Come riparare la canna bolognese

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Se abbiamo sempre desiderato riuscire a pescare qualche pesce, ma non conosciamo tutte le varie tecniche necessarie per riuscirci non dovremo assolutamente preoccuparci. Su internet, infatti, potremo trovare moltissime informazioni che riguardano le varie attrezzature di cui avremo bisogno, come preparale ed utilizzarle correttamente, come sistemare i galleggianti e quali esche utilizzare in base ai pesci che abbiamo intenzione di pescare, insomma potremo con molta facilità apprendere tutto ciò che serve per riuscire a pescare alla perfezione. Inoltre sul web potremo anche trovare informazioni che riguardano la sistemazione e la manutenzione della nostra attrezzatura, in modo che questa sia sempre perfettamente funzionante. Nei passi successivi, in particolare, vedremo come fare per riuscire a riparare una canna da pesca di tipo Bolognese.

25

Occorrente

  • pinza, nastro adesivo in fibre di carbonio
35

Per prima cosa dovremo conoscere la differenza fra una canna fissa ed una bolognese, poiché le operazioni di riparazione saranno differenti in base al tipo di canna da pesca in nostro possesso. Dal punto di vista strutturale, la canna fissa dispone di una lenza di misura prestabilita, che può venire fissata alla punta con diversi sistemi. La lenza della canna fissa, lunga all'incirca come la canna stessa, può svolgere ottimamente l'azione della passata, ma in un raggio circoscritto dalla somma della lunghezza della canna più la lunghezza della parte emersa dalla lenza. Con la canna da pesca di tipo bolognese, invece grazie alla possibilità di cedere la lenza avvolta sul mulinello, si possono raggiungere distanze notevolmente maggiori.

45

La canna fissa permette anche di effettuare la passata con una precisione maggiore rispetto a quella consentita dalla canna bolognese. Con la canna bolognese si possono fare lanci più lunghi e si ha un maggiore e più diretto controllo nella fase di recupero del pesce e la possibilità di contrastarlo validamente usando la frizione del mulinello.

Continua la lettura
55

Per riparare una canna bolognese bisognerà per prima cosa eliminare gli anelli utilizzando una pinza, in questo modo riusciremo ad eseguire più facilmente le operazioni successivi. A questo punto dovremo inserire il pezzo rotto con la sezione più piccola all'interno di quella con la sezione più grande. Per fissare meglio il tutto potremo utilizzare un apposito nastro adesivo realizzato con fibre di carbonio che permetterà di saldare in maniera ancora più forte le due estremità della nostra canna. Per terminare l'operazione di riparazione della nostra canna bolognese, dovremo semplicemente reinserire gli anelli tolti in precedenza e finalmente avremo concluso il nostro intervento e potremo finalmente ritornare a pescare con la nostra canna appena riparata.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come seminare e coltivare le zucchine

La zucchina è una pianta originaria delle regioni calde dell'America del sud, affine alla zucca. Le foglie delle zucchine sono grandi, pelose, di forma pressoché triangolare e con il margine seghettato. I fiori delle zucchine, maschili e femminili,...
Altri Hobby

Come realizzare un appoggio per le canne da pesca

Qualora siate appassionati di pesca, questa guida fa sicuramente al caso vostro! Sicuramente, per essere svolta nel migliore dei modi, essa necessita di attrezzature, a volte anche piuttosto onerose. In questa guida, però, parleremo di fai da te. Nello...
Giardinaggio

Come coltivare il cardo

In questo articolo vogliamo aiutarvi a capire in che modo poter coltivare il cado. Grazie ad alcuni facili consigli potrete intraprendere tranquillamente nel vostro giardino o nella vostra campagna, la coltura del cardo (Cynara cardunculus), un ortaggio...
Altri Hobby

Come innescare il bigattino sull'amo

Oggi impariamo a capire come innescare il bigattino sull'amo. Prima di vedere nello specifico i nostri inneschi dobbiamo ricordare che il bigattino non può essere utilizzato dovunque. Quindi dovremo avere cura di andare a spulciare le regole della zona...
Altri Hobby

Costruire una montatura per il surf casting

La pesca è un'attività prettamente maschile che si pratica sia in acque dolci che al mare: in base al luogo e alla fauna ittica, si mettono in pratica diverse tecniche, le quali prevedono l'utilizzo di specifiche attrezzature e lo svolgimento di particolari...
Altri Hobby

Come montare una canna da pesca

Tra le diverse attività che è possibile praticare nel tempo libero, la pesca è sicuramente una delle più rilassanti; inoltre, viene praticata all'aria aperta a diretto contatto con la natura e richiede pazienza e grande calma, aiutando la concentrazione....
Altri Hobby

Come pescare le rane

In passato, le rane rappresentavano per molti un importante alimento che permetteva di sopravvivere, portando in tavola una cena sostanziosa. Oggigiorno, il loro consumo alimentare è diminuito drasticamente, anche se, in alcune zone del nostro Paese,...
Materiali e Attrezzi

Come riparare una canna da pesca

Gentili lettori, all'interno di questa guida, andremo a parlare di canne da pesca. Nello specifico, in questo determinato caso, ci occuperemo della riparazione di una canna da pesca. Ci porremo, lungo la guida, quest'interrogativo: come si fa a riparare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.