Come saldare a stagno

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

La saldatura è un'operazione che consiste nell'unire fra di loro due giunti o pezzi mediante fusione o degli stessi o di un terzo elemento che funga da collante. Esistono moltissime tipologie di saldatura, più o meno complesse; una delle tipologie senza dubbio più facili e veloci da realizzare, anche per chi sia privo di esperienza è la saldatura a stagno. Questa tipologia di saldatura può risultare molto utile in casa durante lavoretti di bricolage o avendo a che fare con dei semplici circuiti elettrici (che ovviamente devono essere prima privati della corrente). Vediamo quindi come saldare a stagno.

24

Il primo passo per svolgere una saldatura a stagno è quello di dotarsi di due elementi: un saldatore e naturalmente lo stagno. Il saldatore è un attrezzo dotato di una punta che riesce a raggiungere temperature in grado di fondere materiale d'apporto a basse temperature di fusione. Sono disponibili sul mercato molteplici tipologie di saldatore che differiscono in base alla loro potenza elettrica, ossia il numero di Watt che raggiungono, e di conseguenza alle temperature che riescono a sprigionare. Per piccoli lavori domestici non è necessario acquistare saldatori particolarmente potenti: è sufficiente comprare per pochi euro un saldatore a punta o a penna in grado di erogare 12 Watt di potenza o in alternativa esistono saldatori leggermente più costosi che arrivano fino a 100 Watt.

34

L'altro elemento fondamentale, come già detto, è lo stagno. Lo stagno per saldature è normalmente venduto sotto forma di filato arrotolato intorno ad un rocchetto. Esistono in commercio molteplici tipologie di stagno di differenti marche, è però fondamentale scegliere uno stagno affidabile poiché da questo dipenderà il buon esito ma soprattutto la durata della saldatura. Un buon modo per scegliere la tipologia di stagno da acquistare è quello di basarsi sulle recensioni presenti in rete o chiedere al proprio rivenditore di fiducia; è importante anche prendere in considerazione un'altra caratteristica del filamento di stagno, lo spessore: un diametro troppo ridotto offrirà minori garanzie di resistenza della saldatura (per quanto risulti invece indispensabile per effettuare microsaldature), viceversa un filamento con diametro troppo elevato, specie con saldatori poco potenti, potrebbe avere difficoltà a fondere; per ovviare a questi inconvenienti un filamento con diametro da 1 mm è ideale.

Continua la lettura
44

A questo punto è possibile effettuare la saldatura vera e propria. La prima cosa da fare è collegare il saldatore ad una presa di corrente in modo che la punta si riscaldi (bastano pochi minuti), successivamente è possibile collocare i due giunti da saldare nella loro posizione definitiva, si prende quindi il saldatore e lo si poggia sulla zona dove si intende effettuare la saldatura, è quindi possibile prendere lo stagno e appoggiarlo sul punto di saldatura: immediatamente il saldatore fonderà lo stagno e, una volta allontanato il saldatore, dopo pochi secondi si solidificherà.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come saldare un jack

Chi usa spesso strumenti musicali elettronici o apparecchiature elettroniche può talvolta avere necessità di dovere saldare un jack per poter riparare una rottura. Con un ...
Casa

Come saldare correttamente dei cavi

Spesso può succedere che qualche piccolo elettrodomestico come ad esempio il phone, il rasoio elettrico, il ferro da stiro o l'aspirapolvere, per citarne solo ...
Bricolage

Come Scegliere il proprio saldatore per circuiti stampati

Per piccole e veloci riparazioni di componenti elettrici, lo strumento di base è il saldatore. Questo è lo strumento grazie al quale si riesce a ...
Bricolage

Come fare una saldatura perfetta con il filo di stagno

Cominciamo subito col dire che il momento in cui si saldano degli elementi, si da inizio ad un delicato processo che porta solitamente ad operare ...
Materiali e Attrezzi

Come scegliere lo stagno per le saldature

Quante volte ci ritroviamo a fare lavori fai da te e bricolage senza incorrere a specialisti del settore? Molti lavori, grazie ai giusti attrezzi, son ...
Bricolage

Come saldare i fili elettrici

Qualche volta sarà capitato a tutti di avere la necessità di saldare due fili elettrici che si sono scollegati. Ma come intervenire in questi casi ...
Bricolage

Come Saldare Con Il Saldatore Istantaneo

Amanti del fai da te, volete provare ad effettuare un lavoretto da saldatura, ma non avete idea di come procedere? Non preoccupatevi, questa guida vi ...
Bricolage

Come saldare con lo stagno

In molti oggetti di uso comune, come ad esempio gli apparecchi elettrici, possono esserci delle parti saldate con lo stagno. In alcuni casi, si rivela ...
Bricolage

Come fare la saldatura a stagno

Molti oggetti di uso quotidiano presentano la particolarità di essere uniti tramite delle giunture, che però tendono a staccarsi di continuo nonostante siano saldati. In ...
Bricolage

Come Usare Gli Attrezzi Per Brasare

La brasatura è l'operazione mediante la quale è possibile effettuare una saldatura di due metalli, utilizzando un altro metallo (che prende il nome di ...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.