Come restaurare un portaombrelli in ceramica

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

La ceramica è un meraviglioso materiale, molto sfruttato per creare dei soprammobili ed altri accessori per la casa. Con la ceramica si possono creare tantissime cose: piatti, bicchieri, vasi, soprammobili, ecc. Si tratta di un materiale molto particolare, molto versatile ed anche tanto fragile: proprio come il vetro, esso necessita di molta attenzione, onde evitare rotture o scheggiature. Con la ceramica è possibile creare, o acquistare, anche un portaombrelli. Vi sarà capitato di averne acquistato uno e di aver avuto il bisogno di restaurarlo. Ma come si restaura un portaombrelli in ceramica? Ed è proprio di questo che vi parlerò in questa lista, nello specifico vi spiegherò come restaurare un portaombrelli in ceramica.

27

Occorrente

  • Lima diamantata
  • Colla per ceramica
  • Nastro adesivo
  • Stucco epossidico
  • Tempere o colori per ceramica
37

Essendo un materiale pregiato e delicato, la ceramica è soggetta a scheggiature e rotture di varia natura: qualora ciò avvenga, il restauro dell'oggetto rotto è la via migliore per riparare al danno. Quando si tratta di un portaombrelli è facile che esso possa scheggiarsi o rovinarsi, dato il suo frequente e "stressante" utilizzo. Oltretutto, anche la ceramica è soggetta al passare del tempo, dunque all'invecchiamento. Vi illustro ora come iniziare a restaurare il vostro portaombrelli in ceramica.

47

Innanzitutto è bene che chiariate che tipologia di restauro vorreste effettuare: se si tratta di un pezzo che si è staccato, dunque si è rotto, il procedimento è abbastanza semplice. Conservate il pezzo di portaombrelli che si è staccato e limatelo dal lato rotto con una lima diamantata. Effettuate alcune prove per constatare se il pezzo rotto, dopo essere stato limato, combaci bene con il resto del portaombrelli. In tal caso non dovrete far altro che unire i due pezzi con una potente colla, preferibilmente una adatta a questo tipo di riparazioni. Per aiutarvi nell'impresa, soprattutto per la fase dell'asciugatura, potreste tenere unite le due parti appena incollate con del nastro adesivo: in tal modo creerete un sostegno che aiuterà la colla a fare presa perfettamente.
Qualora invece il problema non riguardi la rottura di un pezzo, ma una o più scheggiature sul vostro portaombrelli, dovrete munirvi di un po' di stucco epossidico: esso vi aiuterà a chiudere e coprire tutte le scheggiature che avrete notato. Quando si sarà asciugato, non dovrete far altro che levigare la parte restaurata con una lima diamantata.

Continua la lettura
57

In entrambi i casi, successivamente alla riparazione, dovrete ridipingere il vostro portaombrelli nel punto in cui lo avrete restaurato: qualora si tratti di una tinta unita il lavoro è ben più facile. Vi basterà comprare della vernice per ceramiche, o dei colori a tempera, e prestare molta attenzione nello scegliere il colore che meglio si adatti a quello originale del portaombrelli.
Se invece dovrete andare a ritoccare un disegno, o una fantasia particolare, il lavoro potrebbe rivelarsi più difficile: dovrete essere molto più dettagliati ed attenti.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Qualora non riusciate nel vostro intento, o il restauro dovesse rivelarsi difficile, rivolgetevi ad un esperto del settore.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come fare un portaombrelli

Tra i tanti arredi presenti all'interno di una casa, il portaombrelli è di certo quello che non può mancare. Posizionato all'ingresso dell'appartamento esso serve ad evitare che, con l'ombrello bagnato, sporchiamo i pavimenti interni. La sua funzionalità...
Bricolage

Come creare un portaombrelli con conchiglie

Con il fai-da-te possiamo creare tantissime cose interessanti per la nostra casa e per la vita di ogni giorno. Possiamo trarre spunto dalla natura e da tutto ciò che ci circonda. Se amiamo il mare e ci piace rovistare tra la sabbia in cerca di conchiglie,...
Bricolage

Come fare un portaombrelli originale

Il portaombrelli è un accessorio che non deve mancare nelle nostre case: infatti è molto utile, specialmente in inverno, quando rientriamo a casa e non sappiamo dove poggiare l'ombrello inzuppato d'acqua. Questo oggetto possiamo acquistarlo in qualsiasi...
Altri Hobby

Come costruire un portaombrelli con le mollette di legno

Al giorno d'oggi il bricolage fai da te è davvero alla portata di tutti. Usando internet è possibile reperire migliaia di idee per realizzare lavoretti semplicemente unici, mettendoci un pizzico di nostra fantasia. È possibile creare dei semplici braccialetti...
Bricolage

Come creare un portaombrelli di lino

Con l'arrivo del maltempo e soprattutto della pioggia, ogni volta che usciamo, per precauzione dobbiamo sempre portare con noi un ombrello ma questi, quando non piove, diventano ingombranti e fastidiosi, non si sà mai dove metterli, e non sempre c'è...
Altri Hobby

Come decorare un portaombrelli con il Decoupage

Il decoupage è una tecnica molto utilizzata per rinnovare oggetti di arredo utilizzando carta decorata, qualche "attrezzo del mestiere" e tanta creatività. La fantasia è d'obbligo nella realizzazione di queste piccole meraviglie e gli oggetti che possono...
Bricolage

Come costruire un portaombrelli con i tappi di sughero

Il sughero è un materiale davvero straordinario, molto resistente ed estremamente elastico. Inoltre è molto leggero, resiste alle muffe ed ha una durata straordinaria. Insomma, ha tante caratteristiche che lo rendono un materiale versatile e affidabile....
Casa

Come realizzare un portaombrelli in sughero

Il sughero è un tessuto vegetale molto conosciuto perché utilizzato per chiudere bottiglie di vino e mantenere la freschezza del prodotto. Oltre ad essere un ottimo materiale per chiudere, sigillare e mantenere freschezza, esso è anche un ottimo strumento...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.