Come realizzare una candela ai fiori di malva

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La malva è una delle piante spontanee più comuni e maggiormente richieste in ambito erboristico ed officinale. È facilmente reperibile, poiché la si può trovare ai bordi delle strade campestri, nei prati ma anche all'interno dei giardini. Da sempre è simbolo della calma e della dolcezza ed è stata apprezzata sin dall'antichità, grazie alle sue particolari proprietà terapeutiche: emollienti e lenitive. La malva è in grado di sprigionare un aroma raffinato, non troppo intenso ma dal sicuro impatto rilassante. A tal proposito, nella guida che segue, vedremo alcuni utili consigli su come realizzare una candela ai fiori di malva, in modo semplice ed intuitivo ottimizzando al massimo il tempo disponibile. Seguitemi nel dettaglio e procediamo affinché anche i "neofiti" in materia possano comunque svolgere un lavoro apprezzabile e gradevole alla vista.

26

Occorrente

Assicurati di avere a portata di mano:
  • foglie di malva
  • paraffina e stearina
  • taglierino
  • stoppino
  • bottiglie di plastica
36

Come prima cosa prendete una bottiglia di plastica e con un taglierino effettuate un'incisione circolare all'altezza che più vi piace anche in relazione alle dimensioni finali della candela. Praticare sul fondo della bottiglia un foro, che dovrà essere collocato esattamente in posizione centrale affinché il diametro abbia le stesse dimensioni dello stoppino così da evitare la fuoriuscita della cera. Prendete lo stoppino ed inseritelo nel foro che avete realizzato in precedenza e fissatelo facendo un piccolo nodo nella parte esterna del fondo della bottiglia, quindi tagliate lo stoppino assicurandovi di mantenere una lunghezza adeguata per farlo uscire leggermente dalla candela.

46

Per avere la certezza che la cera non fuoriesca modellate un po' di pongo, in modo da farlo aderire completamente al fondo quindi tirate lo stoppino e legatelo ad un supporto collocato in posizione orizzontale sulla bottiglia; quando verserete la cera lo stoppino sarà già perfettamente posizionato. Arrivati a questo punto preparate la tisana di malva da aggiungere alla candela, fate bollire un po' di acqua ed aggiungete delle foglie a piacere. Lasciate riposare la tisana per alcuni minuti, per permettere alla malva di rilasciare le sue proprietà quindi procedete alla rimozione delle foglie e lasciate raffreddare. Una volta fredda, collocate alcuni cucchiaini di tisana nella bottiglia.

Continua la lettura
56

Nel frattempo fate sciogliere la paraffina e la stearina a bagnomaria, prestando attenzione al fatto che non arrivino ad ebollizione in quanto si tratta di materiali infiammabili. Se dovessero prender fuoco coprite la pentola con un coperchio un modo da sottrarre ossigeno ed evitate categoricamente l'acqua. Versate il composto nella bottiglia e lasciatelo solidificare quindi posizionate la bottiglia in frigorifero per alcuni minuti; tale operazione renderà più semplice la rimozione della candela dal suo stampo. Da ultimo slegate lo stoppino e, qualora fosse troppo lungo rispetto alla candela, provvedete ad accorciarlo.
Per creare candele insolite e fantasiose che potrebbero rivelarsi anche perfette idee-regalo potrete optare per stampi di forme e dimensioni insolite con tonalità "marine" per l'estate ed in tema natalizio per il periodo invernale.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Eseguite i singoli passi con calma ed attenzione

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come realizzare una candela a forma di cuore per san valentino

Nell'odierna semplice e dettagliata guida che vado ad enunciare bene nei passaggi successivi, voglio aiutarvi a comprendere come bisogna realizzare una candela a forma ...
Bricolage

Come fare una candela d'emergenza senza paraffina e silicone

Tante volte capita che si rimane senza energia elettrica a causa di un guasto, dei lavori, una sospensione di energia, un black out o per ...
Casa

Come realizzare divertenti candeline in fiore con cera d'api

Una candela riesce sempre a infondere ad un ambiente un’atmosfera tutta speciale. La cera d’api, poi, sembra avere in sé qualcosa di antico ...
Bricolage

Come realizzare una candela con effetto ghiaccio

Le candele sono utilissime in caso di assenza di energia elettrica. Prendiamo l'abitudine di tenere sempre una candela a portata di mano. Eviteremo stressanti ...
Bricolage

Come realizzare una candela senza cera

Le candele sono spesso usate per creare atmosfere particolari durante le serate. Grazie anche al loro profumo che viene sprigionato una volta accese. Ma quanto ...
Bricolage

Come riutilizzare vecchie candele

Un modo economico per riutilizzare ciò che di consueto finisce nella pattumiera, potrebbe essere quello di riutilizzare delle vecchie candele. In questa guida, vi mostrerò ...
Casa

Come realizzare candele originali a costo zero

Alzi la mano, a chi non è mai capitato di rimanere affascinato dalle meravigliose candele, poste sugli scaffali, di supermercati e di centri commerciali e ...
Bricolage

Come fare delle candele natalizie profumate

Una candela è un blocco di cera con stoppino incorporato che viene acceso per fornire luce e calore. Realizzare candele Natalizie profumate è un lavoro ...
Bricolage

Come fare uno stampo per candele con una bottiglia di plastica

Oggi il riciclo fai da te è diventata un'arte, con un po di fantasia possiamo trasformare i vari contenitori di bevande e alimenti in ...
Bricolage

Come realizzare una candela con cera di soia

Gli amanti delle candele non possono che prepararne una con la cera di soia. Quest'ultima risulta essere una valida alternativa alle classiche candele, perché ...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.