Come riciclare i capi di abbigliamento

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Puntualmente ogni volta che vi è un cambio di stagione mettiamo da parte sempre i capi di abbigliamento che promettiamo di usare, ma alla fine si ritrova sempre in un angolo dell'armadio la stagione dopo. Se invece ci rendessimo subito conto che quel dato indumento non verranno mai più adoperati da noi, non solo sarebbe una buona soluzione eliminarlo dall'armadio per evitare di intasarlo, ma potremmo anche dare nuova vita a quel dato capo di abbigliamento semplicemente riciclandolo. In questa guida vedremo come fare!

25

Occorrente

  • ago e filo
  • capi di abbigliamento
35

Una delle prime cose da pensare quando un capo non abbiamo più intenzioni di indossarlo e che teniamo dentro l'armadio ed è ancora in ottime condizioni, è quella di selezionare i capi di abbigliamento più nuovi, puliti e perfettamente integri e consegnarlo a quelle associazioni benefiche che raccolgono l'abbigliamento usati per chi ne ha bisogno. Si tratta di scarpe, di magliette, di vestiti, canotte, di borse e così via, certamente avrete fatto una bellissima azione regalandoli a chi non può permettersi di acquistare capi di abbigliamento nuovi. Voi ve ne siete liberati e chi ne ha bisogno apprezzerà tantissimo il vostro gesto umano!

45

Se, invece, si tratta di capi di abbigliamento per bambini, potete conservarli tranquillamente per poi poterlo usare se avrete un bambino dello stesso sesso o per regalarlo ad un parente. Nel caso in cui, invece si tratta di capi di abbigliamento a cui siete particolarmente legati, potete scegliere di dargli una nuova funzione, basterà essere abili con ago e filo. Se per esempio avete a disposizione una canottiera potreste invece trasformarla in una borsetta cucendo la base della canottiera e mantenendo le bretelline come se fossero dei veri e propri manici della borsa. Pochi ma semplici passi e otterrete tutt'altro accessorio.

Continua la lettura
55

Per quanto concerne i pantaloni, un classico è quello di trasformarli in pantaloncini semplicemente tagliando le gambe, che siano essi pantaloni estivi oppure invernali. Nel caso in cui aveste dentro l'armadio una serie di maglioni di lana che non indossate nemmeno per stare in casa, allora potreste ritagliare le maniche, scucire i fianchi e unire tutti questi maglioni realizzando una calda coperta di lana da usare nelle fredde serate d'inverno per riscaldarsi. Numerose sono le cose che si possono realizzare con il riciclo di abbigliamento usato, ma avere solo tanta pazienza e tanto tempo a disposizione e fantasia ed il gioco è fatto!! Sforzate la vostra mente e di sicuro i vostri capi di abbigliamento inutilizzati non andranno a finire nel dimenticatoio!

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cucito

Come riciclare una vecchia maglietta

La vostra maglietta preferita comincia a presentare qualche segno di usura, ma non volete rinunciarci perché ne siete troppo affezionate? Bene, allora vi aiuterò a capire come fare per riciclare una vecchia maglietta, con il fai da te, facendola diventare...
Cucito

Come realizzare un vestito a tubino

Il tubino è un abito che non passa mai di moda: le sue linee semplici e la sua praticità lo rendono adatto a qualsiasi occasione, tanto sportiva quanto elegante. Venne realizzato per la prima volta nel 1926 dallo stilista Coco Chanel, proprio con lo...
Cucito

Come cucire un top

Non può mancare in un guardaroba estivo il top, così leggero, sicuramente l'ideale per mantenere la pelle fresca per tutta la stagione. Dette canottiere, inoltre, sono molto facili da cucire e quindi sarebbe un'idea utile per coloro che si avvicinano...
Bricolage

Come realizzare una giacca portadisegni

Per chi ama disegnare e, vuole sistemare i propri disegni, in modo da non sporcarsi e non doverli cercare quando servono, ecco come risolvere il problema con un rimedio utile e, al contempo, bello da vedersi. Una cartellina portadisegni un po' eccentrica...
Cucito

Come realizzare un costume da Violetta

Con l'avvicinarsi del carnevale si si iniziano a cercare i costumi con cui vestire i nostri bambini. Generalmente i costumi più ricercati sono quelli dei cartoni animati preferiti dai nostri bambini ma la maggior parte delle volte preferiamo acquistarli...
Cucito

Come trasformare maglioni e calzettoni in pupazzi

Con il passare del tempo si cresce e gli indumenti vecchi tendono a stingere oppure a logorarsi in qualche punto, perciò si tende a gettarli via. Tuttavia può svilupparsi un certo affetto nei loro confronti, rendendone difficile il distacco. Se avete...
Cucito

Come realizzare una copertina con golfini di lana

Il cambio di stagione: che incubo! Anche se il grande freddo non è ancora arrivato, è preferibile organizzarsi per tempo e approfittare dell'occasione per fare una cernita accurata, sia degli indumenti estivi che vengono tolti dal guardaroba sia di...
Altri Hobby

Come realizzare braccialetti di lana

Per chi vuole creare dei semplici e graziosi gioielli fatti a mano, i braccialetti realizzati con la lana sono davvero facilissimi da riprodurre. Questi gioielli fatti con la lana, sono estremamente versatili e potrete adattarli a varie combinazioni di...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.