Come Realizzare Una Coperta Di Lana

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
16

Introduzione

Specialmente sul web, il "riciclo creativo" negli ultimi tempi sta prendendo piede. Questo riciclo è l'attitudine alla trasformazione di un ordinario oggetto in uno di tendenza, come ad esempio si vuole decidere di ricavare una borsa da un vecchio paio di jeans. Proseguendo la lettura di tale articolo, potrete leggere dei consigli utili ed anche delle informazioni corrette, relativamente su come è possibile realizzare una coperta di lana in stile patchwork da diversi capi di lana. Il patchwork è una tecnica nuovamente fashion ed attuale. Buona lettura e buon lavoro!

26

Occorrente

  • Ferri da maglia (il numero cambia al variare del filo)
  • Uncinetto (il numero cambia al variare del filo)
  • Ago avente cruna larga
  • Forbici
36

Vi spieghiamo come recuperare il filato da capi trasandati

Dovrete prima di tutto raccogliere tutti quanti i capi di lana che avete trasandati. Lo stato in cui si trovano non ha molta importanza: se sono ingialliti oppure rotti occorrerà recuperare soltanto il filato. In seguito dovrete sfilare i tessuti facendo dei gomitoli. Attendete successivamente che il filato che avete ottenuto si distende in modo naturale. In genere il tempo che occorrerà per tale operazione è un mese. Se il filo è molto sottile lo dovrete rendere doppio, invece se si spezza sarà indispensabile unire le due estremità con un piccolo e solido nodo, poi si dovrà proseguire.

46

Vi spieghiamo la procedura per iniziare

Adesso dovrete iniziare il vostro lavoro. Potrete scegliere di usare i ferri da uncinetto oppure da maglia, dipende da quello che maggiormente preferite ed anche dalla vostra abilità. Sarà bene tener presente che i gomitoli creati sono di spessori diversi, perciò serviranno anche ferri ed uncinetti di diverse dimensioni. Ora potrete realizzare dei quadrati in misura uguale; un buon metodo per rendersi conto del numero di pezzi che vi serviranno per finire il lavoro della vostra coperta è quello di affiancare mano a mano i quadrati sul letto.

Continua la lettura
56

Vi spieghiamo due modi per creare il bordo della coperta

Prima di unire i quadrati vi dovrete accertare che siano a rovescio, perché sarà questa la parte dove dovrete andare a cucire. Una volta che avrete affiancato tutti i pezzi che compongono la coperta, occorrerà unirli con un ago a cruna larga e del filo di lana di un colore unico. A questo punto dovrete creare il bordo. Questo lavoro lo potrete fare in due modi. Il primo consiste nell'applicazione delle frange in tutto il perimetro. Il secondo modo invece dovrete applicare una striscia larga circa 10 centimetri, avente una lunghezza sufficiente che possa contornare la coperta.

66

Vi indichiamo la modalità di lavaggio per la vostra coperta

Potrete usare sicuramente altri metodi, occorrerà soltanto dare sfogo maggiore alla vostra fantasia. Qualsiasi modo che scegliate per rendere la vostra coperta graziosa, potrà essere creata mediante un'arricciatura per ogni angolo. La coperta, in seguito, la potrete lavare soltanto a mano. Una volta lavata la dovrete fare sgocciolare tanto prima di stenderla, altrimenti si deforma. Non la dovrete stirare in nessuna modalità.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cucito

Come realizzare una blusa ai ferri

Il Tricot è tornato prepotentemente di moda. Dagli anni Settanta, in cui ebbe il suo più fulgido splendore, divenne un settore di nicchia, con l'avvento di nuovi macchinari, più veloci e semplici da usare. Ciclicamente torna prepotentemente un capo...
Cucito

Come realizzare una sciarpa con cappello incorporato

Le feste sono in arrivo o semplicemente uno dei vostri amici compie gli anni? Se sapete lavorare a maglia, abbiamo una deliziosa idea regalo "fai da te" da proporvi, un'idea utile e confortevole: una sciarpa con cappello incorporato! In questa guida vi...
Bricolage

Come fare uno schema patchwork

Il patchwork è una tecnica utilizzata nel mondo del fai da te per realizzare tessuti come coperte, plaid, tovaglie e copricuscini. Inizialmente qualcuno optava per l'utilizzo di stoffe di scarto da cucire assieme per ricreare un tessuto a fantasia pieno...
Cucito

Come unire due gomitoli di lana

A volte può capitare che quando si sta lavorando a maglia o all'uncinetto si possa rimanere con alcuni residui di lana, che magari non sono sufficienti per poter eseguire nuovi lavori, quindi è necessario ricorrere alla fantasia in modo da risparmiare...
Cucito

Come fare uno sciarpone di lana ai ferri

È da un po' di anni che il cosiddetto “sciarpone” fa tendenza nel mondo della moda femminile e, caldo com'è, pare destinato a durare per molto tempo ancora. Se ci pensiamo, tale sciarpone non è altro che la rivisitazione moderna dello scialle di...
Cucito

Come Eseguire Il Patchwork Con I Ferri

Il Patchwork è un manufatto storico in quanto, l'attività di cucire quadrati di stoffa differente, al fine di realizzare indumenti ed oggetti d'arredo risale al 1700. Oggi, questo genere di manufatto, sta tornando di gran moda, tanto da diventare un...
Cucito

Come realizzare un maglioncino ai ferri

Con il ritorno dell'autunno e dell'inverno, torna anche il momento di indossare capi pesanti. Per proteggersi dal freddo non c'è niente di meglio di un caldo maglioncino. Un capo indispensabile per il guardaroba invernale. Ma non sempre è facile trovare...
Cucito

Come eseguire ai ferri il punto grandi pois

Il lavoro a maglia senza dubbio è una passione che rilassa e distende. Agli inizi non è facile eseguire tutti i vari punti, infatti se non si segue lo schema attentamente, purtroppo si rischia di scucire parte del lavoro già eseguito ma, col tempo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.