Come realizzare uno scaffale in legno

Difficoltà: media
Come realizzare uno scaffale in legno
14

Introduzione

Le nostre case si riempiono di oggetti e spesso viene a mancare uno spazio idoneo in cui collocarli.
Per riporre al meglio i nostri libri, documenti e soprammobili, può essere utile dotarsi di pratici scaffali.
In commercio ne esistono di tante tipologie diverse, adatte a ogni gusto e budget, ma se preferite il fai da te, ecco un'utile guida su come realizzare facilmente un pratico scaffale in legno per la vostra casa!

24

Il materiale occorrente non è molto: legno, tanto, tantissimo legno, chiodi, sega (a mano o elettrica), viti e trapano, e...un po' di pazienza e manualità!
La quantità di questi elementi dipende sostanzialmente da quanto volete che sia grosso il vostro scaffale e di quanti ripiani volete dotarlo.
Procuratevi delle assi o delle tavole del legno che più preferite; se il carico da sopportare non è molto, va bene anche dell'economico - ma più fragile - compensato.
Procedete col taglio, tenendo conto delle dimensioni che avete scelto per le varie parti dello scaffale e, soprattutto, di quanti ne intendete realizzare.
Se necessario, potete rifinire con della carta vetrata per togliere eventuali imperfezioni dovute al taglio.

34

A questo punto, se volete, potete procedere con la decorazione delle parti del vostro scaffale. Per motivi pratici, è meglio effettuarla prima dell'assemblaggio.
Nei negozi specializzati in fai da te potete trovare tinture specifiche per legno in molte colorazioni, così da personalizzare il vostro scaffale come più vi piace.
Quando il colore si sarà asciugato alla perfezione (potrebbero volerci anche alcune ore), non resta che assemblare le varie parti.
Praticate dei fori col trapano in corrispondenza dei punti in cui intendete avvitare insieme le varie parti, per evitare che le assi di legno si spezzino o comunque manifestino delle crepe che ne potrebbero minare la stabilità.

44

Per avvitare, si consiglia l'uso di viti piuttosto lunghe per assicurare maggiore stabilità al proprio scaffale.
Procedete con queste operazioni finché non avete ottenuto e saldato tutti i ripiani che desideravate realizzare.
E' sempre meglio non stringere subito del tutto le viti, ma procedere prima con l'assemblaggio generale dello scaffale: verificato che vada bene e che risponda alle vostre esigenze, potrete tranquillamente stringere le viti e ultimare il vostro lavoro.
Ecco che, con un po' di pazienza e sudore, ma soprattutto risparmiando un bel po' di soldi, avete realizzato un pratico scaffale sul quale sistemare e tenere in ordine qualsiasi cosa vogliate!

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala l'immagine o le immagini che ritieni inappropriate
Devi selezionare almeno un'immagine
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità delle nostre guide