Come Realizzare Una Coperta Ai Ferri

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
17

Introduzione

L'arte del lavoro a maglia, inteso come passatempo per amabili vecchine, è da considerarsi ormai decisamente superato. La rivisitazione di questo luogo comune ha comportato il rovesciamento dei canoni tradizionali: il lavoro a maglia può considerarsi oggigiorno un hobby cui dedicarsi a qualsiasi età. Essere in grado di realizzare lavori utili per la casa risulta di estrema utilità, permettendo il risparmio ed allo stesso tempo la possibilità di avere in casa un pezzo unico. Inoltre, con la crisi economica che ha colpito il nostro paese ormai da anni, si ha la possibilità di inventarsi un nuovo lavoro: si possono realizzare a maglia tanti accessori, che possono essere venduti ad amici e parenti, ma anche presso i mercatini dell'artigianato artistico o addirittura in rete. Lavorare a maglia non è difficile, ma occorre imparare in modo graduale, in quanto si tratta di un'attività che richiede del tempo e una buona dose di precisione. Se avete già un minimo di dimestichezza con questa tipologia di lavoro, non perdetevi i passaggi che seguono, in quanto ci occuperemo di illustrarvi, passo dopo passo, come bisogna procedere per realizzare una coperta ai ferri.

27

Occorrente

  • Lana color crema 2kg circa
  • Ferri n. 6
  • Ago da lana con la punta arrotondata
37

Realizzare i punti

Per realizzare una coperta ai ferri il passaggio più complicato, ovvero quello che richiede una grande precisione, è sicuramente quello di fissare i punti; per farlo bisogna posizionare il ferro sotto la ascella destra e prendere il filo con la mano sinistra. Si procede quindi alla creazione di un’asola per poi far passare il ferro al suo interno, tenendo il filo con la mano destra. Una volta eseguito questo primo passaggio, il filo andrà portato sul ferro da sinistra a destra, a questo punto la punta del ferro passerà di nuovo nell'asola che si è venuta a creare, quindi, tirando i filo avrete realizzato il primo punto. Tutti gli altri punti andranno eseguiti esattamente nello stesso modo.

47

Conoscere i punti

È di fondamentale importanza sapere che alla base della realizzazione di una coperta ai ferri ci sono due tipi di punti che è necessario imparare a realizzare in modo impeccabile: stiamo parlando della maglia dritta e di quella rovescia. Per quanto riguarda la Maglia dritta, bisogna dire che il punto è molto semplice da realizzare. Il ferro di destra s’inserisce nel punto su ferro sinistro, passando dal davanti verso il dietro. Il filo, in questo caso va tenuto sempre all'esterno del lavoro. Una volta infilati i due ferri, fate girare il filo dal basso verso l’alto sul filo di destra. Per quanto concerne, invece, l'esecuzione della Maglia rovescia, bisgna dire che si tratta dallo stesso punto, ma lavorato al contrario. In questo caso dovete puntare il ferro di destra su quello di sinistra, come prima, ma passando da dietro verso il davanti. Il filo, in questo caso, va tenuto verso chi lavora e una volta posizionati i due ferri, va fatto girare da dietro al davanti attorno al ferro destro.

Continua la lettura
57

Eseguire lo schema

Uno schema facile per la realizzazione della coperta è quello che vi illustriamo di seguito: si parte con dritto e rovescio (tenendo conto del fatto che i ferri consigliati sono i n°6), si realizza procedendo con una maglia rasata dritta e poi maglia rasata rovescia. L’effetto finale sarà una coperta con quadrati lavorati alternati dritto e rovescio. Avviate adesso 150 maglie e lavorate a legaccio per 10 ferri. Proseguite mantenendo la lavorazione a legaccio sulle prime e ultime 5 maglie e lavorate quelle centrali alternando 10 maglie a maglia rasata dritta, 10 maglie a maglia rasata rovescia per 12 ferri, poi scambiate la lavorazione. A 160cm circa dall'inizio, e comunque una volta completata una serie di quadrati, lavorate 10 ferri a legaccio e intrecciate.

67

Completare il lavoro

A seconda della larghezza che si vuole dare alla coperta, bisognerà aumentare o diminuire il numero di motivi centrali a punto gabbiano; le 37 maglie laterali dei bordi, invece, restano invariate. I bordi superiore e inferiore si eseguono a parte e si cuciono poi con un sopraggitto piatto. Per una coperta con 10 motivi centrali dovrete avviare 214 maglie e lavorare le prime e ultime 37 maglie col punto rombi traforati invertendo la spiegazione, cioè leggendo il grafico capovolto, le 140 maglie seguenti con 10 motivi a punto gabbiano. Se avete una buona dimestichezza con questa tipologia di lavoro, non avrete alcuna difficoltà nel portarlo a termine; inoltre, potrete personalizzarlo e abbellirlo come più preferite.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Cliccare sullo schema per ingrandire il grafico.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cucito

Come realizzare Cuscini Con Effetti Tridimensionali

Creare dei cuscini con le proprie mani da grosse soddisfazioni, e il lavoro a maglia si presta molto bene per realizzare tali lavori. Con questa guida potrai seguire passo per passo la realizzazione di cuscini lavorati a maglia, con un bellissimo effetto...
Cucito

Come fare un copriletto classico

Un copriletto fatto ai ferri o all'uncinetto rappresenta un'ottima idea regalo quando si desidera fare una sorpresa a un'amica. Con un pizzico di fantasia e una certa dimestichezza nei lavori manuali, è possibile creare qualcosa di davvero grazioso ed...
Cucito

Come confezionare una blusa polo ai ferri

Se siete degli amanti dei lavori fai da te, e in particolare di realizzazione di vestiti per voi stessi o per amici creati con i ferri, siete nel posto giusto. In questa guida infatti spiegherò nel modo più efficace e semplice come confezionare una...
Cucito

Come fare le scarpine di lana per il bebè

Quando c'è in arrivo un bimbo, tutta la casa ferve di preparativi. Fra questi, il corredino è determinante: lenzuola, copertine, accappatoi, coprifasce, piccoli cardigan ed anche scarpine. Sono articoli che ci possono acquistare nei negozi specializzati....
Cucito

Come fare un gilet giallo con le tasche

Realizzare da soli i capi d'abbigliamento può essere un ottimo modo per dare libero sfogo alla propria creatività, realizzando prodotti di qualità, ma con un tocco di originalità e di gusto personale. Il gilet è un capo particolare che viene ultimamente...
Cucito

Come Fare Un Berretto E Manopole Coordinate

Per le giornate di grande freddo è sempre meglio coprirsi per bene, soprattutto coprendo sia la testa che le mani. In commercio si possono trovare tanti modelli differenti di accessori, ma è possibile anche realizzare direttamente a mano sia il berretto...
Cucito

Come Fare Le Tovagliette All'Americana Colorate

Le tovagliette all'americana sono senza dubbio l'ideale per la prima colazione. Si adattano anche a tavole informali e rendono divertenti le merende dei bambini. Per realizzare delle tovagliette all'americana colorate, bastano davvero pochi materiali...
Cucito

Come fare un completino rosso per neonato

Per le feste di Natale, il rosso è sicuramente il colore più utilizzato, sia per gli addobbi che per quanto riguarda l'abbigliamento. È oramai una moda vestire di rosso anche per i bambini appena nati, i quali trascorrono il loro primo Natale in famiglia....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.