Come riprodurre le ortensie

di Carmela Esposito difficoltà: facile

Come riprodurre le ortensieLeggi   4.bp.blogspot.com Sono le regine dell'estate, sfoggiano i loro grandi fiori vistosi in giardini e terrazzi: si tratta delle ortensie. Originarie dell' Asia, sono tra gli arbusti legnosi più diffusi e scenografici presenti in Italia; di esse esistono numerose varietà, ottenute con fiori di diverse sfumature, che vanno dal rosso al rosa, dall'azzurro al bianco. Per riprodurre le ortensie si effettua la tecnica per talee, sul finire della fioritura, verso settembre/ottobre: seguendo piccoli accorgimenti sarà molto semplice ottenere risultati ottimali e un giardino fiorito!

Assicurati di avere a portata di mano: ortensie coltello affilato vasi prodotti ormonici sabbia

1 Come riprodurre le ortensieLeggi   4.bp.blogspot.com La prima operazione consiste nel prelevare delle talee dall'estremità di rami fioriferi, della lunghezza di 10/15 cm circa. Effettuare un taglio netto ed obliquo con un coltello molto affilato e pulito, per evitare sfilacciature ed eventuali infezioni dei tessuti. Successivamente eliminare anche le foglie inferiori della talea ed immergere la parte tagliata in una sabbia rizogena, ricca di ormoni che favoriscono la formazione delle radici e il moltiplicarsi della piantina.

2 Successivamente si sistemano le talee così preparate in una vasetto o una terrina in cui vi è una composta formata da una parte di terriccio fertile, da un'altra di sabbia grossolana; si creano tanti buchi quante sono le talee fogliari, con l'ausilio di una matita e si compatta delicatamente il terriccio.

Continua la lettura

3 Il vaso sarà collocato in posizione ben luminosa, in luogo riparato e caldo, ma non esposto direttamente ai raggi del sole.  Se si gode di un clima particolarmente asciutto, è preferibile ricoprire il vaso con un foglio di plastica trasparente.  Approfondimento Come curare le ortensie (clicca qui) È necessario, in questo caso, avere l'accortezza di rimuovere quotidianamente la plastica, per eliminare la condensa e controllare l'umidità del terreno, effettuando le dovute innaffiature, nebulizzando con uno spruzzino minimo due volte al giorno.. 

4 Se la talea di ortensia ha radicato, dopo circa 40 giorni si assisterà alla comparsa dei primi germogli. In questa fase si toglie la copertura di plastica e si trasferiscono i germogli, con lo stesso tipo di terriccio, in vasi più grandi di terracotta. Essi vanno esposti all'aperto, in zone ombrose ma al riparo da vento e freddo.

5 Nella primavera successiva, le talee possono essere trasferite in vasi ancora più grandi e aggiunte ad altri fiori andranno a decorare e abbellire il giardino nella bella stagione: i loro colori sgargianti e l'intenso profumo donano un fascino a cui è difficile resistere!

Come riprodurre i geranei Come fare talee di rosa Come riprodurre un geranio per talea Come dare colore alle ortensie

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide utili