Come riparare uno sciacquone

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
18

Introduzione

Accade spesso di sentire gocciolare lo sciacquone che perde acqua nella tazza. Oppure di non riuscire a far scaricare bene l'acqua. Entrambi i problemi derivano dalla composizione calcare dell'acqua, che con il tempo spesso danneggia il meccanismo. Bloccandolo, quindi non facendolo lavorare più correttamente. Un guasto che va risolto al più presto possibile, visto che nel primo caso si rischia di sprecare parecchia acqua. Infatti, può succedere che il flusso dell'acqua improvvisamente si fermi, per poi riprendere a correre. La maggiore conseguenza di questo problema è senza alcun dubbio l'ingente spreco d'acqua. Nella seguente guida ci spiego come riparare uno sciacquone.

28

Occorrente

  • Anticalcare
38

La prima cosa che dovete fare è quella di chiudere la valvola di alimentazione dello sciacquone da riparare. Questa di solito si trova accanto al water. Oppure chiudete direttamente il rubinetto centrale dell'acqua (in genere situato vicino al contatore). Dopodiché alzate il coperchio della vaschetta e scollegate il blocco del galleggiante utilizzando una chiave a pappagallo. Per evitare danni ai meccanismi dello sciacquone, bisogna che fate attenzione alla ghiera che fissa il galleggiante alla vaschetta. Cercando di allentarla in maniera graduale, senza forzarla.

48

Una volta allentato il galleggiante dello sciacquone da riparare, estraetelo con molta cautela. Inoltre, è necessario che controllate lo stato delle guarnizioni adibite al bloccaggio del flusso dell'acqua nella vaschetta. Spesso se danneggiate, provocano il continuo scarico del water.

Continua la lettura
58

Successivamente, occorre che controllate per bene la tenuta dei serraggi. Terminata l'operazione fate un paio di giri di sigilla raccordi sui filetti. Anche in questo passaggio è necessario che prestate attenzione, poiché delle volte succede le filettature dei pezzi si deteriorano facilmente. Al termine del montaggio dovete tirare lo sciacquone. Questo passaggio è fondamentale per controllare il tiraggio dell'acqua.

68

Inoltre, se vi accorgete che il galleggiante presenta del calcare, rimuovetelo. Riempiendo con acqua una bacinella e aggiungendo dell'anticalcare. A questo punto immergete il pezzo, lasciandolo in ammollo per almeno 12 ore. In alternativa all'anticalcare potete utilizzare dell'acqua diluita con aceto di vino bianco e con succo di limone. Trascorse dodici ore togliete i residui calcarei con una spugna abrasiva. Mentre, con una una spazzola a setole rigide ripulitelo per bene. Per concludere risciacquate il galleggiante in acqua tiepida. Ecco come riparare uno sciacquone.

78

Guarda il video

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Togliere tutti i residui di calcaree
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Casa

Come Sistemare Uno Sciacquone Che Perde

È successo a tutti almeno una volta, ed è una vera scocciatura. Uno sciacquone che perde in continuazione è un vero spreco di risorse preziose e di denaro. In alcuni casi, la soluzione al problema sta nelle mani di lui, l’idraulico. In altri casi,...
Casa

Come installare un nuovo sciacquone a cassetta sul WC

La cassetta del vostro wc si è rotta? Non scarica più o è ormai troppo piena di calcare e desiderate sostituirla? O, semplicemente avete intenzione di installarne una nuova e più moderna, e magari più in linea con il nuovo arredamento del bagno appena...
Casa

Come sostituire il galleggiante di una cassetta wc

Molto spesso ci capita di dover eseguire in casa dei piccoli lavoretti che andrebbero il più delle volte eseguiti da dei professionisti. Purtroppo però le parcelle di questi ultimi sono troppo esose per le nostre tasche, quindi sarebbe il caso, qualora...
Casa

Come riparare una perdita d'acqua del WC

Se nel nostro bagno notiamo che ci sono delle perdite alle condutture ed in particolare al wc, possiamo intervenire in modo adeguato senza necessariamente chiamare un idraulico. Nello specifico, si tratta di adottare alcune tecniche atte a massimizzare...
Casa

Come riparare un WC che perde

Il momento in cui noti che il tuo WC perde acqua perhè ultimamente hai trovato pozzanghere sul pavimento del bagno, probabilmente la causa sarà che la congiunzione tra la tazza e il tubo di scarico è danneggiata o inutilizzabile. Tuttavia, sul mercato...
Casa

Come sostituire un sifone

I sifoni igienici sono spesso utilizzati nei bagni europei, che utilizzano un sifonamento che attinge acqua dalla toilette e dalla vaschetta per portare via le acque reflue. Quando si preme la maniglia in questi tipo di servizi igienici, viene azionato...
Casa

Come riparare lo scarico del bagno

Se in casa notate che lo scarico del wc, comunemente detto sciacquone, presenta delle perdite, potete intervenire e risolvere il problema in modo semplice e con delle tecniche fai da te, evitando quindi di chiamare un idraulico. In riferimento a ciò,...
Casa

Come sostituire un sifone danneggiato del wc

Il sifone del wc con il passare del tempo potrebbe danneggiarsi all'interno. Ovviamente le cause possono essere diverse, ad esempio potrebbe rompersi la membrana o allentarsi la giuntura. I sifoni generalmente vengono utilizzati nei bagni del continente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.