile e veloce, per imparare come poter praticare, con le nostre mani e grazie alla nostra voglia di fare, un semplice innesto su un albero di mandarini, in modo da poterlo praticare nel modo corretto....
Giardinaggio

Errori da evitare nell'innesto a gemma dormiente

Per tutti coloro che stanno cercando un modo per far rinvigorire le vostre piante, dovete utilizzare la tecnica dell'innesto.L'innesto è una tecnica che viene utilizzata per la propagazione agamica delle piante, che viene realizzata con la fusione di...
Giardinaggio

Come innestare un ciliegio

Il ciliegio è un albero che appartiene alla famiglia delle piante Rosacee. Già lo stesso nome evoca un senso di dolcezza e di romanticismo. Il ciliegio in fiore è infatti uno spettacolo vivente della natura! A volte infatti si usa prevalentemente per...
Giardinaggio

Come effettuare un innesto a spacco

L'innesto è uno dei metodi colturali più utilizzati su piante e alberi da frutto. Può succedere che i frutti dati da una pianta non siano di buona qualità. Allo stesso modo alcuni alberi possono non essere di seme originale, quindi crescere come selvatici....
Giardinaggio

Come propagare gli alberi sempreverdi

Olivi, tassi, magnolie, conifere, corbezzoli ed eucalipti, sono solo alcune delle tante specie di piante sempreverdi che ingentiliscono i giardini delle nostre città. Piuttosto esigenti in fatto di terreno ed esposizione alla luce diretta, questi alberi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.