Come rimuovere un termosifone

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

I termosifoni o caloriferi sono elementi che fanno parte dei più comuni sistemi di riscaldamento casalinghi. Sono generalmente collegati ad una rete idraulica che trae calore da una caldaia, alimentata da vari combustibili come gas, legno, eccetera. I termosifoni sono fatti di solito in materiale metallico come la ghisa e l'alluminio, quindi richiedono sovente una manutenzione in termini di pulizia, tinteggiatura o nei casi più gravi, di completa sostituzione. Ecco perché è essenziale sapere come smontarli in modo corretto, onde evitare di allagare l'intero appartamento. Benché si tratti di un'operazione piuttosto semplice, è importante seguire alcuni suggerimenti per smontarli nel modo giusto. In questa guida vedremo come rimuovere in modo facile e intuitivo un termosifone.

27

Occorrente

  • chiave a pappagallo
  • asciugamani
  • catino o secchio
  • nastro teflonato
37

Come prima cosa chiudete la valvola generale che porta l'acqua dalla caldaia ai termosifoni, o in alternativa chiudete i rubinetti di entrambi i lati del termosifone, girandoli fino al completo blocco, al fine di arrestare il flusso d'acqua. Ponete un asciugamano sul pavimento sotto il dado di giunzione e sistemate sopra un catino per raccogliere i residui d'acqua racchiusi nelle giunture. Con l'ausilio della chiave a pappagallo allentate leggermente il dado di giunzione, prestando attenzione a non scuotere eccessivamente il tubo, che finisce solitamente nel muro o nel pavimento.

47

Quando dal dado di giunzione del calorifero inizierà a scorrere acqua, smettete di svitare e lasciate fluire lentamente l'acqua nel catino. Non appena il catino sarà completamente pieno, stringete il dado, svuotate il recipiente e ricominciate l'operazione da capo. Poi stringete il primo dado e spostate il catino sotto l'altro dado e allentatelo quasi del tutto. Nel calorifero si troverà ancora un residuo d'acqua, sollevate il calorifero dai supporti a muro e inclinatelo per far cadere nel catino tutta l'acqua rimasta.

Continua la lettura
57

Ora potete certamente rimuovere il calorifero e lavarlo per eliminare la ruggine (all'aperto con un tubo da giardino), oppure sostituirlo con uno nuovo. Appendete il nuovo calorifero ai supporti a muro e collegate i dadi di giunzione alle valvole dei rubinetti. Usate del nastro teflonato sulle filettature, così da avvitare i dadi con maggiore facilità. Infine aprite i due rubinetti o la valvola generale di controllo per riempire il calorifero di acqua. Prima di iniziare aprite anche la valvola di sfiato, per far uscire l'aria presente, poi richiudetela.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Usate del nastro teflonato sulle filettature, così da avvitare i dadi con maggiore facilità.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come verniciare un termosifone arrugginito

La ruggine è un problema che affligge i termosifoni in ghisa, al contrario di quelli in metallo. Quando ciò accade, i caloriferi diventano antiestetici e potrebbe rivelarsi necessario ristrutturarli eliminando qualsiasi traccia di ruggine. Dopodiché...
Casa

Come chiudere un termosifone che perde acqua

Uno degli inconvenienti domestici più comuni e fastidiosi è senza dubbio rappresentato dalla perdita di acqua da un termosifone. Soprattutto durante la stagione invernale, periodo nel quale il calorifero svolge la sua funzione più importante, avere...
Casa

Come sfiatare i termosifoni scaldasalviette

L'inverno è la stagione in cui il termosifone ricopre un ruolo estremamente importante all'interno delle nostre abitazioni, infatti il termosifone ci consente di scegliere la temperatura ideale della nostra casa in base ai nostri gusti. Tramite l'utilizzo...
Casa

Come smontare un calorifero

Ci sarà sicuramente capitato, almeno una volta, di dover eseguire alcuni piccoli lavoretti di manutenzione per la nostra casa e, sopratutto se non siamo degli esperti con il mondo del fai da te, di rivolgerci ad operai esperti per essere sicuri di ottenere...
Casa

Come preparare i termosifoni all'inverno

Prima dell'arrivo della stagione fredda, è fondamentale rimettere in funzione l'impianto di riscaldamento, effettuando delle accurate operazioni di manutenzione affinché il tutto funzioni a meraviglia, senza sprechi di calore. In questo modo risparmieremo...
Casa

Come e quando accendere i termosifoni

Per proteggere le nostre case dai freddi e gelidi climi invernali dobbiamo necessariamente utilizzare il nostro impianto di riscaldamento e accendere quindi i termosifoni. Uno scorretto uso degli stessi potrà però provocare malfunzionamento all 'impianto...
Casa

Come aggiungere o eliminare gli elementi di un termosifone

Il numero degli elementi per ogni termosifone collocato in una stanza, dipende da numerosi fattori. Il primo di cui tenere conto è lo sbalzo termico ovvero la differenza tra la temperatura interna e quella esterna. Il secondo fattore è la capacità...
Bricolage

come realizzare un Termosifone colorato per la cameretta dei ragazzi

Siete stanchi della solita cameretta bianca, con termosifoni tristi e spenti? Oggi vogliamo proporvi qualcosa di decisamente diverso e spiritoso, perfetto per rendere la cameretta dei vostri ragazzi molto più accogliente e adatta alla loro età. Colorare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.