Come ridipingere una recinzione in ferro battuto

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Una recinzione in ferro battuto, per rimanere a lungo in buone condizioni, ha bisogno di una regolare manutenzione: l'abitudine di trascurare i periodici ed adeguati interventi può, nel tempo, essere causa di un graduale deterioramento. In questo caso, non conviene affatto evitare di spendere denaro per tenerla in buono stato, per poi rischiare di dover investire cifre ben più alte per sostituirla. In particolare, all'interno di questa guida, vi illustrerò come ridipingere una recinzione in ferro battuto.

27

Occorrente

  • guanti da lavoro
  • mascherina di protezione
  • giornali o dei pezzi di cartone
  • carta vetrata
  • sverniciatore chimico
  • occhiali protettivi
  • smerigliatore elettrico
  • pistola ad aria calda
  • raschietto
  • prodotto antiruggine
37

Porre dei giornali o dei pezzi di cartone sotto la recinzione

Innanzitutto, riverniciare completamente una recinzione non è affatto un'impresa complicata, ma richiede attenzione, specialmente per la vostra sicurezza, quindi utilizzate sempre dei resistenti guanti da lavoro ed una mascherina di protezione. Per prima cosa, ponete dei giornali o dei pezzi di cartone sotto la recinzione, in modo tale da escludere il pericolo di lasciare macchie sul terreno. Dopo aver fatto ciò, con della carta vetrata a grana piuttosto spessa, eliminate completamente lo strato del vecchio smalto, asportando anche gli eventuali depositi di ruggine. In questo caso, potete anche utilizzare uno sverniciatore chimico, ma non dimenticate di indossare, oltre alla mascherina, anche un paio di appositi occhiali con protezione laterale.

47

Utilizzare uno smerigliatore elettrico

Per eliminare la vecchia vernice, oltre ai metodi già elencati nel passo precedente, potete anche far uso di uno smerigliatore elettrico. Tuttavia, se la recinzione è composta da lavorazioni di forme particolari o molto piccole, non è semplice asportare accuratamente ogni traccia di vecchie smaltature, per cui è consigliabile far uso di una pratica ed economica pistola ad aria calda, facile da utilizzare e simile ad un asciugacapelli, ma con una temperatura che può anche raggiungere i 500°C.

Continua la lettura
57

Applicare una mano di prodotto antiruggine

Successivamente, con l'ausilio di un raschietto, rimuovete ogni eventuale piccolo residuo del vecchio colore rimasto, dopodiché levigate perfettamente ogni parte della recinzione con tela a smeriglio o con una smerigliatrice elettrica. Oltre a ciò, provvedete ad applicare con cura (se serve, entrando con un pennellino anche in ogni più piccolo spazio) una mano di prodotto antiruggine, quindi fatelo asciugare e procedete stendendo il primo strato di smalto. Infine, fatelo essiccare perfettamente e terminate il lavoro con la seconda mano, lasciandolo asciugare nuovamente. Arrivati a questo punto, il vostro lavoro può dirsi finalmente concluso.

67

Guarda il video

77

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come costruire una recinzione

Sapere come è possibile costruire esattamente una determinata recinzione potrebbe risultare abbastanza utile, per qualunque vostra proprietà che desiderate proteggere o riuscire comunque a delimitare. Questo lavoro potrebbe sembrare molto complicato...
Bricolage

Come realizzare una recinzione di legno in giardino

Chi possiede nella propria abitazione un bel giardino può decidere di delimitarlo con una recinzione sia per motivi di sicurezza che per motivi estetici. Sarebbe bello però se tutto ciò venisse fatto con le proprie mani anche per impegnare un po' di...
Bricolage

Come organizzare la recinzione alle pecore

Suffolk, Merino, Laticauda sono solo alcuni nomi delle specie ovine che nel corso dei millenni sono state allevate per il vello, la carne pregiata o il latte prodotto. Fino ad un centinaio di anni fa, la pastorizia rivestiva un ruolo portante nell'economia...
Materiali e Attrezzi

Come costruire dei pannelli per recinzione

Se abbiamo un ampio giardino con all'interno la casa, ed intendiamo occultarla al cospetto di occhi indiscreti, possiamo costruire una recinzione fatta con dei pannelli molto eleganti e funzionali. In riferimento a ciò, ecco una guida in cui spieghiamo...
Materiali e Attrezzi

Come costruire una recinzione a rete plastificata

Se per il nostro giardino oppure per l'orto abbiamo la necessità di creare una recinzione per proteggerlo, possiamo optare per diverse soluzioni, come ad esempio per quella in legno oppure in ferro. Tuttavia queste ultime, hanno dei loro costi, sia per...
Materiali e Attrezzi

Come installare una recinzione in vinile

Alla maggior parte delle persone piace la recinzione in vinile, in quanto non fa la ruggine, non decade, e non marcisce col passare del tempo. La sua installazione potrebbe essere abbastanza costosa anche dopo che l'avrete acquista e montata. È però...
Casa

Come collocare un rinforzo in una recinzione

Il rinforzo per una recinzione dipende molto dal tipo di bestiame che intendiamo mettere all'interno, quanto vogliamo spendere, i materiali che intendiamo usare e dalla sua grandezza. Naturalmente i recinti da allevamento devono essere più resistenti...
Giardinaggio

Come realizzare una recinzione

Chi possiede un appezzamento di terra, sa che molto spesso il raccolto viene rovinato da animali selvatici o semplicemente da gatti e cani. Ecco dunque come realizzare una semplice recinzione per il giardino utilizzando materiali facilmente reperibili...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.