Come ristrutturare un vecchio comò

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Vi siete stancati del vecchio comò che possedete in camera vostra? Vi viene voglia di distruggerlo per farne legna da ardere o di buttarlo? Ecco un'idea per renderlo invece nuovo ed originale. Seguendo questa guida, avrete la possibilità di rinnovarlo da cima a fondo e non dovrete più nasconderlo o metterlo nel ripostiglio. Ecco spiegato brevemente come ristrutturare un vecchio comò anche senza essere carpentieri professionisti! Vediamo quindi come procedere.

27

Occorrente

  • vernice
  • pennelli
  • guanti di gomma
  • spugna
  • straccio
  • spazzola di saggina, acqua e soda
  • carta vetrata
  • carta abrasiva
  • stucco
  • spatola
37

Innanzitutto, se il mobile vi piace parecchio, ma le sue condizioni sono pessime o in generale non è in buono stato, potrete rimetterlo a nuovo semplicemente dandogli una mano di vernice. Per prima cosa, indossate dei guanti di gomma per proteggervi le mani, dopodiché preparate una soluzione composta di acqua calda e soda caustica seguendo le seguenti dosi: 1 cucchiaio di soda per 1 litro d'acqua. Utilizzate una spugna e uno straccio per lavare accuratamente il mobile e passate la spazzola umida sulle parti più difficili da lavare in cui i residui di polvere sono maggiori (manopole, battiscopa, intarsi e così via).

47

Successivamente, passate la carta vetrata su tutta la superficie del mobile, per pareggiare bene la superficie ed eliminare i vecchi strati di vernice. Con la spatola, distribuite lo stucco su tutto il mobile facendo uno strato sottile sopra quelle parti del mobile che presentano fessure o screpolature, in modo da eliminare completamente le crepe. Con la carta vetrata doppio zero, carteggiate il mobile stuccato per renderlo perfettamente liscio e perfetto. Se volete ottenere un risultato perfetto, prima di tingere il mobile con la vernice del colore che avrete in precedenza scelto, date una mano di vernice di base (chiamata cementite).

Continua la lettura
57

Dopo aver fatto ciò, lasciate asciugare la cementite per almeno 4-5 ore e poi carteggiate nuovamente con la carta abrasiva n. 400 che va utilizzata sempre bagnata. Con un pennello, passate la vernice sul mobile, lasciatela asciugare per circa 1 giorno e poi passate una seconda mano di vernice. Quando il mobile sarà completamente del asciutto, potrete anche decidere di decorarlo, magari incollandovi sopra dei ritagli di giornale con motivi floreali, oppure adesivi appositi che troverete nei negozi di bricolage. Inoltre, se il comò si trova nella stanza di un bambino, potrete anche creare disegni curiosi utilizzando disegni di cartoni animati, super eroi, fatine e personaggi famosi del mondo Disney.

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

10 idee per rinnovare il comò

Avete a disposizione un vecchio comò e non volete darlo via? E allora cosa aspettate a rinnovarlo? In questa guida vi daremo qualche idea per poter cambiare in parte o completamente l'aspetto del vostro comò. Numerose sono le opzioni, basta avere tanta...
Casa

Come Rivestire Un Comò A Effetto Foglia Oro

Se la tua passione è il fai da te ed in particolare la decorazione dei mobili, questa sintetica ed esauriente guida fa decisamente al caso tuo. Ripercorreremo le varie fasi necessarie per utilizzare la tecnica della foglia oro su un comò, in modo tale...
Bricolage

Come realizzare un comò in stile vintage

Il fai da te interessa ed attrae sempre più persone. Anche uomini e donne dotati di poca manualità e creatività possono creare oggetti particolari. È importante solo seguire una guida adatta e ben fatta. La soddisfazione di vedere qualcosa frutto...
Bricolage

Come creare un doppio fondo nell'armadio o nel comò

In questo articolo, vogliamo proporre un nuovo lavoretto fai da te, mediante il quale, poter essere in grado di realizzare qualcosa di veramente unico e speciale, per il nostro appartamento. Sono veramente tanti coloro i quali, amano eseguire con le propria...
Bricolage

Come trasformare un vecchio mobile in un arredo shabby chic

Negli ultimi tempi è sempre più di tendenza lo stile Shabby Chic, per quanto riguarda alcuni elementi di arredo. Questo stile ha ottenuto grandi consensi, poiché conferisce al mobile un effetto invecchiato che lo arricchisce. Per gli amanti del fai-da-te,...
Casa

Come ristrutturare un pavimento con parquet di recupero

Se abbiamo un pavimento in legno, è importante sapere che può essere ristrutturato con un certo stile e con un minimo di spesa, utilizzando del parquet di recupero, e sfruttando anche del legno antico per ottenere un effetto particolare ed elegante....
Casa

Come ristrutturare una vasca da bagno scheggiata

Capita spesso, ad esempio quando si acquista una nuova casa, di ritrovarsi a dover effettuare qualche lavoro di ristrutturazione, sia di lieve che di grande entità. Oppure, se fortunatamente si riescono a evitare lavori di ristrutturazione, di dover...
Casa

Come rinnovare un mobile danneggiato

Se possedete un mobile danneggiato in casa e pensate di non aver nessuna possibilità di poterlo restaurarlo, tenete ferme le mani e non buttatelo. Ci sarà sempre qualcosa da fare per poter "rinnovare" le sue condizioni. Diciamo rinnovare, e non restaurare,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.