Come realizzare un paio di pantaloni

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Realizzare un paio di pantaloni, anche se all'inizio può sembrarvi un'impresa difficile o quasi impossibile, in realtà, è un'operazione alquanto fattibile. Nella seguente guida, vi sarà spiegato proprio come crearli in casa vostra. L'importante è che seguiate tutti i passaggi con estrema attenzione, in modo tale da non sbagliare nulla ed ottenere un lavoro assolutamente perfetto. Vediamo insieme il procedimento.

27

Occorrente

  • Attrezzatura da cucito
  • Gesso
  • Cartamodelli
  • Stoffa
  • Misure
37

Anzitutto, la prima cosa da fare per confezionare dei pantaloni è affrontare la fase preparativa, ossia scegliere il modello da realizzare. Inoltre, sarà necessario decidere il tipo di stoffa più adatto al nuovo pantalone. Iniziate misurando il giro vita, i fianchi, la lunghezza, le dimensioni del cavallo e l'esatta posizione delle tasche. Dopo aver fatto ciò, sarà fondamentale realizzare un buon cartamodello. In commercio, ne esistono di varie tipologie, ma se siete in grado e avete abbastanza tempo a disposizione, potrete anche realizzarlo autonomamente. Nel cartamodello, ovviamente, andranno inclusi sia i dettagli di base del modello, sia i particolari, ed il tutto andrà corredato dalle misure.

47

Successivamente, dovrete ricalcare il cartamodello su un foglio di carta velina su cui verranno apportate anche eventuali piccole modifiche rispetto al modello originario. Adesso, dovrete piegare la stoffa a metà, avendo cura di posizionare il retro all'esterno ed il dritto all'interno. In seguito, dovrete poggiare il cartamodello sulla stoffa, in maniera tale che le linee di drittofilo restino sempre disposte a distanza uguale e costante dai vari parametri di riferimento. Con un gesso, dovrete disegnare sulla stoffa i contorni del cartamodello precedentemente realizzato, riportando anche eventuali segni relativi a doppi orli o svolte.

Continua la lettura
57

Arrivati a questo punto, dovrete ritagliare la pezza, avendo cura di lasciare un po' di stoffa in più affinché possiate rimediare ad eventuali errori di misurazione o cambiamenti fisici intercorsi durante la lavorazione. L'ultima fase della realizzazione del pantalone, consisterà nell'assemblaggio dei tessuti. Dovrete disporre sul banco da lavoro tutte le pezze da assemblare, dopodiché cominciate a cucirle insieme, stando attenti a non sbagliare la traiettoria del cucito. Dovrete prestare molta attenzione in questo frangente del vostro lavoro, poiché sarà la parte più delicata. Con calma, dovrete assemblare tutte le pezze ed, alla fine, otterrete il vostro bel pantalone realizzato con le vostre mani.

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cucito

Come confezionare una salopette per bambina

La salopette è un capo di abbigliamento funzionale, confortevole e che garantisce un look dinamico e alla moda. Molte bambine amano questo capo di abbigliamento, ma spesso non si riesce a trovare o non si trova il modello giusto. Tuttavia realizzarne...
Cucito

Come applicare delle tasche laterali ai pantaloni

Se abbiamo un pantalone di stoffa preferito di un modello sportivo molto comodo, ed intendiamo arricchirlo ulteriormente con delle tasche laterali, possiamo intervenire improvvisandoci sarti. Il lavoro non è difficile in quanto bisogna avere un minimo...
Cucito

Come traformare una maglietta in un leggings

Quante volte vi è capitato di aprire il vostro armadio e, nonostante esso fosse pieno o addirittura stracolmo di abiti, non trovare nulla da mettervi? Questo purtroppo è un copione che accade spessissimo alle donne: bisognerebbe trovare il modo di fare...
Cucito

Come creare una lumaca di stoffa

Possedere un po' di manualità per i lavori di cucito è qualcosa che oltre a darci tante soddisfazioni ci fa risparmiare soldi. Dalle piccole cose, come accorciare un pantalone, attaccare un bottone, possiamo cimentarci in tanti altri lavoretti che possiamo...
Cucito

Come realizzare una giacca di panno

Realizzare una giacca di panno non è una procedura semplice. Per ottenere dei buoni risultati, dovete avere esperienza nella tecnica del cucito. Nei passi che seguono, vi forniremo utili consigli a riguardo. Vi mostreremo come prendere adeguatamente...
Cucito

Come cucire usando i cartamodelli

Quando il nostro obiettivo è quello di cucire un capo d'abbigliamento, possiamo applicare una metodologia che rende il lavoro che andremo a svolgere molto semplice e facile, anche per le persone non hanno grandi capacità col cucito. Questa metodologia,...
Cucito

Come realizzare un pratico porta abiti con cerniera

In questa guida, che state per leggere, vogliamo aiutarvi a capire come poter realizzare un pratico porta abiti, da utilizzare comodamente in casa nostra, con l'aiuto di una semplice cerniera.Se per il nostro vestito da cerimonia abbiamo bisogno di una...
Cucito

Come modificare un modello nel cucito

La mansione di sarta si può praticare sia a livello saltuario che professionale. A volte può capitare di dover modificare un modello nel cucito; per praticare quest'arte è fondamentale imparare a disegnare i cartamodelli. Le persone che non hanno voglia...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.