Come restaurare un mobile in stile shabby

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Restaurare autonomamente tutto ciò che si trova in casa, è uno degli obiettivi più ambiti dalle persone, che si tratti di tavoli, sedie o mobili. Riferendoci a quest'ultima categoria, possiamo passare ad esaminare lo stile "shabby". Shabby, in italiano, si traduce come "antico" o, meglio, trasandato. Questo aspetto fa sì che il vostro mobile risulti, in determinati contesti, molto elegante e affascinante. Si tratta di uno stile particolarmente in voga al giorno d'oggi e fa riferimento a quello stile romantico che predilige colori chiari come l'avorio, il bianco o il rosa, che regalano una lucentezza ed una vivacità in tutte le zone della casa. Nei passi successivi di questa guida, verrà spiegato come restaurare un mobile in stile shabby, evidenziando, nei particolari più rilevanti, quali sono le prerogative principali di tale processo.

26

Occorrente

  • Acqua
  • Bicarbonato di sodio
  • Vernice ad acqua grigio chiaro
  • Pennelli
  • Carta vetrata
  • Spugnetta metallica
  • Panno
36

Come prima cosa, potrete decidere liberamente il vostro oggetto da restaurare, che sia un tavolo, una sedia o una cassettiera. Una volta effettuata la scelta, rimuovete tutti gli accessori che non fanno parte dello stile shabby, come ad esempio pomelli o maniglie, prima di iniziare con la restaurazione. Miscelate dell'acqua con del bicarbonato di sodio e passate un panno, imbevuto in tale soluzione, su tutta la superficie del mobile per eliminare eventuali residui di polvere o detriti. Dopo aver fatto ciò, passate la carta vetrata sull'area designata, quindi stendete uno strato di smalto.

46

Non appena questi si sarà asciugato, procedete con uno strato di colore scuro, come ad esempio il grigio. Dopo l'essiccazione della vernice, strofinate della cera d'api su tutto il mobile, facendo molta attenzione al fatto che, tutti i punti, siano interessati da quest'operazione. Successivamente, ripetete la stesura della vernice grigia per ben tre volte, con una opportuna asciugatura per volta prima della mano successiva. In seguito, carteggiate ulteriormente il mobile, rimuovendo lo strato di cera che avevate strofinato precedentemente.

Continua la lettura
56

Arrivati a questo punto, con una semplice spugnetta metallica, strofinate con vigore tutta la superficie del mobile. Così facendo conferirete un aspetto anticato al mobile. Il vostro mobile in stile shabby è adesso pronto! Potrete posizionarlo nella zona della casa che più preferite, prediligendo quelle molto luminose, in maniera tale da far risaltare ulteriormente le caratteristiche di questo stile. Infine, riposizionate i pomelli o le maniglie che avevate in precedenza rimosso per effettuare il restauro.  

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come laccare una sedia

A volte guardando il nostro arredamento, ci verrebbe voglia di cambiarlo interamente solo per il gusto di vedere qualcosa di diverso attorno a noi. Altre volte invece la nostra vena artistica si accende solo per restaurare un mobile e donargli una nuova...
Bricolage

Come trasformare un vecchio mobile in un arredo shabby chic

Negli ultimi tempi è sempre più di tendenza lo stile Shabby Chic, per quanto riguarda alcuni elementi di arredo. Questo stile ha ottenuto grandi consensi, poiché conferisce al mobile un effetto invecchiato che lo arricchisce. Per gli amanti del fai-da-te,...
Altri Hobby

5 consigli per decapare un mobile in legno

Tra le varie tecniche di decorazione del legno, ne esiste una che prevede il cosiddetto decapaggio della superficie. Si tratta in sostanza di rifinire la parte volutamente in modo grezzo, e quindi adattarla ad un ambiente rustico o in una stanza in stile...
Bricolage

Come realizzare una credenza in stile shabby chic

Se anche voi conservate nella vostra cantina o in soffitta dei vecchi mobili in disuso, pieni di polvere e in alcuni casi anche malandati, magari messi da parte in seguito a qualche precedente trasloco o acquisto poi accantonato, allora è finalmente...
Bricolage

Come Realizzare Una Sedia Shabby Con Le Decorazioni Di Rose

Lo shabby è l'ultima tendenza in fatto di arredamento. È molto apprezzato da tanti, sopratutto dagli amanti del vintage. Infatti i mobili e i complementi d'arredo che lo compongono, sono tutti all'apparenza antichi e trasandati. In realtà una casa...
Bricolage

Come Decorare Un Tavolino Con La Tecnica Dello Shabby Chic

E se un giorno ci venisse voglia di decorare un tavolino in stile Shabby Chic? Sicuramente sarebbe una buona idea. Però, c’ è un piccolo problema: non sappiamo come fare. Niente paura, basterà seguire questa semplice guida per decorare il vostro...
Bricolage

Come praticare la tecnica shabby a due colori

Che cos'è lo Shabby Chic? Sicuramente lo avete già sentito nominare e, se siete appassionati, lo conoscete già! È una tecnica di decorazione che viene usata sempre più per decorare mobili o suppellettili vari. Consiste nel lavorare il mobile dandogli...
Bricolage

Come decorare ortensie su un bauletto portabottiglie shabby

Spesso, rinnovare un vecchio oggetto donandogli nuova vita, può renderlo sicuramente più bello ed interessante rispetto ad un nuovo acquisto. Se avete voglia di dare una bella rinfrescata ad un vecchio oggetto che possedete in casa, magari potreste...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.