Come ricalcare un disegno sul tessuto

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
15

Introduzione

Dopo aver scelto il disegno da ricamare bisogna riportarlo sulla stoffa. Questa operazione si può fare su: un foglio di carta lucida, da modelli, oleata oppure da forno. Sono tantissimi i metodi più o meno validi, ma è difficile stabilire il migliore. Ogni ricamatrice ha il suo preferito; bisogna scegliere un procedimento anche in base al tipo di tessuto che si vuole ricamare. Leggendo il tutorial si possono avere delle indicazioni su come è possibile ricalcare un disegno sul tessuto.

25

Occorrente

  • Carta carbone
  • Matita morbida
  • Carta da lucido
  • Spilli
  • polvere
  • aghi
35

Un metodo può essere quello della carta carbone da ricalco. Il prodotto si trova abbastanza facilmente nelle cartolerie e viene venduto in blocchi da 10 fogli. In alternativa si può utilizzare la carta carbone normale. Esistono carte da ricalco per ricamo, ma sono difficilmente reperibili nei negozi e costano molto. Bisogna appoggiare il disegno sul tessuto ben stirato; poi, si fanno combaciare le linee del centro e si appuntano con alcuni spilli solo da un lato. A questo punto si inserisce la carta da ricalco tra il disegno ed il tessuto e si fissano gli altri lati. Poi, si ricalca il disegno con una matita o una penna. Prima di staccare completamente il disegno dal tessuto bisogna controllare se sono stati trasferiti tutti i particolari sul tessuto.

45

Un altro metodo è quello della lavagna luminosa. In questo caso si sfruttano la trasparenza del tessuto e la luce per trasferire il disegno da ricamare. Non è consigliabile con i tessuti pesanti o di colore scuro. L'utilizzo di una lavagna luminosa, tipo quella per le radiografie, è comodo e sbrigativo; in alternativa si può adoperare il vetro di una finestra luminosa. Si attacca il disegno al vetro con del nastro adesivo per vedere l'immagine in trasparenza. Si può usare: una matita non troppo morbida, una colorata oppure un pennarello idrosolubile. Esistono in commercio anche delle matite apposite abbastanza costose. È consigliabile utilizzare un pennarello che svanisce con l'acqua; esso si trova facilmente nelle mercerie.

Continua la lettura
55

Un altro sistema, abbastanza usato dalle ricamatrici professioniste, è la riproduzione del motivo sulla carta; poi, si forano i contorni del disegno con la punta dell’ago. A questo punto si cosparge il motivo con una speciale polvere (chiara o scura), utilizzando un tampone simile a un piumino da cipria. Togliendo la carta resta una sottile linea di puntini; questo sistema si utilizza soprattutto per tessuti delicati. Infine, si ha la riproduzione a pressione; è un sistema abbastanza elementare, ma utile per riprodurre un motivo già ricamato di cui non si possiede il disegno. Basta stendere sul tavolo da stiro un mollettone e su di esso il tessuto da ricamare; poi, si mette il diritto del ricamo contro il tessuto. In questo modo il lavoro è già eseguito; si passa il ferro ben caldo ed il disegno resta sul tessuto da ricamare.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cucito

Come ricamare una tovaglia a punto Ravenna bicolore

Il punto Ravenna era un tempo utilizzato unicamente per i paramenti sacri e soltanto in un momento successivo è diventato il motivo ricorrente per altri articoli come tovaglie, fazzoletti e biancheria per il letto e per la casa. Si tratta di un punto...
Bricolage

Come ricamare una tovaglia di lino giallo oro

Hai deciso di realizzare una tovaglia da tavola! Hai una certa infarinatura per il ricamo e vorresti anche ricamarla! Ti ricordo che non si tratta di un'operazione complessa, occorrerà soltanto osservare alcuni accorgimenti. Esistono in commercio diversi...
Cucito

Come ricamare una scritta su un cuscino

È una cosa che si tramanda dalle nostre nonne quella di fare ricami sui cuscini, inserendo disegni o scritte. Bastava un po' di filo un ago e tanta buona volontà. Eppure oggi queste sono usanze superate anche se si tramandano da secoli, e oggi purtroppo...
Altri Hobby

Come ricamare una tovaglia di lino bianca

L'arte del ricamo ha origini molto antiche che ancora oggi riesce a regalare non poche soddisfazioni a chi riesce a praticare questo genere di lavori. Tra gli innumerevoli oggetti tessili che si possono realizzare con il lavoro del ricamo, le tovaglie...
Cucito

Come ricamare roselline a punto vapore

Il ricamo è un'arte che solo in pochi sanno apprezzare davvero e si basa sull'espressione della fantasia, della creatività e del senso artistico che ogni donna possiede. Adatto per un corredo da bambino, per biancheria da letto o per arricchire borse...
Bricolage

Come fare una tendina con uno scampolo di lino

Talvolta non è assolutamente necessario acquistare molti metri di stoffe colorate e pregiate, solitamente piuttosto costose, per realizzare tende e tessili per decorare la casa. Se una finestra dell'appartamento ha bisogno di una rinfrescata con una...
Bricolage

Realizzare una decorazione con la tecnica dello spolvero

Lo spolvero è una tecnica pittorica che permette di riportare un disegno su varie superfici. Nello “spolvero” si disegna dapprima a grandezza naturale la rappresentazione su un cartone preparatorio, con un ago o un'altra punta si perforano fittamente...
Altri Hobby

Come Fare Un Centrino In Organza Ricamato

Diamo sfogo al nostro estro creativo e, cerchiamo di realizzare qualcosa direttamente con le nostre mani. Nello specifico vedremo come fare un centrino in organza ricamato. Un'idea in più per realizzare delle eleganti e raffinate bomboniere, oppure semplicemente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.