Come riparare lo strappo di una tela dipinta

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
17

Introduzione

Le nostre case sono ricche di quadri che adornano le nostre pareti. Però purtroppo, se non dedichiamo loro abbastanza cura ed attenzione, con gli anni sono soggetti a deterioramenti. Le cause di questi problemi sono numerose, a partire dalle escursioni termiche, incidenti o traslochi, fori e progressive lacerazioni della tela. L'intervento di manodopera specializzata è senza dubbio il rimedio più infallibile. Però se la tela non è particolarmente preziosa, e se amiamo il fai da te, possiamo pensare di riparare noi stessi uno strappo su una tela dipinta. In questa guida vedremo come fare in caso ci trovassimo in questa situazione.

27

Occorrente

  • fili di tela
  • adesivo a calore (beva)
  • ferro da stiro
  • panno
37

Il procedimento è molto semplice, dobbiamo solo avere molta pazienza ed una buonissima manualità. Infatti sono questi gli unici requisiti richiesti per avere successo nella riparazione. Dovremo riempire la lacuna che si è creata nella tela, ricostituendo con dei fili di tela di canapa la trama e l'ordito. L'importante è seguire l'andamento originale orizzontale e verticale della nostra tela.
Come prima cosa valuteremo l'entità della lacerazione da riparare per vedere se è qualcosa che siamo in grado di fare noi stessi. In caso affermativo, decideremo di quanti fili avremo bisogno per ricostruire la lacuna.

47

Prendiamo i fili di tela che serviranno per ricostruire trama e ordito, e con un pezzetto di scotch fissiamoli all'estremità superiore di un foglio di carta plastificata. Con l'apposito adesivo che si attiva con il calore, BEVA, e aiutandoci con un pennello, li impregneremo per bene.
Lasciamo che l'adesivo asciughi perfettamente. Nel frattempo prepareremo il nostro piano di lavoro. Ci serviranno un paio di pinzette, un ferro da stiro e un panno pulito.

Continua la lettura
57

Prendiamo i fili e tagliamoli della lunghezza utile a coprire la lacerazione, tenendo conto che almeno mezzo centimetro deve finire sulla tela originale. Uno ad uno posizioniamole con le pinzette, seguendo l'andamento verticale ed orizzontale della trama e dell'ordito del nostro dipinto.
Una volta posizionati, ricopriamo il tutto, molto delicatamente, con il panno. Quindi prendiamo il ferro da stiro caldo e passiamolo sopra qualche secondo. In questo modo la colla, a contatto col calore, si scioglierà e compierà il suo dovere. Possiamo fare questa operazione anche un pezzetto alla volta.

67

Una volta terminato, togliamo delicatamente il panno e, coprendo la parte con pezzo di carta plastificata, posizioniamoci sopra un peso. Così la pressione esercitata favorirà l'aderenza tra i fili e l'estremità della lacuna. Il procedimento è veramente molto pratico; se non ce la sentiamo, facciamoci aiutare da qualcuno per avere una visione più precisa d'insieme e riparare al meglio la tela del nostro dipinto.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cucito

Come nascondere uno strappo nel piumino

I piumini che in inverno ci riparano con tanta eleganza dal freddo, sono soggetti a lacerazioni e strappi dovuti all'uso quotidiano. Il tessuto stesso, infatti, è facilmente lacerabile. In questi casi è necessario intervenire il prima possibile, perché...
Materiali e Attrezzi

Come realizzare una cornice dipinta a mano

Al momento dell'acquisto, le cornici in legno sono molto belle, ma con il passare del tempo diventano datate e logore. Laddove un tempo completavano lo schema di colori del vostro soggiorno, ora invece si rivelano essere l'unica nota dolente. Invece...
Bricolage

Come realizzare un presepe con pasta dipinta

L’allestimento del presepe è una delle attività più belle e coinvolgenti del Santo Natale. Esistono moltissime versioni di presepe ma non si smette mai di scoprirne nuove e affascinanti. Molti fanno il presepe all'interno del pane, altri di legno,...
Cucito

Come riparare uno strappo su una giacca di pelle

Un tipo di giacca che viene utilizzata da molte persone, è la giacca di pelle. Le giacche in pelle si usano praticamente da sempre. Sono comode, calde e poco ingombranti. La pelle con il tempo può subire delle modifiche. Infatti questo tessuto, tanto...
Cucito

Come cucire saldamente uno strappo

Molto spesso quando ci si trova a rammendare degli strappi, ci si accorge che nell'arco di breve tempo la riparazione appena eseguita ha già ceduto e quasi sempre questo accade nel momento meno opportuno. Il tempo della crisi, inoltre, ha creato la necessità...
Cucito

Come fare per riparare uno strappo nella finta pelle

La finta pelle, comunemente detta ecopelle, è un materiale piuttosto delicato, utilizzato per realizzare diversi capi, tra i quali i giubbotti e anche divani. Malgrado la sua somiglianza con la vera pelle, si tratta di un tessuto di qualità decisamente...
Bricolage

Come rimediare a uno strappo del bracciolo divano o poltrona

Il divano, anche detto sofà, ottomana o, meno propriamente, canapè, è un sedile imbottito e dotato di braccioli come una poltrona, ma di forma allungata in modo da poter accogliere più persone contemporaneamente. È un elemento piuttosto comune dell'arredamento...
Bricolage

come riparare uno strappo in corrispondenza di bordi di rilievo

Gli amanti de cucito sicuramente sapranno come riparare gli strappi. Purtroppo questi non sempre si trovano in una posizione che consente una riparazione ottimale e perfetta. In particolar modo gli strappi si presentano molto difficili da riparare in...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.