Come rimettere a nuovo il ferro arruginito

di Elisa Biondi difficoltà: facile

Come rimettere a nuovo il ferro arruginitoLeggi Il ferro è un materiale che, come l'acciaio, si ossida molto facilmente e per arrestare questo processo, altrimenti irreversibile, bisogna intervenire con precisi materiali e strumenti.
Così facendo si potrà preservare il ferro nuovo oppure portare a nuova vita quello vecchio ed ossidato; in ogni caso riusciremo a preservarlo in modo ottimale dalle intemperie ed otterremo un risultato duraturo nel tempo.
Vediamo quali accorgimenti dobbiamo avere nel caso si voglia trattare del ferro arrugginito.

Assicurati di avere a portata di mano: Carta vetrata, spazzole metalliche, lime, antiruggine, convertiruggine, smalto, pennello o pistola spray, giornali, telo di plastica, guanti, nastro adesivo

1 Come rimettere a nuovo il ferro arruginitoLeggi Il primo passo consiste nella asportazione completa dello strato di ferro ossidato. Per fare ciò possiamo munirci di diversi strumenti a seconda della quantità di ruggine presente e della superficie da trattare.
Per piccoli oggetti possiamo utilizzare la comune carta vetrata, magari preferendone una a grana grossa, ma, se la carteggiatura si dimostra insufficiente, sono ultili le spazzole metalliche, adatte particolarmente alle superfici curve, oppure le l ime metalliche, indicate per zone ad angolo. Quando invece non è indicato lo strumento a mano si possono utilizzare le spazzole metalliche attaccate al trapano oppure alla smerigliatrice ottenendo in entrambi i casi un risultato omogeneo ed una perfetta pulizia nei punti più difficili.

2 Come rimettere a nuovo il ferro arruginitoLeggi Il secondo passo coincide con la fase di trattamento del ferro pulito con un buon prodotto antiruggine.
Un tempo si utilizzava il Minio (ossido del Piombo) ma la sua tossicità lo ha portato in disuso così oggi il mercato offre una vasta gamma di primer antiruggine a base acquosa di facile applicazione e di veloce essiccazione. Il prodotto contiene il fosfato di zinco che è un pigmento non inquinante, capace di dare ottime prestazioni ed in grado di essere sovraverniciato con prodotti sintetici.
Prima di applicare l'antiruggine è possibile dare una mano di convertiruggine, prodotto in grado di trasformare la ruggine in una sostanza neutra bloccandone il processo elettrochimico ossidativo, ma esistono anche in commercio dei primer che assolvono entrambe le azioni sopracitate, riducendo così i tempi di intervento.

Continua la lettura

3 Come rimettere a nuovo il ferro arruginitoLeggi L'ultima fase è quella della verniciatura definitiva del nostro manufatto in ferro.
La finitura può essere effettuata con pennello oppure con pistole a spruzzo per verniciatura spray: in entrambi i casi bisognerà proteggere il pavimento sottostante con uno strato protettivo di giornali o con i comuni teli in plastica ed usare dei guanti.  Gli smalti utilizzati potranno essere acrilici, versatili e di facile impiego oppure sintetici, dotati di un'ottima capacità coprente e da una particolare brillantezza.
E' possibile anche usare gli smalti ferromicacei se si desidera ottenere un effetto antichizzante sul ferro trattato.. 

Non dimenticare mai: Dare due mani di smalto

Come sverniciare il ferro Come riparare una balaustra in ferro Come verniciare una ringhiera di ferro Guida alla manutenzione del ferro battuto

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide utili