Come riutilizzare vecchi vasi rotti

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Quante volte vi sarà capitato di trovare vasi di coccio rotti a causa del forte vento che ha spazzato via le vostre spezie preferite dal balcone di casa vostra? I vasi sembrano irrecuperabili, impossibili da riattaccare con colle varie e siliconi, ma avete mai pensato di riciclarli trasformandoli in qualcosa di nuovo? In questa guida daremo una mano anche a chi ha poca fantasia e vi mostreremo come riutilizzare i vecchi vasi.

27

Occorrente

  • Vecchi vasi rotti, martello, terra, fiori, bulbi, piante grasse, sassolini, cocci di vaso piccoli, conchiglie, gusci di frutta secca
37

Nel caso si rompa un classico vaso di terracotta, quelli di colore arancio per intenderci, potrete decidere di modificarne sia la forma che la struttura. Questi tipi di vasi tendono sempre a spaccarsi in due parti, di solito una più piccola, e una più grande. Se vi servono pezzi più piccoli dovrete romperli voi stessi con l’aiuto di un martello. Se avete più vasi rotti di diverse dimensioni, potrete combinare i vari pezzi insieme per creare un "vaso nel vaso" e magari decorarlo con altri pezzi di coccio.

47

Procedete così:
riempite il vaso grande con della terra, fino alla rottura, di solito a ¾ del vaso. Poi prendete un pezzo rotto di un vaso più piccolo, quello con la parte dove c’è il bordino superiore, e infilatelo nella terra, posizionandolo a 10 cm dal bordo del vaso che lo contiene. Procuratevi delle piantine grasse, oppure dei gerani, o dei bulbi di fiori diversi e piantateli nel vaso piccolo in posizioni diverse, e poi allargatevi nella parte laterale. Poi riempite tutto di terra, anche il vaso più piccolo. Nella parte rotta potete decorare il vaso con pezzetti di coccio, creando una scala e infilzando i vari pezzetti tra la terra. Se usate le piantine grasse sarebbe bello piantarne piccoli pezzi tra le fessure, in modo che, crescendo, formeranno una composizione piramidale davvero particolare.

Continua la lettura
57

Potete sbizzarrirvi creando varie strutture, e magari potete utilizzare anche decorazioni come sassolini, conchiglie, gusci di frutta secca e così via. In occasione delle festività, questa è una grande idea, perché permette di poter utilizzare i cocci di vaso per creare una composizione per il Presepe, oppure nel caso della Pasqua, una bella composizione con il grano e le uova decorative.
Se avete un giardino potrete posizionare i vasi rotti come se fossero "sommersi" dalla terra facendone uscire la parte sana creando l'effetto delle anfore sul fondale marino piantate nella sabbia. Questo è anche un buon metodo per decorare case dall'arredamento etnico oppure per preparare la recita di vostro figlio ambientata nell'antica Grecia!

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Usate un cucchiaio di ferro per scavare nella terra e piantare i vostri bulbi.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Casa

5 idee originali per riutilizzare dei vecchi portapranzo

Negli ultimi anni, sia per la crisi economica che ha colpito il nostro paese, sia per un ritorno all'antico e alle arti manuali, si sta virando sempre più prepotentemente verso il recupero e il riciclo. Gli oggetti che non servono più alla loro prima...
Altri Hobby

Come riutilizzare uno scolapasta

Siete alla ricerca di alcune idee creative per riciclare alcuni oggetti di uso quotidiano, come per esempio, alcuni scolapasta ormai vecchi, leggermente rotti o comunque che desiderate cambiare In questa guida trovate dei consigli molto semplici, utili,...
Bricolage

10 idee per riciclare i collant rotti

Se abbiamo dei collant rotti che non possiamo più utilizzare, ma i loro colori dalle svariate tonalità ci appaiono molto vivaci e le finiture di ottima qualità, allora li ricicliamo per creare alcuni oggetti utili per la casa. A tale proposito, ecco...
Bricolage

Come Riparare Gli Oggetti In Fimo Rotti

Il fimo è un materiale sintetico che si può modellare abbastanza facilmente. Esso viene utilizzato per la realizzazione di piccoli oggetti che si solidificano attraverso le proprietà termoindurente di cui gode. Il fimo ha una consistenza tale che dà...
Giardinaggio

Come utilizzare anfore e vasi rotti in giardino

Se abbiamo un giardino ed intendiamo arredarlo in modo originale e con gusto, possiamo sfruttare svariati oggetti magari riciclandoli. Un esempio sono anfore e vasi rotti, che possono ritornare utili per creare funzionali decorazioni. In riferimento a...
Bricolage

Come riutilizzare una vecchia scala

I vecchi oggetti o attrezzi che non si utilizzano più perché rotti o semplicemente accantonati, rappresentano una risorsa, poiché si possono modificare e possono quindi avere una nuova vita. A tal proposito, nella guida che segue vi sarà spiegato...
Materiali e Attrezzi

Come riparare i fili elettrici rotti

Un cavo elettrico danneggiato è molto pericoloso e potrebbe causare incidenti anche di una certa gravità. Per questo, nel caso in cui si scopra un cavo elettrico usurato, specialmente se si trova dentro casa, occorre aigire tempestivamente e riparare...
Bricolage

Come incollare oggetti di porcellana o vetro rotti

Quante volte ci sarà capitato di mandare in mille pezzi un oggetto in porcellana o in vetro al quale eravamo tanto legati, e di rovinare incontrovertibilmente la nostra giornata, proprio per la tristezza scaturita da questo piccolo incidente? Nelle nostre...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.