Come scegliere lo stagno per le saldature

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Quante volte ci ritroviamo a fare lavori fai da te e bricolage senza incorrere a specialisti del settore? Molti lavori, grazie ai giusti attrezzi, son possibili anche se non siamo grandi esperti. Scopriremo in questa guida come scegliere lo stagno giusto per le saldature, a seconda delle operazioni da eseguire. Ponendo attenzione infatti a ciò che dovremo fare, i risultati saranno ottimali ed eviteremo di sprecare una grande quantità di stagno. Ricordiamo che l'operazione di saldatura consiste nell'unire due materiali solidi grazie alla fusione. Il risultato sarà duraturo nel tempo. È un procedimento utilizzato in moltissimi campi dell'ingegneria, da quella meccanica a quella chimica e può essere effettuato sia su componenti piccoli (ad esempio quelli elettronici) che su strutture molto grandi (come le strutture metalliche a supporto dei ponti). Ricordiamoci sempre, se lo facciamo in modo "casalingo", di proteggerci sempre.

26

Occorrente

Assicurati di avere a portata di mano:
  • saldatore
  • stagno
  • pezzo da lavorare
36

Decidere quale dei due tipi di stagno

Innanzi tutto troviamo lo stagno facilmente reperibile in qualsiasi negozio di ferramenta, fai da te e bricolage. Sono solitamente in vendita due tipi di stagno: quello costituito da fili puri di stagno, ed un secondo che ha anche un flussante al centro. Il flussante è un prodotto chimico che permette di preparare la superficie alla procedura di saldatura. Se possiamo decidere noi, cerchiamo di scegliere sempre il secondo poiché anche il primo tipo, con i fili puri di stagno, potrebbe richiedere l'uso di un flussante da prendere successivamente a parte.

46

Scegliere lo stagno giusto!

Attenzione, come premettevo, a seconda del lavoro che dovrete eseguire, sceglierete lo stagno giusto. Infatti, il lavoro di saldatura effettuato su componenti elettrici, richiede un diverso genere di stagno che non si trova in un classico negozio di ferramenta o fai da te, ma in negozi direttamente di componenti elettronici. Infatti si tratterebbe di un diverso genere di stagno risultante più costoso dovuto alla lega che ha il 40% di piombo ed il 60% di stagno mentre nell'anima è presente una sostanza che serve a disossidare.

Continua la lettura

Approfondimento

Come saldare con lo stagno
56

Definire il diametro di filo di stagno

Quando iniziate l'operazione di saldatura, verificate che la temperatura del saldatore sia quella definita e consigliata per il tipo di flussante per evitare ogni tipo di "malinteso" che possa compromettere l'operazione stessa. A questo proposito: esistono 5 tipologie di flussante. Il diametro del filo di stagno deve avere un valore fra 0,4 mm e 1 mm. Se siamo alle prime armi, meglio chiedere consiglio all'addetto della ferramenta oppure del negozio elettronico. In modo da essere certi di eseguire il lavoro indicato nel miglior modo possibile a seconda del risultato e della durata nel tempo.

66

Punta saldatore massimo 380°

Dobbiamo fare attenzione a non rovinare il materiale di rinforzo che si trova sulla superficie e dobbiamo evitare il più possibile di grattare la punta del saldatore. Questo genere di stagno deve essere lavorato tenendo la punta del saldatore ad una temperatura non superiore ai 380° tenendo conto anche lo spesso dei componenti. Infatti possibile che su componenti particolarmente grossi dobbiate tenere una più elevata temperatura e comunque evitate sempre di tenere a lungo una temperatura elevata poiché potrebbe rovinarsi la punta del saldatore.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come Scegliere il proprio saldatore per circuiti stampati

Per piccole e veloci riparazioni di componenti elettrici, lo strumento di base è il saldatore. Questo è lo strumento grazie al quale si riesce a ...
Bricolage

Come saldare in modo corretto e veloce componenti smd

Per eseguire nel modo giusto una saldatura dei componenti SMD, occorre possedere una buona dose di pazienza e una mano ferma, in quanto la pratica ...
Casa

Come usare il saldatore

Il saldatore è un utilissimo attrezzo che serve a fondere materiali come lo stagno. Esso ci aiuta a sanare quei piccoli danni che si generano ...
Bricolage

Come Realizzare stagnature nel modo corretto

Alla base dei complessi circuiti elettronici vi sono operazioni che apparentemente possono sembrare semplici: le stagnature. La facilità di questo tipo di procedimento dipende dalla ...
Bricolage

Come saldare un jack

Chi usa spesso strumenti musicali elettronici o apparecchiature elettroniche può talvolta avere necessità di dovere saldare un jack per poter riparare una rottura. Con un ...
Materiali e Attrezzi

Come utilizzare uno stoppino per saldature

Tutti coloro che si cimentano nelle saldature, devono conoscere le basi di come utilizzare uno stoppino, che non è altro che un filo di rame ...
Bricolage

Come saldare a stagno

La saldatura è un'operazione che consiste nell'unire fra di loro due giunti o pezzi mediante fusione o degli stessi o di un terzo ...
Bricolage

Come fare una saldatura perfetta con il filo di stagno

Cominciamo subito col dire che il momento in cui si saldano degli elementi, si da inizio ad un delicato processo che porta solitamente ad operare ...
Materiali e Attrezzi

Come saldare i cavi audio

Quante volte vi è capitato di non utilizzare più un un dispositivo audio per alcune problematiche dovute al sonoro? Talvolta la problematica è lieve, ma ...
Casa

Come saldare correttamente dei cavi

Spesso può succedere che qualche piccolo elettrodomestico come ad esempio il phone, il rasoio elettrico, il ferro da stiro o l'aspirapolvere, per citarne solo ...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.